Francia: Le Pen senza regioni, sconfitto il Front National I risultati mostrano una chiara sconfitta in tutte le regioni per il partito di Marine Le Pen - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

14-12-2015

Francia: Le Pen senza regioni, sconfitto il Front National

I risultati mostrano una chiara sconfitta in tutte le regioni per il partito di Marine Le Pen


Responsive image

Il verdetto è chiaro e netto: sette regioni alla destra, cinque ai socialisti, zero al Front National. Le elezioni regionali in questo 2015 molto difficile per la Francia, da Charlie Hebdo alle stragi del 14-15 novembre, potevano essere le prime a consacrare un presidente di regione del partito di Marine Le Pen e invece il solito secondo turno si è rivelato fatale.

 

Nella lunga storia repubblicana francese c’è sempre stato un tacito accordo fra socialisti e la destra moderata tale per cui se ad un ballottaggio si presentava un candidato del Fn il partito escluso faceva confluire i sui voti verso il partito avversario del Fn rimasto in gioco. È il cosiddetto “fronte repubblicano” che nel 2002 ad esempio ha fatto confluire i voti socialisti verso Chirac. Anche questa volta ha funzionato e il Front National è rimasto a bocca asciutta, con l’ira di Marine dopo la proclamazione dei risultati ha dichiarato guerra al governo, ha ringraziato il coraggio dei suoi elettori e ha proclamato la vera suddivisioni fra mondialisti, come Hollande, Valls e Sarkozy, e nazionalisti come lei e tutto il Fn.

 

Un trionfo non è stato neanche per il fronte moderato, con i socialisti che hanno perso molto ma non troppo, anzi ottenendo più di quanto sperato, e con i moderati repubblicani di Sarkozy che non hanno trionfato come ci si aspettava. L’ex presidente ha molti rivali interni al partito, non ultimo il sindaco di Bordeaux Alain Juppé che ieri ha parlato di una visione di cui necessitano i partiti moderati, contro la visione, che hanno anche se antistorica, i movimenti populisti d’Europa, scadando così i motori per una sfida a Sarko.

 

Verso il 2017 quindi, quando ci saranno di nuovo le presidenziali e a combattersi la vittoria saranno da un lato i socialisti, sempre più legati ai verdi e ai radicali di sinistra, dall’altro i repubblicani, oggi di Sarkozy domani chissà, che invece stringono sempre più forte l’alleanza con i centristi. E poi ci sarà lei: Marine Le Pen, pronta a sfidare i rivali a viso aperto, sperando in una Francia sempre più distrutta da disoccupazione e terrore e cercando di far leva sugli ultimi, in un modo che il partito socialista ha ormai dimenticato ma che il populismo di destra sta sempre più utilizzando, in Francia e in tutta Europa.

di Michelangelo Borri
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Macron: il mondo saluta il nuovo presidente francese
Dai media francesi ai profili social dei politici di tutto il mondo, i messaggi di auguri al leader di En Marche

ESTERI | 08-05-2017

Responsive image

Ballottaggio Macron-Le Pen: domenica al voto tra attacchi hacker, appelli Isis e proteste
Alla vigilia delle elezioni presidenziali francesi un nuovo colpo di scena travolge il candidato di En Marche

ESTERI | 06-05-2017

Responsive image

Le Pen rinnega il Front National. La candidata di destra è una pedina nelle mani dei francesi
I sondaggi danno vincitore Macron e Le Pen corre ai ripari

ESTERI | 26-04-2017

Responsive image

Sarcozy indagato: presunti illeciti nelle elezioni presidenziali del 2012
Indagato come testimone informato sul cosiddetto 'caso Bygmalion'. Ora si complica il suo cammino verso un possibile ritorno all’Eliseo nel 2017

ESTERI | 17-02-2016

Responsive image

Responsive image

Salvini e Le Pen: nella gioia e nel dolore, contro le 'ammucchiate di sinistra'
Il leader del Carroccio commenta l'insuccesso del Front National alle regionali francesi: 'ormai la riscossa delle persone perbene non la ferma più nessuno'

POLITICA | 14-12-2015

Responsive image

Foggia: rifugiati musulmani realizzano presepi, è il simbolo dell'integrazione
Presepi composti da carta riciclata e pasta, un'iniziativa in risposta alle recenti polemiche sul crocifisso e sulle feste natalizie nelle scuole

CRONACA | 11-12-2015

Responsive image

Marine Le Pen. Ecco perché la sua vittoria non è quella di Salvini
Il leader del Carroccio prende il trionfo del Front National in Francia come una vittoria personale. Ma a che punto è la Lega Nord?

POLITICA | 08-12-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia