Mattarella: primo discorso di fine anno del Presidente Mattarella parla agli italiani di lavoro, economia, immigrazione e terrorismo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

01-01-2016

Mattarella: primo discorso di fine anno del Presidente

Mattarella parla agli italiani di lavoro, economia, immigrazione e terrorismo


Responsive image

Chiarezza, trasparenza e sincerità. Durante il suo primo discorso di fine anno, il Presidente Sergio Mattarella ha voluto seguire questo semplice schema. Il discorso, durato poco meno di venti minuti, ha toccato molti temi attuali, temi su cui l’Italia si è focalizzata nel 2015 e su cui continuerà a lavorare nel 2016. Giovani e precari, Mezzogiorno d’Italia, economia, inquinamento, terrorismo e immigrazione. Discorso talmente ben strutturato da non aver bisogno di slide per risultare più convincente, oppure di dover individuare i “cattivi” della situazione. Per Mattarella niente scrivanie presidenziali, il Presidente ha optato per un profilo più basso, tenendo il discorso di fine anno dal salotto del suo appartamento al Quirinale. Sembra chiaro che Mattarella ha preferito toni più rilassati e meno formali per arrivare nelle case e nel cuore degli italiani. E ci è riuscito.

 

GIOVANI E PRECARI 

“Il lavoro manca ancora a troppi dei nostri giovani. Sono giovani, si sono preparati, hanno studiato, posseggono talenti e capacità e vorrebbero contribuire alla crescita del nostro paese. ma non possono programmare il proprio futuro con la serenità necessaria.” Prosegue pensando alle famiglie italiane: “accanto a loro penso a tante persone, quarantenni e cinquantenni che il lavoro lo hanno perduto, che faticano a trovarne un altro e che vivono con la preoccupazione dell’avvenire della propria famiglia”.

 

SUD ITALIA 

“Si tratta di una questione nazionale. Senza una crescita del Meridione, l’intero paese resterà indietro” sostiene il Presidente e  poi aggiunge: “le disuguaglianze rendono più fragile l’economia e le discriminazioni aumentano le sofferenze di chi è in difficoltà”.

 

ECONOMIA

“La condizione economica dell’Italia va migliorando: questo va sottolineato. Anche le prospettive sembrano favorevoli.” Poi parla di evasione fiscale: “un elemento che ostacola le prospettive di crescita è rappresentato dall’evasione fiscale, (…) secondo un recente studio di Confindustria, nel 2015 l’evasione fiscale e contributiva in Italia ammonta a 122 miliardi di euro. 122 miliardi. Vuol dire 7 punti e mezzo di PIL”.

 

INQUINAMENTO

“In questi giorni avvertiamo allarme per l’inquinamento, specialmente nelle grandi città. Il problema dell’ambiente, che a molti e a lungo è apparso soltanto teorico, oggi si rivela concreto e centrale.(…)Dobbiamo avere maggior cura dei nostri territori”. Il presidente poi parla anche dei trasporti pubblici: ”L’impegno delle istituzioni, nazionali e locali deve essere in questo campo sempre maggiore. Un esempio: si può chiedere ai cittadini di limitare l’uso delle auto private, ma, naturalmente, il trasporto pubblico deve essere efficiente”. 

 

TERRORISMO

Il terrorismo ci vuole impaurire e condizionare. Non glielo permetteremo. Difenderemo le conquiste della nostra civiltà e la libertà delle nostre scelte di vita. Con questo spirito abbiamo sentito, tutti, su di noi la sofferenza dei parenti delle vittime di Parigi e ci siamo stretti intorno alla famiglia di Valeria Solesin. Le nostre Forze di polizia e i nostri servizi di sicurezza stanno agendo con serietà e con competenza per difendere la tranquillità della nostra vita. Il pericolo esiste ma si sta operando con grande impegno per prevenirlo”.

 

IMMIGRAZIONE

”Il fenomeno migratorio nasce da cause mondiali e durerà a lungo. Non ci si può illudere di rimuoverlo, ma si può governare. E si deve governare. (…)Occorrono regole comuni per distinguere chi fugge da guerre o persecuzioni e ha, quindi, diritto all’asilo, e altri migranti che vanno invece rimpatriati, sempre assicurando loro un trattamento dignitoso.(…)Chi è in Italia deve rispettare le leggi e la cultura del nostro Paese. Deve essere aiutato ad apprendere la nostra lingua, che è un veicolo decisivo di integrazione”. Continua sostenendo:“Larghissima parte degli immigrati rispetta le nostre leggi, lavora onestamente e con impegno, contribuisce al nostro benessere e contribuisce anche al nostro sistema previdenziale, versando alle casse dello Stato più di quanto ne riceva. Quegli immigrati che, invece, commettono reati devono essere fermati e puniti, come del resto avviene per gli italiani che delinquono. Quelli che sono pericolosi vanno espulsi.” 

 

Il Presidente ha concluso con un pensiero rivolto ai bambini nati nel 2015 che “hanno portato gioia nelle loro famiglie e recano speranza per il futuro della nostra Italia”, poi ha augurato a tutti un buon 2016.

 
di Roberta Camera
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Governo, il secco 'no' di Mattarella fa saltare tutto. Nuove elezioni in vista
Il Presidente della Repubblica ha affidato a Carlo Cottarelli l'incarico di formare un nuovo governo

POLITICA | 28-05-2018

Responsive image

Conte premier: ecco come si sono espressi Grillo e Renzi sul nuovo capo del Governo
Nei prossimi giorni Conte incontrerà Mattarella per sciogliere la riserva

POLITICA | 24-05-2018

Responsive image

Paolo Gentiloni chi?
Il profilo semisconosciuto del nuovo premier: da militante del Movimento studentesco anni ’70 a premier

POLITICA | 11-12-2016

Responsive image

Castelporziano apre i battenti: la tenuta presidenziale diventa di tutti
Con più di 6.000 ettari, 1.000 specie vegetali e 3.000 animali, la riserva naturale sarà visitabile dal 20 settembre

MUNICIPIO EVENTI | 09-09-2016

Responsive image

Responsive image

Terremoto, oggi lutto nazionale: funerali ad Ascoli Piceno, presente Matterella
Il punto della situazione nella giornata di oggi

POLITICA | 27-08-2016

Responsive image

Strage Nizza, le salme di 4 italiani tornano in Italia
Intanto in Francia Libération fa scoppiare la polemica sulla sicurezza

ESTERI | 21-07-2016

Responsive image

Renzi da Mattarella, probabile rinvio del referendum di riforma costituzionale
E si va facendo strada anche l'ipotesi dello spacchettamento

POLITICA | 08-07-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia