Europol: nasce il sito con la lista dei criminali più ricercati d’Europa Da Salah Abdeslam a Matteo Messina Denaro, quarantacinque foto con relative schede su un’unica piattaforma che ha lo scopo di coordinare il lavoro delle polizie europee e di ottenere la massima collaborazione da parte dei cittadini. Chiunque potrà inviare segnalazioni - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

30-01-2016

Europol: nasce il sito con la lista dei criminali più ricercati d’Europa

Da Salah Abdeslam a Matteo Messina Denaro, quarantacinque foto con relative schede su un’unica piattaforma che ha lo scopo di coordinare il lavoro delle polizie europee e di ottenere la massima collaborazione da parte dei cittadini. Chiunque potrà inviare segnalazioni


Responsive image

Quarantacinque foto per imprimere negli occhi di tutti i cittadini dell'Ue i volti dei latitanti più ricercati d’Europa. Terroristi, mafiosi, spietati assassini, trafficanti di droga e rapinatori. Alcuni visi sono già noti, mentre altri lo diverranno presto perché le loro foto in primo piano compaiono sul sito web lanciato ieri mattina da Europol, ricalcando un’iniziativa già in uso da diversi anni negli Stati Uniti. Sul sito www.eumostwanted.eu, disponibile in diciassette lingue della Ue tranne l’italiano, ogni Paese avrà infatti la possibilità di pubblicare un certo numero di nominativi in base alle priorità esistenti. Le schede verranno aggiornate regolarmente.

 

Al momento, le foto segnaletiche sono quarantacinque. Tra queste, in cima alla “lista nera”, non potevano mancare quelle del super ricercato Salah Abdeslam e del suo complice Mohamed Abrini, i due terroristi legati alle stragi di Parigi. Gli unici italiani presenti sono, invece, il boss mafioso Matteo Messina Denaro e Ernesto Fazzalari, spietato killer della 'ndrangheta. Marina Cecilia Kettunen è l’unica donna a figurare nell’elenco. Trentenne, finlandese è accusata di essere la mente di numerose frodi, anche ai danni del bilancio della Comunità europea. Tutte le foto sono corredate da informazioni relative all’identikit, alle accuse, ai crimini di ciascun latitante e all’esistenza o meno di una taglia sul loro capo. Scopo dell’iniziativa è ottenere la massima collaborazione da parte dei cittadini nella operazioni di ricerca. Chiunque, infatti, potrà contribuire attivamente inviando segnalazioni, anche anonime, all’indirizzo www.eumostwanted.eu oppure telefonando al numero indicato su ogni scheda.

 

Il sito, lanciato da ENFAST1, rete di polizia europea specializzata nella ricerca di criminali in fuga, con l'aiuto di Europol, nasce in risposta alle critiche mosse alle autorità europee circa l’incapacità di coordinarsi, all’indomani delle stragi di Parigi. Alcuni dei terroristi coinvolti, infatti, nonostante fossero ricercati dalle forze dell’ordine non ebbero problemi a entrare in Francia. Così come Salah Abdeslam, poche ore dopo gli attentati, riuscì a giungere in Belgio superando addirittura un posto di blocco della polizia.

 

 

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L’Europol rende noti i piani dell’Isis: attaccheranno su larga scala in Europa
Dati allarmanti sotto la lente d’ingrandimento dell’Europol che ha sviluppato l’ identikit del terrorista tipo

ESTERI | 25-01-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia