Barcellona - Roma. Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare I giallorossi sbarcano al Camp Nou per incontrare l'armata blugrana nella quinta gara di Champions League. Vincere? Un'impresa che sembra impossibile - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

23-11-2015

Barcellona - Roma. Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare

I giallorossi sbarcano al Camp Nou per incontrare l'armata blugrana nella quinta gara di Champions League. Vincere? Un'impresa che sembra impossibile


Responsive image

Direzione Barcellona. La Roma ha messo piede in terra spagnola alle ore 13.50 di oggi, per affrontare un’impresa titanica, per cercare di segnare contro un’armata apparentemente invincibile, per cercare di bucare la rete della formazione campione d’Europa dell’ex mister giallorosso Luis Enrique, domani 24 novembre alle ore 20.45.

 

 

Il Barcellona. La sfida al Camp Nou, la quinta gara della Champions League, è importante per il Barcellona di Luis Enrique che intende vincere per assicurarsi il primo posto nel girone. L’allenatore, nella conferenza stampa di questa mattina, ha dichiarato di aspettarsi una Roma più aperta rispetto all’andata, in fondo i giallorossi hanno bisogno di punti, devono necessariamente aprirsi. L’idea di una vittoria al Camp Nou, di poter scalare una montagna che sembra invalicabile, dovrebbe spingere gli uomini di Garcia fuori dalla propria area, secondo il tecnico asturiano. Questa mattina, nella seduta di rifinitura del match, la squadra blaugrana ha confermato la presenza sul terreno di gioco di Messi, mentre è ancora in dubbio Mascherano, infortunatosi nel Clasico contro il Real Madrid. Inoltre, tra i pali tornerà Ter Stegen e i catalani potranno contare sulla coppia Suarez Neymar, in gol per 18 volte mentre la Pulce recuperava dall’infortunio.

 

 

La Roma. Garcia si prepara a sfruttare le opportunità che, nonostante la difficoltà della partita con il Barcellona, sicuramente non mancheranno. Lo ha ripetuto più volte durante la conferenza stampa delle 18.30. Evidentemente è un match complicato, le assenze nel club giallorosso son importanti, come quelle di Gervinho e Salah, indisponibile a causa di una lesione capsulo-legamentosa di grado II del compartimento articolare esterno della caviglia destra. Il Barcellona è probabilmente la squadra più forte del mondo, ma una vittoria muterebbe il futuro degli uomini di Garcia. La missione che si prefigge la Roma, con molta umiltà, è quella di sfruttare gli spazi, in previsione di un possesso palla per lo più blugrana durante i 90 minuti di domani sera . Il tecnico motiva i suoi, la richiesta è quella di tentare la perfezione. Sembra una battaglia già persa, ma come si suol dire “la palla è rotonda”. La Roma ha iniziato la seduta di rifinitura in vista dell’incontro di domani, intorno alle ore 19.10. La squadra, dapprima, ha svolto una fase di riscaldamento, poi ha proseguito con un allenamento atletico. Con il gruppo ci sono anche Iturbe e De Rossi, ancora in forse a causa di una contusione alla coscia. Pjanic scenderà in campo e si stringerà vicino a Dzeko.

 

 

L’arbitro. Per dirigere la gara è stato designato Cakir. Fischietto turco tristemente noto al club giallorosso. L’arbitro ha incontrato la Roma in due circostanze: la prima occasione è datata 5 novembre 2014, in cui, nella fase a gironi della Champions League, la Roma venne sconfitta, per 2 a 0, all’Allianz Arena dal Bayer Monaco e poi il 13 marzo scorso, quando i ragazzi di Garcia vennero sconfitti per 3-0 all’Olimpico dalla Fiorentina negli ottavi di finale di Europa League.

 

 

Lo stadio. Saranno circa 3500 i tifosi giallorossi che accompagneranno la loro squadra nello scontro con il Barҫa. Sono previsti tra gli ottantacinque e i novanta mila spettatori al Camp Nou, ma il clima è di tensione. Dopo i fatti del 13 novembre, tristemente noti, aumentano le misure di sicurezza nei grandi eventi sportivi. In aggiunta al protocollo abituale di sicurezza il Barcellona, in un comunicato stampa e in accordo con le forze dell’ordine, ha previsto nuovi accorgimenti per la partita di UEFA Champions League contro l’AS Roma al Camp Nou. Gli accessi allo stadio saranno aperti tre ore prima della partita, e zaini, valigie, marsupi e grandi borse non saranno ammessi dentro l’impianto. L’ingesso sarà consentito solo con biglietto. A partire dalle 14:00 di martedì 24 novembre il museo e il megastore all’interno del Camp Nou saranno chiusi al pubblico. Mentre, a partire dalle ore 8.00 sarà proibito parcheggiare lungo il perimetro dello stadio.

di Chiara Di Nicola
 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia