Corea del Nord, razzo-satellite lanciato in orbita: sfida alla comunità internazionale Secondo Pyongyang il lancio è avvenuto per fini di osservazione terrestre - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

07-02-2016

Corea del Nord, razzo-satellite lanciato in orbita: sfida alla comunità internazionale

Secondo Pyongyang il lancio è avvenuto per fini di osservazione terrestre


Responsive image

La Corea del Nord torna a sfidare a viso aperto il resto del mondo. Noncurante degli avvertimenti giunti nei giorni scorsi da Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud e non rispettando le direttive fornite dall’Onu, il leader supremo Kim Jong-un ha ordinato il lancio di un razzo-satellite in direzione di Okinawa, in Giappone, per posizionare in orbita il satellite Kwangmyongsong-4, con finalità di osservazione terrestre. Almeno questo è quanto dichiarato dalle autorità nordcoreane. Dure le reazioni delle potenze occidentali, unite nel condannare l’iniziativa del governo di Pyongyang e nel denunciare il reale obiettivo della missione: sviluppare un missile balistico sofisticatissimo, sul quale ci sarebbe la possibilità di posizionare una carica nucleare, capace di colpire obiettivi fino a 9mila chilometri di distanza.

 

Il lancio è avvenuto alle 9:01 di questa mattina (l’1:31 ora italiana) dalla base di Dongchang-ri ma, sul successo della missione le informazioni sono contrastanti. Fonti nordcoreane affermano che il missile è riuscito a mettere in orbita il satellite portando a termine quindi, nel giro di dieci minuti, l’intento prefissato. La conferma della riuscita dell’operazione è arrivata qualche ora più tardi. Non sono dello stesso parere, tuttavia, le autorità sudcoreane, secondo le quali il missile sarebbe scomparso dai radar dopo aver percorso alcune centinaia di chilometri. La ricostruzione effettuata dalla Corea del Sud riferisce inoltre che il missile sarebbe esploso nei pressi dell’isola di Jeju. Tuttavia, non ci sono al momento informazioni concrete che confermerebbero la tesi sudcoreana, mentre anche gli Stati Uniti starebbero in queste ore analizzando i dati in loro possesso.

 

Le reazioni al lancio del razzo-satellite nordcoreano non si sono fatte attendere. Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud hanno immediatamente chiesto la convocazione d’urgenza del Consiglio di sicurezza dell’Onu, in programma oggi alle ore 11 (le 17 in Italia). Durissimo il commento del premier giapponese Shinzo Abe: “L'operazione della Corea del Nord non è accettabile. Non possiamo assolutamente consentire azioni come questa. Agiremo per proteggere in modo assoluto la sicurezza dei nostri concittadini". Alcuni detriti del missile, infatti, sono caduti sul territorio giapponese. Parole di condanna sono giunte anche dalla Casa Bianca: “Si tratta di un’azione provocatoria in palese violazione delle risoluzioni dell'Onu. Gli Stati Uniti sono impegnati per la sicurezza degli alleati nell'area e assumeranno le misure necessarie per difendersi e per difendere gli alleati e rispondere alle provocazioni della Corea del Nord”.

 

 

Secondo le risoluzioni Onu, infatti, non sono consentiti esperimenti missilistici a scopo civile e il lancio del razzo-missile nordcoreano verso territori stranieri viola l’intera normativa internazionale. A questo bisogna aggiungere che in Corea del Nord proseguono i lavori per la creazione di armi di distruzione di massa. Appena un mese fa è stata fatta esplodere una carica nucleare sottoterra provocando un terremoto di intensità superiore a 5 gradi della scala Richter. Secondo fonti sudcoreane, infatti, sarebbero già una ventina gli ordigni nucleari in possesso del regime di Pyongyang. La stessa Corea del Sud, attraverso la presidente Park Geun-hye, ha condannato l’azione di questa mattina dicendosi pronta ad avanzare l’attuazione di pesanti sanzioni nei confronti della Corea del Nord attraverso l’Onu; sanzioni in merito alle quali sarebbero favorevoli anche gli Stati Uniti.

 

Sulla vicenda è intervenuta anche la Russia. Il ministro degli esteri russo Lavrov ha dichiarato: “La corea del nord mostra una preoccupante mancanza di rispetto della legge internazionale e il corso scelto da Pyongyang non può non essere oggetto di una netta critica”. Dura anche la posizione di Pechino, unico alleato rimasto a Kim Jong-un: “In merito alla sua reale natura, il lancio rimarca uno sviluppo negativo della situazione nella penisola coreana, dato che ha suscitato ansia e preoccupazione su vasta scala nel mondo”. Tuttavia, secondo la Cina, Pyongyang ha il diritto di poter utilizzare lo spazio aereo per scopi pacifici; diritto che attualmente è limitato dalle risoluzioni adottate dal Consiglio di sicurezza dell’Onu. 

di Chiara Ciripicchio
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Incontro tra le due Coree. Kim Jong-un: 'Non sono quel tipo di persona che lancia testate nucleari'
Si colgono importanti segnali di distensione durante l'incontro tra il presidente della Corea del Nord e della Corea del Sud

ESTERI | 29-04-2018

Responsive image

Olimpiadi in Corea: tutto è pronto. A supportare il paese 229 cheerleader
I XXIII Giochi Olimpici invernali cominceranno venerdì con la cerimonia di apertura delle 11.30

ESTERI | 07-02-2018

Responsive image

Missili dalla Corea del Nord: 'Una minaccia per il mondo intero'
Dal Pentagono l'allarme di James Mattis. Donald Trump: 'Ce ne occuperemo'

ESTERI | 29-11-2017

Responsive image

Kim: 'Trump vuole distruggere la Corea del Nord? Pazzo, la pagherà'. Ipotesi bomba a idrogeno
Il Giappone si prepara a qualsiasi evenienza

ESTERI | 22-09-2017

Responsive image

Responsive image

Venti di guerra. La Corea del Nord testa una bomba idrogeno: potenza 5 volte Nagasaki
La bomba è destinata ad armare un super missile intercontinentale

ESTERI | 03-09-2017

Responsive image

Corea del Nord, nuovo lancio di missili: uno cade nel Mar del Giappone
Tensione alle stelle fra i due Paesi

ESTERI | 03-08-2016

Responsive image

Corea del Nord, americano ai lavori forzati per uno striscione
Condannato a 15 anni, lo studente è stato costretto a confessare in una surreale conferenza stampa

ESTERI | 18-03-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia