Verdini di rabbia, condannato a 2 anni per corruzione Il reato andrà in prescrizione, ma la polemica politica investe il governo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

18-03-2016

Verdini di rabbia, condannato a 2 anni per corruzione

Il reato andrà in prescrizione, ma la polemica politica investe il governo


Responsive image

Una condanna di 2 anni per corruzione. È la sentenza emessa dal Tribunale di Roma nei confronti di Denis Verdini, ex senatore e plenipotenziario di Forza Italia ora a capo del nuovo gruppo parlamentare Ala, che sostiene il governo di Matteo Renzi. Verdini è stato condannato per la vicenda che riguarda la costruzione della Scuola dei Marescialli di Firenze, una struttura che accoglie le reclute dei carabinieri. Il processo nei confronti di Verdini nasce in realtà da una costola dell’inchiesta Grandi Eventi, nell’ambito della quale gli inquirenti hanno indagato sul G8 della Maddalena del 2008 e sui Mondiali di nuoto di Roma del 2009.

 

Nel 2012, nel processo principale erano stati già condannati Angelo Balducci – ex presidente del Consiglio Superiore per i lavori pubblici – e Fabio De Santis – ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana. La posizione di Verdini, invece, venne stralciata perché il Senato approvò l’utilizzo delle intercettazioni a suo carico solo in un secondo momento. Le contestazioni a carico di Verdini riguardavano in particolare le pressioni nei confronti dell’allora ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli affinché De Santis ricevesse la nomina di provveditore e l’imprenditore Riccardo Fusi – uno degli altri accusati – si aggiudicasse l’appalto. «Fusi – ha spiegato il pm Ilaria Calò nel corso della requisitoria - aveva capito che a Roma esisteva un sistema corruttivo messo in piedi da Angelo Balducci e dal suo braccio destro Fabio De Santis». Dichiarandosi delusi per la sentenza, gli avvocati difensori di Verdini hanno segnalato in ogni caso che il reato addebitato al loro assistito si prescriverà entro l’estate.

 

La sentenza ha ovviamente riacceso la polemica politica. Già nelle scorse settimane la minoranza Pd si era più volte pronunciata contro l’appoggio ormai esplicito di Verdini al governo Renzi. Federico Fornaro, uno dei senatori della minoranza del partito, commenta: «La condanna di Verdini dimostra che in questi mesi non abbiamo strumentalmente evocato fantasmi, ma giustamente evidenziato i rischi connessi a questo asse preferenziale. Una maggiore prudenza nei rapporti politici con Verdini sarebbe stata certamente apprezzata dal nostro elettorato e dai nostri militanti». Il M5s sottolinea il fatto che «da oggi il governo è sostenuto da un pregiudicato». Luigi Di Maio conclude ironicamente alludendo al ruolo svolto dall’ex consigliere di Berlusconi nel cammino delle riforme costituzionali: «Verdini condannato per corruzione. Si arricchisce il curriculum di uno dei nuovi "padri costituenti". Chiedere a Renzi per altre referenze».

di Andrea Piccoli
 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia