Roma. Autobomba contro i miscredenti: tre arresti per terrorismo Operazione anti-Isis da parte dei carabinieri del Ros: arrestato un criminale macedone in procinto di partire per l'Iraq - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

12-03-2016

Roma. Autobomba contro i miscredenti: tre arresti per terrorismo

Operazione anti-Isis da parte dei carabinieri del Ros: arrestato un criminale macedone in procinto di partire per l'Iraq


Responsive image

Un'importante operazione antiterrorismo è stata portata a termine nella notte dai carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Roma, nell'ambito di un'indagine che ha portato all'emissione di due ordinanze per associazione con finalità di terrorismo: una è stata notificata a Vulnet Maqelara, 41enne macedone attualmente in carcere, meglio conosciuto come Carlito Brigande, e l'altra a Firas Barhoumi, un foreign fighter tunisino di 29 anni, che ora si troverebbe in Iraq. Un terzo straniero, il 26enne macedone Abdula Kurtishi, evaso da un carcere del proprio Paese ed in contatto con Brigande, è stato arrestato nella notte a Roma per evasione e possesso di documenti falsi.

 

L'inchiesta è stata avviata lo scorso novembre dai carabinieri della Compagnia di Roma Centro, dopo l'arresto di Carlito Brigande, in seguito a un fermo per un normale servizio di controllo del territorio. Perquisendo l'abitazione romana dove l'uomo, ricercato dalle autorità macedoni per reati contro la persona ed il patrimonio, si rifugiava, i carabinieri hanno rinvenuto alcune lettere scritte a mano, in lingua araba e alcune fotografie sospette. Indizi che hanno fatto ipotizzare un'adesione del ricercato macedone al radicalismo islamista e per i quali è stato immediatamente coinvolto il Ros, il reparto dell'Arma specializzato nelle indagini antiterrorismo.

 

Dopo pedinamenti, intercettazioni e analisi dei tabulati telefonici e telematici, è stato possibile accertare che Brigande, nei giorni immediatamente precedenti al suo arresto, era in contatto via chat con Firas Barhoumi, che in quei giorni si trovava in Iraq a combattere tra i terroristi dell'Isis. Brigande, infatti, era stato radicalizzato da Barhoumi in carcere, tra la fine del 2014 e l'inizio del 2015 e pare che fosse in procinto di partire e di arruolarsi in Iraq. Dalle intercettazioni è emerso che Barhoumi voleva offrirsi come volontario in Iraq, per combattere gli infedeli in una missione suicida: «Prendo una macchina con l’esplosivo dentro per fare un’operazione contro i `kuffar´ (miscredenti)». Questo è uno dei messaggi vocali intercettati dal Ros e che Barhoumi manda a Brigande in Italia.

 

I due parlano tra loro in italiano e il foreign fighter  invita Brigande a raggiungerlo in Iraq: «....andrà tutto bene inshallah...anche se tu vuoi venire qua... posso sistemare tutto per te. Basta che tu fai un programma così anche con documento falso così tu puoi venire inshallah». Brigande: «…fratello mio, ma io già sono pronto se... mi puoi scrivere le strade, le cose, come faccio, da dove cerco inshallah piano piano di arrivare là». Barhoumi: «...basta tu cerca per venire a Turchia resto ci penso io per te hai capito? Basta che tu venire a Turchia, hai capito?». Questa è una delle conversazioni registrate via Telegram e avvenuta il 20 ottobre 2015, quando Barhoumi invita Brigande a raggiungerlo in Iraq passando dalla Turchia.

  

Il terzo uomo, il macedone Abdula Kurtishi, arrestato dai carabinieri del comando provinciale, era ricercato in ambito internazionale dopo l'evasione da un carcere del suo Paese, dove scontava una pena di otto anni per rapina, ed è risultato essere in stretto contatto con Brigande. L'uomo, arrivato in Italia lo scorso ottobre, è stato arrestato per evasione e possesso di documenti falsi, e gli inquirenti stanno ora indagando per accertare un suo eventuale coinvolgimento in ambito terroristico. Su ordine della procura di Roma sono state effettuate altre perquisizioni nei confronti delle persone che sono risultate in contatto con gli indagati

di Simona Russo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Cellula terroristica a Olbia. Dall'Italia finanziamenti al gruppo al Nursa
Flussi di denaro verso la Siria: scoperta rete di transizioni illegali da milioni di euro

CRONACA | 11-05-2018

Responsive image

Antiterrorismo Roma. Arrestato uomo vicino ad Al Qaeda
Secondo Gentiloni le carceri e il web sono i luoghi da tenere sotto controllo

CRONACA | 10-01-2017

Responsive image

Nuovo ordigno negli Usa. Attenzione per obiettivi sensibili a Roma
Nuova esplosione nel New Jersey

ESTERI | 19-09-2016

Responsive image

Pregano in stazione a Venezia: presi sei islamici con machete nello zaino
Scattato il dispositivo antiterrorismo: un arrestato e cinque fermati

CRONACA | 01-08-2016

Responsive image

Responsive image

Fiumicino, auto sospetta nell'aeroporto di Roma: svelata l'identità del proprietario
La vettura che sostava nel parcheggio a lunga sosta è stata aperta con esplosivo

CRONACA | 10-06-2016

Responsive image

L’Isis minaccia, Roma risponde: come reagisce la città al pericolo terrorismo?
Conseguenze negative sul turismo: due milioni di persone rinunciano a Roma

CRONACA | 26-03-2016

Responsive image

Sicurezza Italia: l’allarme degli 007
Rischio di attentati in crescita mentre aumentano i giovanissimi fra i foreign fighters

ESTERI | 03-03-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia