Attentati Parigi. Al concerto degli Eagles of Death Metal sono arrivate le aquile del terrore Tra gli attentati di questa notte, il terrorismo è entrato nella sala concerti del Bataclan, trasformato in carneficina - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

14-11-2015

Attentati Parigi. Al concerto degli Eagles of Death Metal sono arrivate le aquile del terrore

Tra gli attentati di questa notte, il terrorismo è entrato nella sala concerti del Bataclan, trasformato in carneficina


Responsive image

Parigi, 13 novembre 2015. Una serata rock, una serata diversa per chi aveva scelto di incontrarsi nella storica sala concerti del Bataclan di Parigi, nell’XI arrondissement. Sul palco a esibirsi il gruppo americano degli Eagles of Death Metal. Ma, neanche a chiamarle, le aquile della morte sono arrivate davvero: un bilancio provvisorio parla di un centinaio di morti, ma numerosissimi sono gli spettatori rimasti gravemente feriti.

La lunga notte di Parigi è stata spezzata da più attentati contemporaneamente. Quattro terroristi sono entrati al Bataclan. Le aquile rock sono riuscite a volare via e a mettersi in salvo, ma quelle del terrore hanno fatto strage su chi è rimasto.

 

I terroristi hanno sparato all’impazzata. Hanno fatto irruzione nel Bataclan e hanno interrotto il concerto a colpi di kalashnikov, sparando in tutte le direzioni. Panico, morte. «La colpa è di Hollande. Il vostro presidente non avrebbe dovuto intervenire in Siria»: questo avrebbero urlato i terroristi, stando alla testimonianza di un sopravvissuto. A risuonare nella sala, poi, il consueto grido: «Allah è grande».

Insieme agli Eagles of Death Metal, molti dei presenti sono riusciti a scappare e a mettersi in salvo. Ma un centinaio di loro sono rimasti bloccati nella sala del Bataclan, ostaggi del terrore.

La polizia ha poi fatto irruzione nella sala concerti, uccidendo tre delle quattro aquile del terrore. Una di loro è stata arrestata, chiusa in gabbia.

 

Il Bataclan aveva da tempo deciso di “diventare Charlie”. Sull’insegna del locale, infatti, era chiara la denuncia rappresentata dalla scritta “Je suis Charlie”. Il Bataclan è cento volte Charlie Hebdo. È Charlie Hebdo moltiplicato per i cento ragazzi che sono stati presi in ostaggio e poi ammazzati ad uno ad uno, fino al blitz della polizia, che ha salvato i pochi rimasti ancora in vita.  

di Vittoria Montesano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Cellula terroristica a Olbia. Dall'Italia finanziamenti al gruppo al Nursa
Flussi di denaro verso la Siria: scoperta rete di transizioni illegali da milioni di euro

CRONACA | 11-05-2018

Responsive image

Dal Bataclan a Sanremo: la risposta al terrorismo di 'Non mi avete fatto niente'
L'inedito di Moro e Meta vince il Festival della musica italiana

CULTURA | 12-02-2018

Responsive image

Londra, attentato a Theresa May. Trovati con bombe, coltelli e spray al peperoncino
I due terroristi sono stati fermati mentre trasportavano due esplosivi artigianali

ESTERI | 06-12-2017

Responsive image

Bomba nella metro di Londra: arrestato un 18enne a Dover
Per l’attentato a Parsons Green fermato un sospettato: innalzata l'allerta terrorismo

ESTERI | 16-09-2017

Responsive image

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Germania, sparatoria a Costanza. Uomo armato di mitragliatrice fa irruzione in una discoteca
Dopo Amburgo, la sparatoria a Costanza e l'allarme terrorismo a Sydney si riaccende l'incubo attentati

ESTERI | 30-07-2017

Responsive image

Il Qatar resta solo: Egitto, Bahrein, Arabia Saudita ed Emirati Arabi lo isolano 'per terrorismo'
Stop ai rapporti diplomatici da parte dei paesi del Golfo Persico

ESTERI | 05-06-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia