Salvini e Le Pen: nella gioia e nel dolore, contro le 'ammucchiate di sinistra' Il leader del Carroccio commenta l'insuccesso del Front National alle regionali francesi: 'ormai la riscossa delle persone perbene non la ferma più nessuno' - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

14-12-2015

Salvini e Le Pen: nella gioia e nel dolore, contro le 'ammucchiate di sinistra'

Il leader del Carroccio commenta l'insuccesso del Front National alle regionali francesi: 'ormai la riscossa delle persone perbene non la ferma più nessuno'


Responsive image

Fuoco di paglia? Tutto fumo e niente arrosto? I risultati ottenuti da Marine Le Pen alle regionali francesi deludono chi aveva creduto nella bandiera del Front National. E dunque: sette regioni alla destra, cinque ai socialisti e nemmeno una al Front National, che pure aveva trionfato al primo turno delle elezioni. A soffrire per la sconfitta di Marine Le Pen, in prima fila Matteo Salvini. Ricordiamo il leader della Lega Nord, appena una settimana fa, “ubriacarsi” dei risultati ottenuti dal Front National come se a ottenerli fosse stata la Lega Nord. E poi, dopo i nuovi risultati di ieri, come se anche la sconfitta fosse sua, personale, Salvini ha commentato, nascondendo la delusione: «Hanno dovuto fare un’ammucchiata tutti insieme, sinistra e finta destra, socialisti e repubblicani, banchieri e giornali, contro la Le Pen. Ma ormai la riscossa delle persone perbene non la ferma più nessuno, potranno rallentarla ma non bloccarla: grazie Marine!».  

 

Grazie, Marine. Ma di cosa? Il leader del Carroccio non ci sta, e ricorda un po’ il bambino che non riesce a fare “tana” nel gioco del nascondino e quindi si sente rosicchiarsi il fegato. E se il trionfo di Marine Le Pen era il suo trionfo, la sconfitta del Front National non solo non è la sua sconfitta, ma non è proprio, in generale, una sconfitta. È un passo avanti. Ma senza ammettere l’inciampo nell’ostacolo durante la corsa (o la camminata lenta, insomma).

 

Nella gioia e nel dolore, nella buona e nella cattiva sorte, Salvini ha giurato amore a Marine Le Pen finché morte non li separi, nelle esultanze e nelle avversità, nei trionfi e nelle sconfitte. Sconfitte che, tanto, quando si presentano, vengono mascherate comunque da vittorie. Un’interpretazione tutta personale della disfatta.

Intanto, le altre anime del centrodestra sembrano imparare la lezione: Silvio Berlusconi torna a parlare di «unità» come unico modo per tornare alla ribalta. E si badi bene: la parola chiave è unità. Le ammucchiate invece, quelle giudicate scorrette da Salvini, sono solo di «sinistra e finta destra».

di Vittoria Montesano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato
Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

POLITICA | 31-05-2018

Responsive image

Governo, il secco 'no' di Mattarella fa saltare tutto. Nuove elezioni in vista
Il Presidente della Repubblica ha affidato a Carlo Cottarelli l'incarico di formare un nuovo governo

POLITICA | 28-05-2018

Responsive image

Governo o non Governo, questo è il problema: secondo tentativo per la Casellati
Proseguono le consultazioni. Entro venerdì la Presidente del Senato dovrà riportare la 'situazione governo' a Mattarella

POLITICA | 19-04-2018

Responsive image

Altro che consultazioni: al Quirinale è Berlusconi show
Intanto, nei pressi del Colle, è comparso un murales che ritrae Di Maio, Salvini e Berlusconi

POLITICA | 13-04-2018

Responsive image

Responsive image

Di Maio o Salvini? questo Premier “non s’ha da fare”
Lega e Movimento: sorgono contrasti ma ancora nessun governo

POLITICA | 29-03-2018

Responsive image

Salvini e quel 'gesto di responsabilità' che rischia di far saltare il centrodestra
Un equilibrio giocato sui candidati alla presidenza delle Camere. Convocato per questa mattina un vertice a Palazzo Grazioli

POLITICA | 24-03-2018

Responsive image

Telefonata tra Salvini e Di Maio. Poste le basi per un asse Lega-M5s?
Si cerca l'accordo per l'assegnazione di Camera e Senato dopo l'esito delle elezioni

POLITICA | 15-03-2018



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia