Dimissioni in bianco addio, nuova procedura on line Uno dei decreti attuativi del Jobs Act pone fine al fenomeno. Lavoratori più protetti, in particolare le donne - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

14-03-2016

Dimissioni in bianco addio, nuova procedura on line

Uno dei decreti attuativi del Jobs Act pone fine al fenomeno. Lavoratori più protetti, in particolare le donne


Responsive image

Non sarà più possibile firmare dimissioni in bianco. Il decreto 151 di attuazione del Jobs Act prevede infatti che la volontà di lasciare il lavoro debba essere comunicata all'Inps «esclusivamente con modalità telematiche», pena l'inefficacia della risoluzione del contratto. Finora, per comunicare le dimissioni era sufficiente una lettera firmata, attraverso la quale però non era verificabile la data. In molti casi, quindi, ai lavoratori si chiedeva di firmare le dimissioni in bianco come "forma di tutela" per il datore di lavoro, che al momento ritenuto opportuno poteva aggiungere la data che preferiva. La richiesta riguardava nella maggior parte dei casi le donne, penalizzate per il rischio che potessero rimanere incinte.

 

«Da oggi l'Italia è un paese un po' migliore», commenta il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. «È un elemento di civiltà in più che abbiamo introdotto nel nostro paese. Se la nuova procedura richiederà qualche minuto in più, sicuramente saranno minuti spesi bene». La nuova procedura vale non soltanto per il recesso unilaterale del dipendente, ma anche per i casi di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. Una volta inviato il modulo on line, per il quale è necessario il pin dispositivo dell'Inps, il lavoratore ha 7 giorni di tempo per ripensarci e ritirare le dimissioni, ovviamente sempre in maniera telematica. Per alcune categorie, la nuova procedura non si applica. È il caso dei lavoratori del settore pubblico, di quello domestico e marittimo, e delle lavoratrici in gravidanza e nei primi 3 anni di vita del bambino. In questi casi sarà necessario recarsi presso le direzioni generali del lavoro competenti.

 

Incassato il placet dei sindacati su questo specifico punto del Jobs Act (che per il resto continua ad essere fortemente criticato), il governo si attira però le critiche delle imprese, che denunciano la possibilità di truffe ai loro danni. Il caso specifico è quello del lavoratore che invece di dimettersi si rende irreperibile, obbligando l'azienda al licenziamento disciplinare. Secondo i calcoli della Fondazione studi consulenti del lavoro, si tratta di circa il 5 per cento dei casi di dimissioni volontarie. Finora, se il lavoratore non si presentava in azienda, il datore di lavoro poteva semplicemente inviare una raccomandata. Passati 7 giorni senza risposta, il rapporto di lavoro si intendeva rescisso anche senza la presentazione di dimissioni formali. La nuova procedura on line cancella questa possibilità. Ora, nel caso in cui il lavoratore non spedisca il modulo on line, l'azienda avrà l'unica possibilità di licenziarlo pagando il ticket di 1.500 euro. Il lavoratore licenziato in tal modo, inoltre, avrà diritto alla Naspi - ovvero la nuova indennità di disoccupazione - con un costo medio a carico dello Stato di circa 21.000 euro.

di Andrea Piccoli
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Poletti non ha detto quello che pensate
Poletti a Bologna: ‘Il rapporto di lavoro è prima di tutto un rapporto di fiducia. Lo si trova di più giocando a calcetto che mandando in giro dei curriculum’

POLITICA | 28-03-2017

Responsive image

Poletti contro i giovani all’estero: ‘Non soffriremo a non averli più tra i piedi’
Il M5S ha avanzato alla camera una mozione di sfiducia nei confronti del ministro del Lavoro

POLITICA | 20-12-2016

Responsive image

Parigi nella morsa della violenza: scontri durante il corteo anti Jobs act
Giovani incappucciati mettono a soqquadro la città

ESTERI | 15-06-2016

Responsive image

Istat: l'economia rallenta, +0.1%
I dati sul Pil non incoraggiano certo a pensare ad una robusta ripresa

POLITICA | 10-03-2016

Responsive image

Responsive image

Inps: 600.000 assunti in più rispetto all'anno scorso
I dati mostrano una ripresa dell'occupazione soprattutto per i contratti a tempo indeterminato

POLITICA | 11-11-2015

Responsive image

Francia, regalano 365 giorni di ferie a un collega
L'uomo, con una figlia malata di cancro, potrà trascorrere del tempo inseme a lei

CRONACA | 12-10-2015

Responsive image

Istat: ad aprile +159 mila occupati. Per Renzi è merito del Jobs Act
L’occupazione cresce dello 0,7% solo nel mese di aprile. Toni di esultanza da parte di Matteo Renzi.

POLITICA | 03-06-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia