Bertolaso re delle gazebarie, ma forse non basta Meloni pronta a candidarsi con l'appoggio di Salvini. Intanto i vertici di Forza Italia danno i numeri sui partecipanti - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

14-03-2016

Bertolaso re delle gazebarie, ma forse non basta

Meloni pronta a candidarsi con l'appoggio di Salvini. Intanto i vertici di Forza Italia danno i numeri sui partecipanti


Responsive image

«Lei li ha visti? Lei li ha visti?». È la risposta (non risposta) seccata che Renato Brunetta rivolge al povero cronista che gli chiede conto della partecipazione alle consultazioni di Forza Italia, ribattezzate con il neologismo di dubbio gusto "gazebarie". Secondo Brunetta, che evidentemente li ha visti uno per uno, gli elettori di centrodestra a recarsi ai banchetti sono stati 50.000, superando quindi i circa 45.000 partecipanti alle primarie organizzate dal Partito Democratico. E hanno deciso in larga misura di approvare la decisione di candidare Guido Bertolaso. I dati forniti parlano di un 96,7 per cento di voti a favore dell'ex capo della Protezione civile, una sorta di plebiscito bulgaro.

 

La vittoria scontata di Bertolaso non pare però aver messo fine alle polemiche nel centrodestra. Giorgia Meloni si è detta pronta a candidarsi se il nome di Bertolaso continuasse a rappresentare un rischio di divisione nel centrodestra: «Guido Bertolaso può essere un buon candidato e un buon sindaco se riesce a unire le forze di centrodestra. Se riesce a farlo e a vincere le perplessità che ancora diverse persone hanno, Fratelli d'Italia sarà con lui come lealmente ha fatto dall'inizio. Se si presta a strumentalizzazioni che forse sono utili a tutelare un partito ma che sicuramente danneggiano i romani, allora saremo costretti a fare scelte diverse». Matteo Salvini non aspettava altro per ribadire il proprio sostegno a un'eventuale candidatura della leader di Fratelli d'Italia e l'opposizione al nome di Bertolaso: «Una persona che pensa che gli zingari vadano aiutati e che invece di sgomberare i campi rom vuole risolvere il problema togliendo i cassonetti dalle strade non può essere sostenuto dalla Lega e da Noi con Salvini», spiega il leader della Lega.

 

Sostenuto senza remore da Silvio Berlusconi, per il quale si tratta di un autentico fuoriclasse, Bertolaso tira dritto per la sua strada, e a chi gli chiede di un possibile ticket in coppia con Giorgia Meloni, risponde che la giovane leader deve fare la mamma e occuparsi di allattare il proprio bimbo. È probabile che Meloni non gradirà il tono utilizzato. Chissà che questo non diventi un altro motivo di frizione nel centrodestra. «50.000 persone hanno deciso di darmi fiducia, non posso tradirla», taglia corto Bertolaso. Qualcuno gli fa notare che non era prevista alcuna forma di registrazione e che i numeri forniti suscitano qualche perplessità, viste anche le immagini di banchetti desolatamente vuoti in attesa di potenziali elettori. «E che siamo in Corea del Nord?», chiede Bertolaso. In effetti no, non siamo in Corea del Nord, e neanche negli Stati Uniti, dove Repubblicani e Democratici registrano ogni singolo elettore. Una giornalista de Il Tempo sostiene di aver votato 22 volte, mentre il vicedirettore di Libero, Franco Bechis, ha detto di non aver trovato i gazebo indicati da Forza Italia in diversi punti della città. Tutto sommato, forse lo slogan migliore per la giornata di ieri lo ha scelto Alfio Marchini, dando vita al suo "Roma nun te fa' frega' day".

di Andrea Piccoli
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato
Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

POLITICA | 31-05-2018

Responsive image

Governo, il secco 'no' di Mattarella fa saltare tutto. Nuove elezioni in vista
Il Presidente della Repubblica ha affidato a Carlo Cottarelli l'incarico di formare un nuovo governo

POLITICA | 28-05-2018

Responsive image

Governo o non Governo, questo è il problema: secondo tentativo per la Casellati
Proseguono le consultazioni. Entro venerdì la Presidente del Senato dovrà riportare la 'situazione governo' a Mattarella

POLITICA | 19-04-2018

Responsive image

Altro che consultazioni: al Quirinale è Berlusconi show
Intanto, nei pressi del Colle, è comparso un murales che ritrae Di Maio, Salvini e Berlusconi

POLITICA | 13-04-2018

Responsive image

Responsive image

Di Maio o Salvini? questo Premier “non s’ha da fare”
Lega e Movimento: sorgono contrasti ma ancora nessun governo

POLITICA | 29-03-2018

Responsive image

Salvini e quel 'gesto di responsabilità' che rischia di far saltare il centrodestra
Un equilibrio giocato sui candidati alla presidenza delle Camere. Convocato per questa mattina un vertice a Palazzo Grazioli

POLITICA | 24-03-2018

Responsive image

Telefonata tra Salvini e Di Maio. Poste le basi per un asse Lega-M5s?
Si cerca l'accordo per l'assegnazione di Camera e Senato dopo l'esito delle elezioni

POLITICA | 15-03-2018



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia