Olimpiadi, la Francia indaga su Rio 2016 e Tokyo 2020 per corruzione Il quotidiano britannico Guardian ha divulgato la notizia di un nuovo scandalo che coinvolgerebbe il Cio, Lamine Diack e suo figlio Papa Masata Diack - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

02-03-2016

Olimpiadi, la Francia indaga su Rio 2016 e Tokyo 2020 per corruzione

Il quotidiano britannico Guardian ha divulgato la notizia di un nuovo scandalo che coinvolgerebbe il Cio, Lamine Diack e suo figlio Papa Masata Diack


Responsive image

Un nuovo scandalo abbraccia lo sport mondiale. Infatti, la polizia e la magistratura francese stanno svolgendo delle indagini riguardanti presunti episodi di corruzione che avrebbero “aggiustato” le ultime due assegnazioni dei giochi olimpici, quelli di Rio 2016 e Tokyo 2020. Tale notizia è stata divulgata in principio dall’edizione online del quotidiano britannico Guardian, ma si è rapidamente propagata. Secondo il giornale questa indagine avrebbe tratto il là dall’inchiesta che ha coinvolto la Iaaf, International Association of Athletics Federations, riguardo accuse di tangenti incassate per insabbiare procedure anti-doping, e che ha condotto all’arresto di vari dirigenti, tra cui l’ex presidente dell’atletica mondiale, il francese Lamine Diack.

 

Il Guardian non fornisce ulteriori delucidazioni riguardanti i collegamenti fra le due inchieste, ma sottolinea tuttavia che se venisse confermata, questa notizia rappresenterebbe un passo in avanti verso la legalità tale da far arrossire le gote della Federazione internazionale di atletica leggera e il Comitato olimpico internazionale, il Cio. Anche se, si legge sul giornale inglese, un portavoce del Cio assicura che l’istituzione “è in stretto contatto con i procuratori francesi fin dall’avvio dell’inchiesta”, che viene fatta risalire all’anno scorso. Inoltre, i vertici olimpici e il comitato etico del Cio hanno già avviato il processo per essere ammessi nel procedimento come parte lesa. Infine, il quotidiano accenna ad una serie di azioni losche messe in atto da Lamine Diack e suo figlio Papa Masata Diack, indagato nello scandalo doping che ha coinvolto l’atletica. Tali personalità avrebbero manovrato tramite parcelle il Cio, a partire dal 2008, inerentemente all’assegnazione delle Olimpiadi del 2016. Tale sospetto viene incrementato dal cambiamento di partito avvenuto repentinamente da parte di Diack padre nella corsa per i giochi olimpici estivi del 2020: prima era tra i sostenitori della capitale turca Istanbul, poi tra quelli che supportavano Tokyo. 

 

Un losco scandalo internazionale, un filo di Arianna che sembra condurre ai massimi vertici dello sport mondiale. Intanto, è intervenuto un portavoce brasiliano, in riferimento all’assegnazione di Rio 2016. Questo ha escluso ogni tipo di coinvolgimento da parte del comitato organizzatore del paese sudamericano, affermando che “Rio ha ottenuto i giochi perché aveva il progetto migliore”, superando l’altra candidata, la capitale spagnola Madrid “con un margine netto di voti, 66 a 32, che esclude qualsiasi possibilità di elezione truccata”.

di Chiara Di Nicola
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Scandalo Doping. Positivi 31 atleti delle Olimpiadi di Pechino 2008
Campioni di sei discipline diverse, appartenenti a dodici Paesi sono i protagonisti dell’ultimo capitolo del caos doping che rischiano il posto nei Giochi di Rio 2016

SPORT | 17-05-2016

Responsive image

Rio 2016: Federica Pellegrini sarà la portabandiera dell'Italia
Rafa Nadal invece porterà la bandiera della nazione spagnola. La Francia sceglierà solo a luglio a chi affidare il suo tricolore

SPORT | 27-04-2016

Responsive image

Rio 2016: Dipa Karmakar è la prima ginnasta indiana a partecipare alle Olimpiadi
Era dall’anno 1964 che nessun indiano riusciva a superare le qualificazioni per questa specialità

SPORT | 18-04-2016

Responsive image

Cio, Olimpiadi: gli atleti transgender gareggeranno senza l'obbligo dell'intervento chirurgico
Il Comitato olimpico internazionale farà entrare in vigore la nuova legge già a partire dai prossimi Giochi in programma a Rio nell’estate del 2016

SPORT | 25-01-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia