Roma, il centrodestra candida la Polemica. Per Salvini è questione di ruspe La corsa alle elezioni comunali è iniziata. Il centrodestra non ha ancora un candidato sindaco per il Campidoglio: Berlusconi vuole Bertolaso, ma il leader della Lega vuole le primarie - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

07-03-2016

Roma, il centrodestra candida la Polemica. Per Salvini è questione di ruspe

La corsa alle elezioni comunali è iniziata. Il centrodestra non ha ancora un candidato sindaco per il Campidoglio: Berlusconi vuole Bertolaso, ma il leader della Lega vuole le primarie


Responsive image

Comunali Roma 2016. Il centrosinistra ha un candidato sindaco, Roberto Giachetti; il centrodestra non ancora. O meglio, l’unica candidata, al momento, sembra essere la Polemica, sorella dell’Insicurezza e figlia della Strategia. L’alleanza di centrodestra non ha mai convinto: una vera unità di intenti, un reale progetto politico condiviso, tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, non c’è mai stato. Ma «l’unione fa la forza», si è pensato. Senza riflettere sul fatto che, alle volte, l’unione fa inconcludente accozzaglia. Giorgia Meloni se ne sta un po’ in disparte e attende direttive dai due uomini. Berlusconi si illude (o fa finta di crederci per incantare i suoi sostenitori) di tenere ancora il coltello dalla parte del manico, ma Salvini sa benissimo che la maggioranza, nel centrodestra, ora ce l’ha il suo partito. E, forte di questo, tiene sulla corda (e sulle spine) gli alleati.  

 

La polemica circa la candidatura a sindaco di Roma per il centrodestra di Guido Bertolaso non si è ancora spenta. Berlusconi continua a sostenerlo, a imporlo. Ma Salvini continua a non convincersi: è un perplesso tendente al sagace, che insomma così dubbioso, poi, non è, circa il fatto che l’ex capo della Protezione civile non sia il candidato condiviso giusto. Eppure Bertolaso ha iniziato a corteggiare spudoratamente il leader della Lega Nord: c’è chi giura di averlo sentito inneggiare alla ruspa. «Tolleranza zero contro ogni forma di violenza e degrado. Un plauso alle forze dell’ordine per l’arresto dei responsabili del gravissimo episodio di violenza consumato all’interno del campo rom di Castel Romano. Per episodi come questi ci vorrebbe la ruspa», avrebbe dichiarato inginocchiandosi a Salvini, aspettandosi l’investitura. Ma Bertolaso può rimanere in ginocchio quanto crede: Salvini non riesce a pedonargli quel «Niente ruspe, meglio la diplomazia. I rom sono una categoria vessata e penalizzata» di qualche settimana fa.

 

Il centrodestra perde tempo e dà vantaggio agli altri schieramenti, che hanno già iniziato la loro battaglia per conquistare la poltrona in Campidoglio. È partito anche Francesco Storace, leader de La Destra. Sarà mica lui a gufare contro quella fallace alleanza di centrodestra che lo ha escluso dalla corsa a sindaco di Roma? Durante l’apertura della sua campagna elettorale, ieri, giorno non a caso coincidente con le votazioni delle primarie di centrosinistra, ha definito quelle del centrodestra «cazzarie».  Salvini le chiama primarie, ed è queste che vorrebbe per il centrodestra, ma «meno taroccate di quelle del Pd», s’intende.

In tutto questo, giugno si avvicina e le urne chiamano. Dice il proverbio: «Solo quando tutti contribuiscono con la loro legna da ardere è possibile creare un grande fuoco». Ma qui Berlusconi usa la sua legna per accendersi il camino in casa e scaldare Bertolaso, Salvini per appoggiarci la tela di Penelope che la notte disfa con la ruspa, e Meloni per sistemarci sopra le braccia, e sopra le braccia la testa, in attesa che qualcuno le dica cosa fare. 

di Vittoria Montesano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato
Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

POLITICA | 31-05-2018

Responsive image

Governo, il secco 'no' di Mattarella fa saltare tutto. Nuove elezioni in vista
Il Presidente della Repubblica ha affidato a Carlo Cottarelli l'incarico di formare un nuovo governo

POLITICA | 28-05-2018

Responsive image

Silvio Berlusconi torna candidabile
Grazie alla riabilitazione concessagli dal Tribunale di sorveglianza di Milano, sono cancellati gli effetti della legge Severino

POLITICA | 12-05-2018

Responsive image

Governo o non Governo, questo è il problema: secondo tentativo per la Casellati
Proseguono le consultazioni. Entro venerdì la Presidente del Senato dovrà riportare la 'situazione governo' a Mattarella

POLITICA | 19-04-2018

Responsive image

Responsive image

Altro che consultazioni: al Quirinale è Berlusconi show
Intanto, nei pressi del Colle, è comparso un murales che ritrae Di Maio, Salvini e Berlusconi

POLITICA | 13-04-2018

Responsive image

Di Maio o Salvini? questo Premier “non s’ha da fare”
Lega e Movimento: sorgono contrasti ma ancora nessun governo

POLITICA | 29-03-2018

Responsive image

Salvini e quel 'gesto di responsabilità' che rischia di far saltare il centrodestra
Un equilibrio giocato sui candidati alla presidenza delle Camere. Convocato per questa mattina un vertice a Palazzo Grazioli

POLITICA | 24-03-2018



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia