Attentati di Parigi: coordinati da Bruxelles Il ritrovamento di un cellulare nei pressi del Bataclan dimostra uno scambio di messaggi fra il commando dei terroristi che agirono a Parigi e un ignoto interlocutore a Bruxelles che li pilotava. Intanto la polizia belga ha effettuato il decimo arresto nell’ambito dell’inchieste svolte per le stragi di Parigi - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

31-12-2015

Attentati di Parigi: coordinati da Bruxelles

Il ritrovamento di un cellulare nei pressi del Bataclan dimostra uno scambio di messaggi fra il commando dei terroristi che agirono a Parigi e un ignoto interlocutore a Bruxelles che li pilotava. Intanto la polizia belga ha effettuato il decimo arresto nell’ambito dell’inchieste svolte per le stragi di Parigi


Responsive image

Bruxelles si conferma sempre più cabina di regia del terrorismo islamico. Un sms inviato da Parigi alla capitale belga alle 21,42 del 13 novembre scorso annuncia l’inizio del massacro. È quanto scrive il quotidiano parigino Le Monde, rivelando l’esito degli esami condotti dagli inquirenti sul telefonino Samsung rinvenuto dalla polizia in un cestino dei rifiuti, dopo gli attentati, nelle vicinanze del Bataclan. Destinatario un interlocutore di Bruxelles su una linea attivata alle 22,24 del 12 Novembre e disattivata subito dopo quel messaggio. In quasi ventiquattro ore il cellulare belga ha scambiato 25 messaggi.

 

"Siamo partiti, cominciamo". È il messaggio che giunge al tuttora ignoto interlocutore nella capitale belga, due minuti dopo che una Polo nera ha scaricato alle 21.40 i tre terroristi kamikaze del commando davanti al Bataclan, dove oltre 1500 giovani seguivano il concerto degli Eagles of Death Metal. Il quotidiano francese rivela anche l'esistenza di un secondo numero belga in contatto la sera del 13 novembre con Abdelhamid Abaaoud, considerato il coordinatore degli attentati e rimasto poi ucciso in occasione del blitz delle forze speciali francesi a Saint-Denis. Secondo gli inquirenti, anche i terroristi che hanno agito allo Stade de France e nei caffè erano in collegamento fra di loro. L’evidenza dell’inchiesta è che i commando in azione il 13 novembre "sono stati pilotati in tempo reale dal Belgio", attraverso un "triplo coordinamento" che ha consentito a qualcuno di organizzare le azioni a distanza.

 

Mentre tutto ciò accade, la polizia belga ha avviato un'indagine interna in merito ad una presunta orgia, tenutasi nei giorni di massima allerta, cui avrebbero partecipato due poliziotte e otto militari nel commissariato di polizia di Ganshoren, vicino a Molenbeek, teatro di numerosi raid antiterrorismo nei giorni immediatamente successivi agli attentati di Parigi. I militari facevano parte del contingente che per due settimane è stato ospitato nel commissariato, per ridurre i tempi di spostamento. Il portavoce della polizia Johan Berckmans ha dichiarato al giornale belga La Derniere Heure, che "quando se ne sono andati hanno organizzato un piccolo party per ringraziare la polizia della zona". Ha poi aggiunto che è stata aperta un'indagine per scoprire cosa sia successo esattamente. Intanto giunge notizia che proprio in queste ore la polizia belga ha effettuato un decimo arresto nell’ambito dell’inchieste svolte per le stragi di Parigi.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

'La mia casa è il Bataclan' riapre lo storico locale: siamo pronti a ripartire per Parigi?
La Francia ricorda gli attacchi del 13 novembre dopo un anno di sangue e crisi del turismo

ESTERI | 12-11-2016

Responsive image

Attentati di Parigi e di Bruxelles: la mente delle stragi ha un volto
Intanto il Governo francese inizia a risarcire le prime vittime degli attentati

ESTERI | 08-11-2016

Responsive image

Euro 2016: scontri tra tifosi a Marsiglia e nuove misure di sicurezza
Create aree per i tifosi ma per gli addetti alla sicurezza sono 10 'Bataclan' all’aperto che aumentano il rischio di azioni terroristiche

SPORT | 10-06-2016

Responsive image

Attentati di Parigi: estradato in Francia Salah Abdeslam
‘Vuole spiegarsi al più presto’ annuncia il suo nuovo legale. Intanto, nuove testimonianze documentano come gli attentati di Parigi fossero prevedibilissimi

ESTERI | 27-04-2016

Responsive image

Responsive image

Arrestato Mohamed Abrini, il super ricercato per gli attentati di Parigi
Abrini potrebbe essere l'uomo col cappello che le telecamere dell'aeroporto di Zaventam filmarono in compagnia dei fratelli El Bakraoui

ESTERI | 08-04-2016

Responsive image

Attentati Bruxelles incompiuti. Il modello era Parigi
Salah Abdeslam e altri terroristi dovevano sparare sulla gente. Intanto sventato attentato a Parigi

ESTERI | 25-03-2016

Responsive image

Attentati di Parigi: dopo Salah, identificato un complice. È caccia al terrorista
Tracce del suo dna anche sul materiale esplosivo utilizzato per gli attacchi del 13 novembre

ESTERI | 22-03-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia