Grecia, unioni civili tra persone dello stesso sesso: approvata la legge 193 voti a favore e 56 contrari, la proposta è ora legge a tutti gli effetti. Vinta l’opposizione della Chiesa ortodossa. Tsipras: “È un giorno importante per i diritti dell’uomo” - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

23-12-2015

Grecia, unioni civili tra persone dello stesso sesso: approvata la legge

193 voti a favore e 56 contrari, la proposta è ora legge a tutti gli effetti. Vinta l’opposizione della Chiesa ortodossa. Tsipras: “È un giorno importante per i diritti dell’uomo”


Responsive image

23 dicembre 2015, una data storica per la Grecia. Proprio nelle prime ore di questa mattina, infatti, il Parlamento ha votato legalizzando le unioni civili tra persone dello stesso sesso. 193 i voti favorevoli, mentre 56 sono stati quelli contrari alla proposta di legge avanzata diversi mesi fa dal governo di Alexis Tsipras. L’appoggio è arrivato in gran parte dalla maggioranza che governa il paese, ma anche da alcuni deputati del partito di destra Greci Indipendenti e di Nuova Democrazia, formazione di centrodestra. Si sono espressi in modo contrario, invece, i nazionalisti di Anel. L’attesa legge sulle unioni civili entrerà in vigore, dunque, il prossimo anno, subito dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

 

La legge non fa altro che equiparare i matrimoni tra eterosessuali alle unioni tra persone dello stesso sesso e garantisce a questi ultimi uguali diritti davanti alla legge; ad esempio in materia di eredità, assistenza sanitaria e reversibilità pensionistica. Nonostante non consenta ancora la possibilità per le coppie gay di procedere con l’adozione di bambini, la legge è un grande passo avanti per l’intera società greca. Appena due anni fa, infatti, il paese era stato pesantemente sanzionato dalla Corte Europea per i Diritti Umani e accusato di discriminazione nei confronti degli omosessuali.

 

Grande soddisfazione per l’approvazione della legge è stata palesata dal premier greco Tsipras, il quale ha dichiarato: “È un giorno importante per i diritti dell'uomo. Questo voto mette fine a un periodo di arretratezza e vergogna per la Grecia. Invece che festeggiare – ha aggiunto Tsipras – dovremmo chiedere scusa a centinaia di migliaia di cittadini a cui sono stati negati i loro diritti in tutti questi anni”. Alla legalizzazione nel paese delle unioni tra persone dello stesso sesso, si è strenuamente opposta la Chiesa ortodossa tanto che, nel 2008, erano stati celebrati due matrimoni tra omosessuali i quali, proprio a causa delle pressioni derivanti dall’ambiente religioso, erano stati annullati dal tribunale.

 

Soddisfazione per questo importante passo compiuto è emersa anche attraverso un comunicato di Amnesty International che, tuttavia, ha sottolineato come gli omosessuali continuino a vivere in Grecia in un clima ostile senza essere adeguatamente difesi dalle autorità. Anche i movimenti per i diritti LGBTI hanno manifestato delle perplessità considerando che la nuova legge non garantisce ancora un diritto sacrosanto per una coppia che si ama: quello di poter adottare un bambino. Su fronte italiano, si è espresso il presidente di Equality Italia (l’associazione italiana per i diritti civili) Aurelio Mancuso: “Con il voto di oggi la Grecia esce dalla lista dei Paesi europei dove non sono riconosciuti i diritti delle coppie omosessuali (Italia, Cipro, Lituania, Lettonia, Polonia, Slovacchia, Bulgaria e Romania), mentre l'Italia continua a essere nell'elenco. Speriamo che dopo il dono natalizio di Tsipras il nostro premier si impegni, come avviene per altre proposte di legge, a far approvare il testo delle unioni civili, che approderà il 26 gennaio nell'aula del Senato, per Pasqua, o perlomeno per il Corpus Domini. Il testo proposto è un primo timido passo verso il riconoscimento pieno della cittadinanza Lgbt e il Pd ha la responsabilità di preservarlo nella sua interezza”.

di Chiara Ciripicchio
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Un anno di unioni civili in Italia
Ad oggi, le coppie che si sono unite civilmente sono 2.802

POLITICA | 11-05-2017

Responsive image

Unioni civili, oggi spose: nozze tra due ex suore
La polemica sui matrimoni gay è ancora accesa

CRONACA | 28-09-2016

Responsive image

Lentamente muore il matrimonio religioso: stop dal 2031
Secondo l'indagine Censis 'Non mi sposo più', i matrimoni sono in calo

CRONACA | 08-07-2016

Responsive image

Unioni civili, Alfano le boicotta e non firma il decreto
Le coppie gay restano in attesa del vademecum del ministero, ma Alfano rimanda

POLITICA | 06-07-2016

Responsive image

Responsive image

Roma. Gay Pride 2016: 'chi non si accontenta lotta'
La manifestazione, a cavallo delle elezioni, punta sulle unioni civili e la lotta all'omofobia

CRONACA | 11-06-2016

Responsive image

Unioni civili, l'ipotesi referendum
Il centrodestra si organizza. Il presidente del Consiglio intanto rivendica l'approccio laico del governo

POLITICA | 13-05-2016

Responsive image

Unioni civili: promessa mantenuta?
Matteo Renzi: 'È legge. Punto'. Il centrodestra deciso per il referendum abrogativo

POLITICA | 11-05-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia