Carezze d'Oriente: massaggi e sesso in centri estetici Arresti e sequestri dei Nas a Parma e Piacenza: coinvolte quattro ragazze giunte in Italia dalla Cina - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

18-02-2016

Carezze d'Oriente: massaggi e sesso in centri estetici

Arresti e sequestri dei Nas a Parma e Piacenza: coinvolte quattro ragazze giunte in Italia dalla Cina


Responsive image

Le indagini dei Nas di Parma si sono intensificate attorno a due centri massaggi, uno a Parma e l’altro vicino a Piacenza. In queste location i clienti alimentavano un cospicuo giro di prostituzione: la combo sesso e massaggi. Le forze dell’ordine hanno arrestato una coppia cinese: la moglie di 29 anni era la mente dell’operazione ed è, almeno per il momento, ai domiciliari, il marito di 37 anni era il braccio e si trova rinchiuso nel carcere di via Burla. Entrambe le strutture sono state poste sotto sequestro: quella a Parma, in via dei Mercati, e quello a Fiorenzuola d’Arda.  

 

Carezze d’Oriente, questo è il nome dell’indagine intrapresa dalle forze dell’ordine, circa un anno fa, dopo una delle solite ispezioni di routine. Ciò che attirò l’attenzione dei militari fu il ritrovamento di un biglietto da visita, con un numero di cellulare su un sito di annunci erotici. Da questo momento sono scattati degli appostamenti all’esterno dei centri massaggi, che hanno permesso agli inquirenti di appurare una frequenza di movimenti attorno ai negozi di individui, di varia età e nazionalità. Oltretutto è stato ottenuto un permesso per una serie di intercettazioni telefoniche e ambientali, che hanno solo confermato i sospetti in atto: sesso e prostituzione.

 

Nel giro di affari all’interno dei centri massaggi, vi erano coinvolte quattro ragazze, tra i 24 ed i 28 anni, giunte in Italia dalla Cina. L'indagine "Carezze d'Oriente" ha evidenziato che le massaggiatrici avevano un preciso tariffario, che variava dai 50 ai 100 euro. Tutte queste informazioni hanno condotto al bliz di stamane e al conseguente sequestro delle strutture, con il recupero di documenti utili alle indagini e di circa duemila euro, probabilmente proveniente dalle attività illecite. I due coniugi cinesi dovranno rispondere, dinanzi al giudice, di gestione di casa di prostituzione, reclutamento e sfruttamento aggravato della prostituzione. Per la donna vi è anche la possibilità di un’ulteriore ipotesi di reato, per sostituzione di persona, avendo dichiarato falsa generalità per l’intestazione del contratto per la fornitura elettrica per il centro massaggi del piacentino. 

di Pierluigi Liguori
 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia