Champions League, ottavi: avanti Barcellona e Bayern Monaco Strada in discesa per i blaugrana che vincono 3-1 contro l'Arsenal. Juventus beffata, stavolta la rimonta la fa il Bayern e vince ai supplementari 4-2 - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

16-03-2016

Champions League, ottavi: avanti Barcellona e Bayern Monaco

Strada in discesa per i blaugrana che vincono 3-1 contro l'Arsenal. Juventus beffata, stavolta la rimonta la fa il Bayern e vince ai supplementari 4-2


Responsive image

Turno finale del lungo programma degli ottavi di finale di Champions League. In campo le ultime quattro squadre a contendersi il passaggio del turno. A Barcelona, i Blaugrana affrontano l'Arsenal forti del 2-0 ottenuto all'andata, a Londra. All'Allianz Arena va invece in scena Bayern Monaco-Juventus, con i bianconeri che sperano di replicare l'impresa del match di andata, conclusosi sul 2-2 con la grande rimonta degli uomini di Allegri, sotto di due a zero.

 

Al Camp Nou, anche l'Arsenal di Wenger è chiamato ad una vera impresa, al cospetto di un Barcelona che può limitarsi a gestire match e risultato. Buona partenza dei Gunners, che attaccano senza timori reverenziali, cercando di far male con Ozil, il cui sinistro potente si perde però a lato. Il Barcelona va vicino al gol con Messi, che da pochi metri spara però addosso ad Ospina, ma riesce poi a passare in vantaggio, al 18', con Neymar, che di interno batte il portiere dei Gunners in uscita. Gunners che partono però con il piede giusto ad inizio ripresa, trovando il gol dopo 5' con un gran tiro dal limite di Elneny, servito da Sanchez. Il Barcelona, però, non si fa intimorire, e cerca anzi di marcare ancora, sprecando due buone occasioni, e tornando infine in vantaggio al 65', con un meraviglioso colpo volante di Suarez su assist morbido di Adriano. 2-1 e qualificazione virtualmente chiusa. Ci prova comunque l'Arsenal, ma fatica a farsi davvero pericoloso. A dieci minuti dalla fine, Ter Stegen vola a togliere dall'incrocio una gran punizione di Alexis Sanchez. A mettere la parola fine alla partita sono però i Blaugrana, all'88', con Messi, che dal limite dell'area piccola batte Ospina con un pallonetto delizioso, firmando il 3-1 e regalando così al Barcelona il passaggio del turno.

 

A Monaco, invece, la partita si mette subito bene per la Juventus, che sblocca il risultato dopo appena 5', con Pogba che approfitta di un errore in disimpegno di Alaba per appoggiare comodamente in rete. Forte del vantaggio, la Juventus ci crede, alzando il pressing e mettendo in difficoltà un Bayern che appare veramente fuori fase, incapace di produrre pericoli seri dalle parti di Buffon. E i bianconeri ne approfittano ancora, alla mezz'ora, con una splendida giocata di Alvaro Morata, che fa fuori in velocità mezza difesa del Bayern e serve Cuadrado, che entra in area e batte Neuer per la seconda volta: 2-0. Il Bayern non riesce a reagire,e viene addirittura subissato di fischi dai propri tifosi. L'inizio della ripresa vede la Juventus in sofferenza sulla grande pressione del Bayern, che si riversa in attacco per cercare di rimettere in piedi la partita. Lo sforzo offensivo degli uomini di Guardiola è ripagato al 75', quando Robert Lewandowski accorcia le distanze depositando in rete, di testa, uno splendido cross teso di Douglas Costa. Finale infuocato all'Allianz Arena, con il Bayern che prova con tutte le sue forze a segnare il gol del pareggio, e la Juventus che si difende cercando di chiudere ogni spazio. Nel primo dei 3' di recupero concessi dall'arbitro, il Bayern riesce però a guadagnare il pareggio: Evra perde una palla sanguinosa, Coman scappa sulla fascia e mette in mezzo un cross che Muller deve solo spingere in rete. 2-2 e rimonta completata. Il Bayern riesce dunque, in extremis, a portare ai supplementari una partita che sembrava ormai persa. Ritmi intensi nei supplementari che si aprono con  occasioni per entrambi le squadre. Prima la Juventus con Lichtsteiner  e pochi minuti dopo i tedeschi con Ribery. Al 101’ Guardiola rileva Ribery e butta nella mischia Diego Alcantara che lo ripaga segnando al 108'. Ma non è finita qui. A mettere il definitivo sigillo sulla partita è Coman che al 110’ parte dalla propria metà campo, entra in area avversaria e manda la palla in rete. Juve beffata  mentre l’Allianz Arena si tinge di bianco e rosso.

di Flavio Del Fante
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Champions League, ottavi: passano Manchester City e Atletico Madrid
Al Manchester City basta uno 0-0 per qualificarsi mentre a Madrid sono necessari 16 calci di rigore

SPORT | 15-03-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia