Napoli. Ruben: il bambino che ha due mamme Il sindaco di Napoli De Magistris ha dato il suo benestare. Il prefetto di Napoli, Gerarda Pantalone, ha aperto un fascicolo e ha chiesto di esaminare gli atti di certificazione del nascituro - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

15-10-2015

Napoli. Ruben: il bambino che ha due mamme

Il sindaco di Napoli De Magistris ha dato il suo benestare. Il prefetto di Napoli, Gerarda Pantalone, ha aperto un fascicolo e ha chiesto di esaminare gli atti di certificazione del nascituro


Responsive image

C’è chi è contrario, chi favorevole; probabilmente è uno dei temi più caldi di questo momento, che ha spaccato in due l’Italia. Stiamo parlando delle unioni civili

Il caso di Napoli sarà annoverato nei libri di storia come il precedente che potrebbe aprire una nuova strada. Il sindaco Luigi de Magistris ha aiutato due mamme a potere riconoscere ufficialmente la nascita del piccolo Ruben nel paese d’appartenenza. Ruben è venuto al mondo da Daniela con inseminazione artificiale. Lei è sposata ufficialmente con Marta, e sono rispettivamente napoletana e sarda. L’ufficializzazione è avvenuta in Spagna. Le due mamme, recandosi negli uffici dell’anagrafe di altre regioni, hanno messo in subbuglio il sistema stesso della certificazione, dal momento che sul modulo da compilare erano riportate le due diciture: padre - madre.

 

Così, dopo un’attenta valutazione, si è deciso di inserire il nome di Marta alla voce "padre". Molti hanno partecipato attivamente alla bagarre, consigliando alle due donne di intraprendere una battaglia legale e di non lasciarsi sconfiggere dal sistema. Fin quando  De Magistris non è entrato in scena e ha dichiarato: “Abbiamo scritto una bella pagina di civiltà giuridica, al di là di quella che sarà l’autonoma valutazione del Parlamento su questi temi”. Il sindaco De Magistris è cosciente quindi di andare contro il governo che ha già negato di formalizzare i matrimoni di coppie omossessuali celebrati in altri paesi del mondo.

 

Intanto il prefetto di Napoli Gerarda Pantalone ha aperto un fascicolo e chiesto di acquisire i documenti della nascita di Ruben presso i registri anagrafici del Comune. “Valuterò gli atti – ha sostenuto il prefetto – insieme con il ministero”. Attraverso la certificazione, ricordiamo, si darà la possibilità al nascituro di ottenere dei diritti fondamentali che altrimenti  gli sarebbero preclusi: avere una carta d’identità e un passaporto, ed  essere quindi un cittadino del mondo e non più un apolide.

 

Non si tratta, a questo punto, solo di esecrare la mancanza di una famiglia composta da padre e madre. Il processo di accettazione, probabilmente, sarà duro e complesso, e non potrà prescindere da elementi culturali e della tradizione cattolica.

 

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Ozpetek. Tra sesso, morte e magnifiche presenze omaggio al regista turco italianizzato
Il 3 febbraio, il regista di 'Napoli Velata' compie il suo cinquantanovesimo compleanno

CULTURA | 03-02-2018

Responsive image

Serie A, Roma e Lazio impegnate in due big match
Le due squadre capitoline contro Napoli e Juventus

SPORT | 14-10-2017

Responsive image

Roma-Napoli: alta tensione per il big match in campo… e in città
Previste misure di sicurezza straordinarie per la sfida all'Olimpico di sabato sera

SPORT | 11-10-2017

Responsive image

Quei bravi guaglioni
Il Napoli di Sarri sogna uno scudetto che attende da oltre 30 anni

SPORT | 21-09-2017

Responsive image

Responsive image

San Gennaro fa il miracolo. Anche su Twitter
Dalla solennità dell’ampolla contenente il sangue ai commenti più o meno irriverenti dei fedeli (e non)

CULTURA | 19-09-2017

Responsive image

Omicidio Napoli. Trovato mutilato e murato il corpo del giovane attivista gay
Il suo assassino aveva detto di aver gettato il corpo in mare

CRONACA | 31-07-2017

Responsive image

Metropolitane italiane a confronto: la più bella, la più costosa, la peggiore
Roma, Milano, Napoli, Brescia, Torino, Catania e Genova a paragone

CRONACA | 20-07-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia