Mastella, il ritorno: Ricomincio da due L'ex ministro della Giustizia correrà come sindaco di Benevento - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

19-03-2016

Mastella, il ritorno: Ricomincio da due

L'ex ministro della Giustizia correrà come sindaco di Benevento


Responsive image

Alternativo alla sinistra, distante dalla destra. È con questo spirito, da centrista moderato, che l’ex ministro del Lavoro durante il governo Berlusconi e della Giustizia con quello Prodi, Clemente Mastella, si affaccia nuovamente sullo scenario politico. Ma questa volta fa il salto di qualità e passa dal paesino di provincia al capoluogo. «Mi candido come sindaco di Benevento», ha infatti annunciato ieri l’ex primo cittadino di Ceppaloni in un incontro con i giovani in un hotel della città. Una scelta motivata, spiega, dall’amore per la sua terra e la sua gente. A correre per lui, alle prossime elezioni amministrative di giugno, sono due liste civiche composte per lo più da donne e ragazzi. Mastella, dunque, ricomincia da due.

  

Anche se non ancora ufficiale, non dovrebbe mancare il sostegno di Forza Italia e Udc. Di sicuro, invece, nessun appoggio da parte della Lega. Matteo Salvini avrebbe infatti già fatto sapere di essere contrario alla candidatura dell'ex Guardiasigilli: «Non è con lui che si rinnova il centrodestra», ha dichiarato. Ma la risposta di Mastella non si è fatta attendere: «Del resto, chi mai si è sognato di chiedergli di sostenermi alle prossime elezioni amministrative? Salvini è e resterà un leader dimezzato. Un cafone politico che al sud mai avrà fortuna elettorale».

 

Un percorso alternativo, dunque, quello di Mastella non solo per la scalata al contrario (dal Governo al Comune). Diverse sono anche le armi con cui intende affrontare la battaglia elettorale: «In Italia - ha detto il candidato sindaco - stiamo assistendo al suicidio politico del centrodestra, basta guardare cosa sta accadendo a Roma e Napoli. In questa tornata elettorale eviterò salotti televisivi e confronti tra i candidati alla carica di sindaco perché ritengo più utile ascoltare ed incontrare la gente. Farò una campagna elettorale porta a porta, come feci quando venni eletto sindaco nel mio paese, a Ceppaloni».

Poi la promessa: «In caso di elezione non prenderò lo stipendio da sindaco. Devolverò l'indennità a favore dei servizi sociali: giovani coppie, malati e anziani».

Non è mai troppo tardi. 

di Valeria De Simone
 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia