Un doodle ‘piccante’ dedicato a Scoville: per lui peperoncini e un gioco divertente È stato il chimico che per primo misurò il grado di piccantezza dei peperoncini e oggi Google vuole celebrarlo con un doodle dall’aroma - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SCIENZE E TECNOLOGIA

 

22-01-2016

Un doodle ‘piccante’ dedicato a Scoville: per lui peperoncini e un gioco divertente

È stato il chimico che per primo misurò il grado di piccantezza dei peperoncini e oggi Google vuole celebrarlo con un doodle dall’aroma


Responsive image

Stamattina Google omaggia gli internauti con un doodle dal gusto decisamente piccante. Infatti lo “scarabocchio” (è questo uno dei significati della parola inglese) di oggi è dedicato al chimico statunitense Wilbur Scoville che, nel 1912, realizzò il primo test di misurazione della piccantezza dei peperoncini attraverso una scala che porta il suo nome: Scoville. La Scala Scoville calcola la quantità di capsaicina presente nei peperoncini e, tramite l’unità di misura Shu (Scoville Heat Unite) si è in grado di misurare la quantità di questa sostanza che stimola i recettori del caldo e ci fa sentire quella sensazione di bruciore quando il peperoncino è troppo piccante.

 

Il test organolettico di Scoville Sot (Scoville Organoleptic Test) prevedeva originariamente la diluizione dell’estratto di peperoncino in acqua e zucchero, così da non sentire il bruciore della sostanza, il grado di diluizione della capsaicina – posto arbitrariamente dal chimico a 16.000.000 per la capsaicina pura - dava il valore di piccantezza in unità di Scoville. Si stima che il peperoncino più piccante sia il Carolina Reaper con 2.200.000 Shu, piccantezza che gli è valso nel 2013 l’entrata nel Guinness dei Primati. Con questa scala è possibile misurare anche il grado di piccantezza dello spray al peperoncino che, ora capiamo perché sia usato come arma da difesa, può arrivare a ben 5.300.000.

 

Google, però, non si è limitato solo ad abbellire le lettere che compongono la sigla con fiammanti peperoncini rossi e la figura del chimico in primo piano. Il team di grafici e programmatori Google, sotto la supervisione del grafico Olivia Huynh, ha sviluppato un vero e proprio gioco interattivo in cui un gelato e un cartone di latte provano a sconfiggere i peperoncini piccanti in una sfida all’ultimo tiro di palline di gelato. Così si parte dal meno temibile peperoncino Jalapeno fino ad arrivare allo spietato Scorpione di Trinidad. Chi avrà la meglio?     

di Clara Pellegrino
 







Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia