Bus Erasmus: il rientro delle salme italiane Il 22 marzo sono giunte a Pisa le prime tre salme delle studentesse italiane, oggi le altre quattro - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

24-03-2016

Bus Erasmus: il rientro delle salme italiane

Il 22 marzo sono giunte a Pisa le prime tre salme delle studentesse italiane, oggi le altre quattro


Responsive image

Poco prima delle ore 23:00 del 22 marzo è atterrato a Pisa il velivolo dell’aeronautica militare, che ha riportato in Italia le salme di tre delle sette studentesse italiane. Le vittime sono morte la scorsa domenica 20 marzo, in Catalogna, una regione della Spagna, mentre erano su un bus che trasportava studenti Erasmus. Giunti in territorio italiano, i corpi di Francesca Borrello, Serena Saracino ed Elisa Scarascia Mugnozza, a bordo di tre carri funebri, hanno proseguito il loro percorso verso i paesi di provenienza delle vittime: rispettivamente Genova, Torino e Roma. Il funerale di Serena Saracino, studentessa 22enne, si terrà già in mattinata nella Chiesa della Gran Madre di Dio di Torino. Sempre oggi, verso mezzogiorno, si terranno i funerali di Elisa, nella chiesa romana dei Santi Pietro e Paolo all’Olgiata. Quelli di Francesca Bonello, studentessa 24enne di medicina si sono tenuti, invece nella giornata di ieri, nella chiesa del Gesù di Genova.

 

A Pisa all’arrivo delle salme delle tre ragazze vi era anche il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Prima che il velivolo militare atterrasse all’aeroporto di Pisa, i familiari delle vittime, che già erano presenti sul posto, hanno chiesto alla stampa, cronisti e fotografi, di avere rispetto del loro dolore e di tenersi a distanza. Sul posto erano giunti anche il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il prefetto Attilio Visconti e un picchetto d’onore della 46/a brigata aerea dell’Aeronautica militare. Le prime tre salme, dopo l’incidente erano state trasportate dall’obitorio di Tortosa all’aeroporto di Reus, per un trasporto militare speciale.

 

È prevista, invece, per la giornata di oggi giovedì 24 marzo, il rientro in patria delle altre quattro salme della ragazze italiane coinvolte nell’incidente in Spagna, Elena Maestrini, Elisa Valent, Lucrezia Borghi e Valentina Gallo. I corpi delle ultime vittime non erano potute rientrare immediatamente in Italia a causa di un ritardo nella complessa procedura di riconoscimento. Oltre alle salme, rientreranno in Italia anche due dei tre feriti, ricoverati in Spagna. Tra loro non ci sarà la 23enne di Modena Laura Ferreri, perché le sue condizioni ancora gravi non consentono il trasferimento. La studentessa di Giurisprudenza ha subito un’operazione alla testa ed è ancora in coma farmacologico. 

di Pierluigi Liguori
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Incidente Catalogna: l'Italia piange le sette studentesse morte in Spagna
L'autista alla guida del bus Erasmus ha dichiarato:'Mi dispiace, mi sono addormentato'

CRONACA | 21-03-2016

Responsive image

Catalogna: incidente di un bus di studenti Erasmus, 13 vittime di cui 7 italiani
Si cercano ancora alcuni dispersi, mentre i ricoverati italiani sono 5 di 34 feriti

ESTERI | 21-03-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia