Viaggio nella Nuvola di Fuksas: a che punto sono i lavori del Nuovo Centro Congressi? L'intera opera alla fine costerà 415 milioni rispetto ai 272 milioni previsti dalla gara d’appalto - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

09-11-2015

Viaggio nella Nuvola di Fuksas: a che punto sono i lavori del Nuovo Centro Congressi?

L'intera opera alla fine costerà 415 milioni rispetto ai 272 milioni previsti dalla gara d’appalto


Responsive image

Uno dei più grandi misteri capitolini è rappresentato dal Nuovo Centro Congressi dell'Eur, meglio noto come "Nuvola di Fuksas". Tutti ne abbiamo sentito parlare, probabilmente la maggior parte di noi non ha ben chiaro da quanto tempo quel cantiere stia lì: prima del Colosseo? Prima di San Pietro? Ebbene, a quanto pare l'unica cosa certa è che questa nuvola sia costata un sacco di soldi, ma a chi? È un'opera pubblica o privata? Pertanto, la nostra esplorazione, all'interno del cantiere, vuole essere la riprova che questa benedetta nuvola esiste davvero e i lavori sono ancora in corso. Cercheremo di chiarirvi un po' le idee facendo il punto della situazione.

 

Il Progetto. Il Nuovo Centro Congressi, progettato dall'architetto Massimiliano Fuksas, è un edificio ancora in stato di costruzione nel quartiere capitolino dell'EUR, destinato a ospitare eventi di varie tipologie: mostre, esposizioni, spettacoli, convegni ecc. La struttura si sviluppa su un'ampiezza complessiva di circa 55 000 m², alta 40 metri, larga 70 e lunga 175, e si erge tra viale Cristoforo Colombo, viale Europa, viale Shakespeare e viale Asia. L'idea progettuale è riconducibile a tre immagini, che sono: la teca, la nuvola e la lama dell'hotel.

La teca è l'edificio poligonale in vetro, acciaio e pietra che caratterizza l'intero Centro Congressi. Per accedervi è prevista la costruzione anche di un ingresso indipendente da viale Shakespeare, in modo che possano essere ospitati due eventi in contemporanea, ovvero: nel centro congressi e nell’auditorium costruito all'interno della nuvola e che, per mezzo di passerelle sospese e tramite lo scafo, è collegata alla struttura portante principale. Tutta la struttura nuvola è appoggiata in tre punti, su tre grandi pilastri: c’è un sistema di bielle che garantisce la mobilità della nuvola stessa rispetto agli stessi appoggi per consentire appunto di resistere alle azioni del sisma; a tal proposito il progetto strutturale nel 2008 è stato modificato per essere adeguato alle nuove normative antisismiche. Per quanto riguarda la capienza, la sala-auditorium conterrà 1800 persone, mentre la sala congressi, situata in basso nella struttura di vetro, si stima che potrà ospitare fino a 3000 persone.

Adiacente alla nuvola troviamo la lama, un altro edificio alto e stretto, che ospiterà un hotel direttamente collegato con l’attività congressuale del centro. Con quasi 500 camere, divise in camere standard e in suites negli ultimi due piani, questa struttura si sviluppa per un'altezza complessiva di 56 metri, composto da 17 piani esterni. Intanto l'hotel è terminato, mancano solamente gli interni e gli impianti che verranno allestiti da chi lo comprerà, dal momento che non c’è ancora un acquirente.

Infine il ristorante, il piccolo fabbricato nero situato tra l’hotel e la teca. Questo edificio si compone di due piani: uno per l’hotel e un altro per eventuali cene di gala del centro congressi.

 

Dubbi e perplessità. Nonostante da un punto di vista tecnico la struttura del Nuovo Centro Congressi sia ingegneristicamente molto all’avanguardia, pecca di alcune cose. L'idea originale era quella di dare una sensazione di leggerezza realizzando per l'appunto una nuvola che galleggiasse all'interno della teca stessa. Purtroppo però, come si evince dalla galleria fotografica, i materiali utilizzati per la sua realizzazione sono principalmente vetro e un grande scheletro di acciaio, che non fanno altro che appesantire il tutto. Inoltre, proprio per la scelta di questi materiali, la struttura durante i periodi più caldi potrebbe raggiungere all’interno temperature elevatissime. Come far fronte al caldo dell'estate romana? Purtroppo non abbiamo avuto dati sulla previsione dei consumi energetici per raffreddare la struttura. L’unica informazione certa è che i sistemi di raffreddamento utilizzeranno anche l’acqua proveniente dal laghetto artificiale dell’EUR.

 

Una nuvola leggera ma economicamente pesante. L'intera opera alla fine costerà 415 milioni rispetto ai 272 milioni previsti dalla gara d’appalto. Praticamente più del doppio. Ma di chi sono questi soldi? L'Eur SPA, una società che per il 90% è controllata dal Ministero dell'Economia e delle Finanzementre il rimanente 10% è in mano al Comune di Roma, è l'ente che materialmente si sarebbe dovuto occupare dei lavori del Nuovo Centro Congressi.  Nel bel mezzo di una bufera di debiti, per ultimare i lavori della nuvola di Fuksas, Eur SPA ha deciso di mettere in vendita una parte del suo patrimonio immobiliare, nonché un cospicuo portafoglio di opere monumentali del razionalismo italiano: l'Archivio di Stato, il Museo Pigorini, il Museo delle Arti e tradizioni popolari, il Museo dell'Alto Medioevo. Non dimentichiamo poi che il Palazzo della Civiltà Italiana di Roma, meglio noto come “Colosseo quadrato”, è stato affittato per 15 anni alla casa di moda Fendi, di proprietà del gruppo LVMH. Eur SPA è anche finita nel mirino dell'inchiesta di Mafia Capitale: recentemente Clelia Logorelli, 50 anni, dirigente del Settore verde di Eur Spa, è stata accusata di corruzione e per questo finita ai domiciliari.

 

Insomma, una città come Roma, che non ha nemmeno i soldi per far funzionare i mezzi di trasporto pubblici, si può permettere di pagare tutti questi soldi per un progetto? I lavori del Nuovo Centro Congressi proseguono, ma senza l'arkistar Fuksas che nel frattempo è stato licenziato, e dovrebbero terminare a fine giugno 2016. L'apertura dell'opera milionaria si prevede invece per l’inizio del 2017.

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

Eureka Roma 2018. La scienza e la cultura si danno appuntamento nel X Municipio
Tanti laboratori e conferenze per conoscere e apprezzare di più il “municipio del mare”

MUNICIPIO EVENTI | 17-04-2018

Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale
I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a rialzare la testa

SPORT | 13-04-2018

Responsive image

Europa League: per la Lazio la settimana decisiva della stagione passa per Salisburgo
I biancocelesti predicano concentrazione per conquistare la semifinale di Europa League

SPORT | 12-04-2018

Responsive image

Responsive image

Donne e scarpe, un amore vero che costa caro
Secondo l'Eurostat, nel 2013 le donne avrebbero impiegato il 51% del totale della propria spesa nell'acquisto di scarpe

CRONACA | 17-10-2017

Responsive image

Roma: notti violente all'Eur. I casi che hanno preceduto quello di venerdì notte
Ci si interroga sulla questione sicurezza

CRONACA | 08-10-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia