Caso Cucchi. Un carabiniere coinvolto nel 'violentissimo pestaggio' di Stefano ha un volto Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, ha pubblicato la foto che ritrae l'uomo. Immediata la reazione dei social - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

04-01-2016

Caso Cucchi. Un carabiniere coinvolto nel 'violentissimo pestaggio' di Stefano ha un volto

Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, ha pubblicato la foto che ritrae l'uomo. Immediata la reazione dei social


Responsive image

Caso Cucchi. Chi ha ucciso Stefano Cucchi non ha solo un nome, ma ora chi ha inferito sul suo gracile corpo nella notte del 15 ottobre del 2009, ha anche un volto. A  renderlo pubblico nel pomeriggio di ieri, 3 gennaio, è stata Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano che da anni si batte per la giustizia del fratello. La donna ha postato sulla sua pagina Facebook una foto che ritrae uno dei carabinieri coinvolti nel “violentissimo pestaggio” del giovane. L’uomo aveva pubblicato la sua foto su un social network.  Un corpo muscoloso, possente, un petto nudo, che appare come un ossimoro se paragonato all’esile corpo di Stefano.  «Volevo farmi del male, volevo vedere le facce di coloro che si sono vantati di aver pestato mio fratello, coloro che si sono divertiti a farlo. Le facce di coloro che lo hanno ucciso» sono queste le parole di Ilaria Cucchi che accompagnano la foto del carabiniere.

 

Immediata la reazione del social, innumerevoli i commenti pubblicati, alcuni a sostegno di Ilaria e della famiglia di Stefano e altri colmi di risentimento, rabbia e violenza che vengono contestati da Ilaria stessa. «Noi crediamo alla giustizia e non rispondiamo alla violenza con la violenza» scrive così la sorella di Stefano per placare i toni divenuti troppo accesi. Perché pubblicare la foto del carabiniere? La risposta arriva direttamente dalle parole della donna «Far capire la fisicità e la mentalità dell’uomo». Una foto ritenuta “perfettamente coerente” con l’atteggiamento tenuto dagli uomini dell’arma accusati del "violentissimo pestaggio" di Stefano, e con le intercettazioni rese pubbliche recentemente in cui si può ascoltare il dialogo condotto dagli uomini, e un’altra tra il carabiniere Raffaele D’Alessandro e la sua ex moglie. «Hai raccontato della perquisizione, hai raccontato di quando vi eravate divertiti a picchiare quel drogato di merda» sono state queste le parole della donna rivolte all’ex marito.

 

Vedere ora il volto sorridente del carabiniere nella foto e pensare all’affermazione “vi eravate divertiti” genera un senso di rabbia in alcuni  e accresce il desiderio di giustizia in altri, come nella sorella di Stefano che combatte nella ricerca della verità dal giorno in cui il giovane è morto. Nelle ultime parole del commento di Ilaria Cucchi alla fotografia si legge «Ora la foto è stata tolta dalla pagina. Si vergogna? Fa bene». 

di Giulia Morici
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Caso Cucchi. Sindacato di polizia su Twitter: ‘Il killer di Istanbul ha subìto percosse. Li denunciamo?’
Il commento è apparso ieri sulla pagina Twitter del Coisp

CRONACA | 18-01-2017

Responsive image

Caso Cucchi, carabinieri accusati di omicidio, calunnia e falso
Ilaria Cucchi manifesta la sua speranza sulla propria pagina Facebook

CRONACA | 17-01-2017

Responsive image

Caso Cucchi: Stefano morto per epilessia?
'Raffreddo gli entusiasmi' scrive Ilaria Cucchi commentando la nuova perizia

CRONACA | 04-10-2016

Responsive image

Stefano Cucchi, un'altra assoluzione per i medici del Pertini
Ilaria Cucchi pubblica una foto del cadavere del fratello

CRONACA | 18-07-2016

Responsive image

Responsive image

L'ardua Cordonata capitolina
Elezioni Roma: dopo Razzi, tra i candidati spunta anche il nome di Ilaria Cucchi

POLITICA | 03-04-2016

Responsive image

'Malapolizia', storie di sommersi e salvati al Parlamento europeo
Oggi ricade la ricorrenza della Giornata internazionale contro la violenza poliziesca

CRONACA | 15-03-2016

Responsive image

Federico Aldrovandi: ridotto l'importo del risarcimento dovuto dagli agenti di polizia che uccisero il ragazzo
Patrizia Moretti, la mamma di Federico, dimostra solidarietà per Ilaria Cucchi e Lucia Uva, le donne che hanno pubblicato la foto degli agenti responsabili della morte dei fratelli. 'Con l'esperienza di oggi lo farei anch'io'

CRONACA | 07-01-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia