L’Europol rende noti i piani dell’Isis: attaccheranno su larga scala in Europa Dati allarmanti sotto la lente d’ingrandimento dell’Europol che ha sviluppato l’ identikit del terrorista tipo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

25-01-2016

L’Europol rende noti i piani dell’Isis: attaccheranno su larga scala in Europa

Dati allarmanti sotto la lente d’ingrandimento dell’Europol che ha sviluppato l’ identikit del terrorista tipo


Responsive image

Al consiglio informale che si è tenuto oggi ad Amsterdam, insieme ai ministri degli Interni Ue ha presieduto anche l’Europol, l’agenzia finalizzata alla lotta al crimine dell’Unione Europea, che ha reso noti i dati allarmanti circa la possibilità di nuovi attacchi terroristici in Europa e soprattutto in Francia, ancora bersaglio per eccellenza dei seguaci del Califfato. “Sappiamo che hanno una forte capacità di mettere a segno attentati su larga scala” ha dichiarato il direttore dell’Europol Rob Wainwright durante il summit. Una voce autorevole che rende ancora più concrete le minacce comparse nell’ultimo video che ritrae gli otto terroristi della strage al Bataclan.

 

L'Europa si trova di fronte alla minaccia terroristica più significativa degli ultimi 10 anni e oltre. Gli attacchi di Parigi del 13 novembre indicano un passaggio verso una chiara dimensione internazionale del sedicente Stato islamico. Questo, assieme al crescente numero di combattenti stranieri rappresenta una nuova sfida per gli Stati europei. Nella scelta degli obiettivi, i comandanti locali dell'Isis godono della liberta tattica di adattare i piani alle circostanze locali, rendendone difficile la prevenzione”. Infatti lo stile di aggressione dei terroristi si sta affinando sempre di più con tecniche e operazioni che colgono la vittima impreparata, come la costituzione di “un commando di azione esterna addestrato per attacchi stile forze speciali nello scenario internazionale”. Tra questi, nel rapporto si parla di attacchi simultanei  “nello stile Mumbai” che hanno come bersaglio gli stati europei e soprattutto la Francia. La strategia sarebbe quella di colpire obiettivi “soft”, cioè luoghi di aggregazione comuni per il forte impatto che questi provocano sulle masse.

 

 

Quello che rende tutto ancora più preoccupante sono i dati resi noti dall’Europol circa le persone che si arruolano o comunque subiscono più facilmente il fascino dell’Isis; questi numeri confermano quello che già si immaginava ma vederli scritti nero su bianco fa pensare. “A una significativa porzione dei foreign fighter che si arruolano, al 20%  sono stati diagnosticati problemi mentali prima di entrare nell’Isis” e circa l’80% dei reclutati nelle fila dello Stato Islamico hanno precedenti penali. Sarebbero proprio le carceri il terreno fertile della propaganda jihadista, come testimonia l’esperienza del terrorista Amedy Coulibaly che ha iniziato il suo percorso di radicalizzazione proprio in un carcere francese grazie all’opera di proselitismo attuata dall’ex esponente della brigata islamica integralista algerina, Djamel Beghal. Esperienza che ha portato la Francia a munirsi di sezioni carcerarie speciali e corsi anti-jihad. Un altro elemento che fa pensare è come l’Isis sia stato capace di porre le sue basi logistiche anche in Europa. Nel documento si legge: “oltre ai campi di addestramento in Siria esistono anche campi di addestramento più piccoli in paesi Ue e dei Balcani” dove vengono preparati i futuri terroristi per poi spedirli nei paesi di guerra. Ci sono poi luoghi dove si addestrano i combattenti alla sopravvivenza e alla resistenza agli interrogatori attraverso attività sportive speciali.  

di Clara Pellegrino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017

Responsive image

Comincia il Ramadan, ma l’Isis non ci lascia a digiuno dal terrore
E dall'America un giornalista musulmano insegna il galateo del Ramadan

CULTURA | 27-05-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia