Istat: l'economia rallenta, +0.1% I dati sul Pil non incoraggiano certo a pensare ad una robusta ripresa - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

10-03-2016

Istat: l'economia rallenta, +0.1%

I dati sul Pil non incoraggiano certo a pensare ad una robusta ripresa


Responsive image

L’Istat pubblica nuovi dati sulla situazione dell’economia italiana e le sue prospettive di crescita per il primo trimestre e per tutto il 2016; la situazione non è delle più incoraggianti, con una stima di crescita del +0.1% per il primo trimestre 2016, intervallo compreso tra -0.1% e +0.3%, e quindi di un +0.4% complessivo per l’intero anno.

 

La crescita è dovuta soprattutto ad un lieve aumento dei consumi esterni, ridotti dalla domanda estera netta, mentre dal lato investimenti non ci sono passi avanti. Per quanto riguarda l’occupazione, un interessante sondaggio ha mostrato l’importanza di Jobs Act e sgravi fiscali ai fini delle nuove assunzioni avvenute nel 2015: nel settore manifatturiero la maggioranza delle imprese ha ritenuto molto importanti gli sgravi fiscali per i neoassunti e il Jobs Act abbastanza poco decisivo. Diversa la situazione nel terzo settore, dove il Jobs Act è stato ritenuto fondamentale per la metà delle imprese che hanno assunto personale, a dimostrazione di come il mondo dei servizi, molto più moderno, abbia bisogno di una maggiore flessibilità del lavoro e di come sia giusto incentivarla.

 

I dati sul Pil non inducono certo all’ottimismo per il futuro, con una crescita fra le più basse d’Europa soprattutto se confrontate con il +3% e più della Spagna e il +6% addirittura dell’Irlanda, paesi ai quali fino a due anni fa eravamo accostati per problematicità, scarsa crescita e rischio default. Oggi l’Italia è il fanalino di coda di un’Europa che fatica a crescere per molte ragioni, la maggioranza delle quali causate dai paesi stessi e dalle loro false politiche per la crescita.

 

Renzi continua ad insistere sulla flessibilità contro un’Europa dell’austherity che oggi non c’è più, se mai ci fosse stata, e continua a spingere per manovre a deficit, senza pensare a tagli sostanziali della spesa. Che pure ci sarebbero da fare, e molti, per liberare l’economia da questo Moloch statale, riducendo una pressione fiscale che per le imprese è fatale, ma anche per i lavoratori visto che, come mostrano i dati, pagare meno tasse sul lavoratore è un ottimo incentivo ad assumere.

di Michelangelo Borri
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

X Municipio. Nuova luce su Ostia e dintorni grazie a 'Spazi all'Arte'
Alla conferenza stampa di questa mattina presente anche Giuliana Di Pillo

MUNICIPIO EVENTI | 20-04-2018

Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale
I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a rialzare la testa

SPORT | 13-04-2018

Responsive image

Europa League: per la Lazio la settimana decisiva della stagione passa per Salisburgo
I biancocelesti predicano concentrazione per conquistare la semifinale di Europa League

SPORT | 12-04-2018

Responsive image

X Municipio, al via la campagna informativa sulla raccolta differenziata
Il Presidente Giuliana Di Pillo invita tutti i residenti del municipio a partecipare agli incontri

MUNICIPIO CRONACA | 12-04-2018

Responsive image

Responsive image

Rese pubbliche le dichiarazioni dei redditi dei politici: chi è il più ricco del 'reame'?
Tra i tanti spiccano i nomi di Valeria Fedeli e di Beppe Grillo

POLITICA | 17-03-2018

Responsive image

X Municipio, nuova ricollocazione per le bancarelle. Giuliana Di Pillo contro gli abusivi
Nuova ricollocazione delle bancarelle di Viale Vasco de Gama e via Orazio dello Sbirro

MUNICIPIO CRONACA | 09-03-2018

Responsive image

Politici e social: ecco i commenti post elezioni
Non importa che siano vincitori o vinti, che sia per ringraziare o lanciare frecciatine, nessuno rinuncia ai social per dire la sua

POLITICA | 06-03-2018



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia