Gli italiani convertiti all'Islam: quali sono i motivi? Il convertito italiano è una figura poco conosciuta: ci sono i praticanti, i non praticanti e c'è chi si è convertito per sposarsi. Eurispes ci informa che i matrimoni misti sono in aumento - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

12-01-2016

Gli italiani convertiti all'Islam: quali sono i motivi?

Il convertito italiano è una figura poco conosciuta: ci sono i praticanti, i non praticanti e c'è chi si è convertito per sposarsi. Eurispes ci informa che i matrimoni misti sono in aumento


Responsive image

Dopo gli attentati di Parigi, il problema della sicurezza nazionale sta prendendo sempre più spazio nel dibattito pubblico. È ormai chiaro che nell'Isis militano sempre più terroristi “della porta accanto”: giovani che sono figli dell'Europa, perché è qui che sono nati e cresciuti, sposando poi l'ala dell’estremismo religioso. Il punto, però, è che l'Islam non è sinonimo di Isis e, di fatto, molte persone decidono di convertirsi a questa religione monoteista; non mancano le donne. Parliamo di persone normali, di ogni  età ed estrazione sociale che, in qualche caso, hanno ricevuto un’educazione cattolica, ma a un certo punto della loro vita, però, hanno deciso di abbracciare l’Islam; fenomeno sempre più diffuso anche in Italia. La domanda che dobbiamo porci è la seguente: quali sono le ragioni che spingono alcune persone a convertirsi all’Islam?

 

«L’Europa oggi vive in uno stato di materialismo diffuso o di pseudo religiosità laica. Un umanità decaduta distaccandosi da Dio». Spiega il bergamasco Paolo Jafar Rada a La Stampa. Molti dei convertiti all'Islam attraversano una crisi personale o un momento difficile nella vita, come un lutto o un divorzio. C'è poi da dire che la cultura cattolica in Italia oggi è meno forte rispetto al passato e la laicità ha lasciato un vuoto di spiritualità, che  alcuni colmano con altre fedi religiose. Molti, quando si convertono, scelgono un nome della tradizione musulmana e lo aggiungono al proprio; così parla Asmaa P., italiana di orgine a La Stampa: «Fu in quel momento che la mia curiosità si accese verso quella religione. Volevo capire cosa c'era di cattivo. Dopo due anni di studi e di ricerche abbracciai l'Islam, io e anche mio marito». 

 

Il convertito italiano è spesso una figura poco conosciuta: ci sono i praticanti e i non praticanti, c'è chi si è convertito per sposarsi o per seguire il proprio partner, chi invece non si è più riconosciuto nella Chiesa cattolica e chi ha abbracciato la nuova religione per un bisogno di spiritualità. I motivi possono essere molteplici, più o meno validi, ma musulmano non è sinonimo di jihadista o terrorista. Resta il fatto che non sappiamo quanti siano con certezza gli italiani convertiti all'Islam. Le stime del 2012 dell'Unione delle Comunità Islamiche d'Italia (Ucoii), una tra le organizzazioni più attive nel paese, parlavano di circa 70mila, numero che sarebbe aumento a un ritmo di 4mila nuovi cittadini ogni anno.

 

C'è poi da considerare il fatto che il numero di matrimoni misti, celebrati ogni anno, sta aumentando: l’Eurispes ha stimato che dal 1996 al 2012 in Italia il numero dei matrimoni misti è più che raddoppiato, passando da 9.875 a 20.764 unità. Nonostante ciò, il nostro paese dal confronto europeo rimane sempre in una posizione marginale: l’Italia è solo al 22° posto nella classifica europea per diffusione di matrimoni misti. In testa alla graduatoria si trovano Svizzera, Lettonia e Lussemburgo, agli ultimi posti si collocano Polonia, Bulgaria e Romania.

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

Cura del viso: tutti sui sieri

SALUTE | 23-03-2021

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato
Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del Covid-19

CULTURA | 02-10-2020


Responsive image





CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia