Bruxelles, è morta Patricia Rizzo: l'italiana vittima dell'esplosione in metro Tra le vittime un'altra donna di origini italiane - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

26-03-2016

Bruxelles, è morta Patricia Rizzo: l'italiana vittima dell'esplosione in metro

Tra le vittime un'altra donna di origini italiane


Responsive image

Nomi, identità, persone: il riconoscimento delle 32 vittime dei terribili attentati di martedì a Bruxelles prosegue. Storie di vite spazzate via dall'odio, dalla follia cieca dei jihadisti. Tra queste, è arrivata la conferma: c'è anche l'italiana sino a ieri dispersa, Patricia Rizzo, la funzionaria europea 48enne che martedì mattina viaggiava sulla metro di Bruxelles per raggiungere place Rogier; luogo degli uffici del Consiglio europeo per la ricerca. Di Patricia non si avevano più notizie dal giorno degli attacchi: ancora una fermata e sarebbe arrivata al lavoro, poi la violenta esplosione all'altezza della stazione di Maelbeek e l'inizio dell'incubo.

 

Dopo tre giorni di attesa, di appelli e di ricerche da parte di amici e familiari, è arrivata la triste notizia: il corpo di Patricia è stato riconosciuto tramite l'esame del Dna; a darne conferma è stato l'ambasciatore belga, che si trovava in ospedale insieme ai familiari della donna durante il difficile riconoscimento. La notizia della morte dell'italiana in Belgio, è stata comunicata dal cugino Massimo tramite un commovente messaggio sui social: “Cari amici, in primo luogo grazie per il vostro sostegno, il vostro aiuto e quello degli amici di diversi paesi. Patricia purtroppo non è più tra noi. È dura. Abbiamo messo fine a questa corsa interminabile contro il tempo per ritrovarti: Pat, mi manchi, ci manchi. Ti voglio bene”.

 

Patricia Rizzo era nata in Belgio, figlia unica di una famiglia originaria di un piccolo paese in provincia di Enna. Suo nonno era arrivato a Bruxelles come minatore e suo padre Gaetano aveva aperto un ristorante in centro. Patricia era mamma di un ragazzo di 17 anni ed era tornata a Bruxelles dopo aver lavorato all'ETF di Torino e all'Autorirtà europea per la sicurezza alimentare a Parma dal 2005 al 2008, come assistente di direzione dei massimi vertici dell'Agenzia. Tornata in Belgio aveva lavorato all'Agenzia europea degli audiovisivi e infine al Consiglio europeo per la ricerca. Tra i tanti messaggi di condoglianze che si affollano in queste ore immediatamente successive alla conferma della morte dell'italiana, arriva anche quello dell'ex marito Chris, che postando una foto del giorno del loro matrimonio l'ha definita “una madre straordinaria”. Patricia è ricordata da amici e colleghi come una persona sempre sorridente, per i vertici dell'Efsa la morte della funzionaria è “una perdita inconcepibile”.

 

Intanto, nella giornata di ieri è arrivata la conferma da parte della polizia di Aquisgrana della perdita di un'altra donna di origini italiane, si tratta di Jennifer Scintu, 29enne nata e cresciuta in Germania e che martedì mattina si trovava davanti al check-in dell'American Airlines con il marito Lars. Jennifer è morta a causa delle esplosioni mentre il marito è in coma, i due neo sposi erano in procinto di partire per New York, dove avrebbero festeggiato un anno di matrimonio. La madre della vittima era originaria di Ales, un piccolo centro della Sardegna, dove i coniugi erano soliti trascorrere le vacanze estive.
 

di Simona Russo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

Cura del viso: tutti sui sieri

SALUTE | 23-03-2021

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato
Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del Covid-19

CULTURA | 02-10-2020


Responsive image





CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia