Allarme bomba a Venezia: pacchetti sospetti a Palazzo Ducale Aperti i due involucri, non contenevano materiale esplosivo, ma solo pietre di quarzo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

24-03-2016

Allarme bomba a Venezia: pacchetti sospetti a Palazzo Ducale

Aperti i due involucri, non contenevano materiale esplosivo, ma solo pietre di quarzo


Responsive image

Venezia. Intorno alle sei e cinquanta di questa mattina è stato diramato un allarme bomba presso Palazzo Ducale, nel capoluogo veneto. A far scattare l’allerta è stata la presenza di due pacchetti sospetti dentro un pozzo del cortile interno del palazzo storico. Un addetto della sicurezza in turno ha notato i due involucri durante l’ultimo giro di ronda, prima di staccare dal proprio turno. I pacchetti erano situati a due metri di profondità, rispetto al piano di calpestio. L’area, subito dopo il ritrovamento, è stata interdetta al pubblico, anche se fortunatamente essendo ancora presto per l’apertura degli esercizi commerciali, non vi era molta gente nei paraggi.

 

A Palazzo Ducale, sul luogo del ritrovamenti dei due pacchetti sospetti, sono accorsi anche il questore Angelo Sanna e il procuratore aggiunti antiterrorismo Adelchi D’Ippolito. Assieme a loro anche le squadre di artificieri della Digos. Nel primo involucro, aperto con le dovute precauzioni tecniche, non era presente materiale esplosivo. Neanche nella seconda confezione è stato rinvenuto alcunché di esplosivo. I due pacchetti, che hanno fatto scattare l’allarme bomba, altro non erano che sacchettini fatti di stracci, contenenti dei piccoli sassi di pietra chiara, con molta probabilità del quarzo. Su uno dei due pacchetti sospetti di Venezia sono state ritrovare tracce di sangue, al vaglio degli inquirenti.

 

Ovviamente dopo gli attacchi di Bruxelles, la tensione e l’allarmismo sono molto alte, anche in laguna a Venezia. Questo è uno dei centri turistici più frequentati in Italia, dunque potrebbe essere, come del resto molte altre città italiane, mira di attentati terroristici. Ciò che è accaduto stamane presso il Palazzo Ducale, sta avvenendo con regolarità in molti altri siti in tutta Europa, in cui è forte la paura di possibili attacchi. Intervistato, il questore Sanna ha affermato che i due pacchetti sospetti sono stati rinvenuti nelle griglie del cortile d’entrata del palazzo storico, e che non hanno ancora la certezza di quando siano stati posizionati, ma che ora tutta l’area circostante è in sicurezza. Nel frattempo sono ricomparsi i turisti stranieri, ignari di ciò che stesse avvenendo all’interno. 

di Pierluigi Liguori
 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia