Diabete: arriva il cerotto che sostituisce l’insulina. Addio iniezioni L’Università del North Carolina Chapel Hill e North Carolina State crea ‘trasmettitore’ di cellule beta - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SALUTE

 

26-03-2016

Diabete: arriva il cerotto che sostituisce l’insulina. Addio iniezioni

L’Università del North Carolina Chapel Hill e North Carolina State crea ‘trasmettitore’ di cellule beta


Responsive image

I ricercatori delle Università del North Carolina-Chapel Hill e North Carolina State hanno creato un “trasmettitore” esterno di cellule beta, le quali secernono quantità adeguate di insulina, l'ormone che metabolizza gli zuccheri, per sopperire alla mancanza di esse nei soggetti diabetici. Infatti, questi ultimi devono convivere con “la siringa nella tasca”, cioè non possono spostarsi senza avere con loro tutto l’occorrente per somministrarsi l’insulina. Il cerotto in questione si chiama Smart Patch e i risultati ottenuti dallo studio relativo al progetto sono stati pubblicati su Advanced Material.

 

 

Fino a ora sono circa più di 300 milioni le persone che nel mondo soffrono di diabete e non sarebbe affatto male per loro semplificare la quotidianità attraverso l’uso di un semplice cerotto. Lo Smart Patch è grande più o meno come una moneta, è di un materiale di utilizzo cosmetico e diagnostico, è ricoperto da centinaia di microaghi pieni di cellule beta immagazzinate in microcapsule di alginato, un polimero biocompatibile. Viene così stabilito un contatto tra l'ambiente interno e le cellule beta esterne. Le cellule beta contenute nel cerotto grazie a sostanze chimiche sensibili allo zucchero, monitorano i suoi valori nel sangue e quindi in caso di necessità ne rilasciano la quantità idonea in esso.

 

 

Lo Smart Patch è stato per adesso sperimentato solo su topi di laboratorio con diabete di tipo 1 dimostrandosi efficace per 10 ore. Nel 2015  è stato realizzato invece lo Smart Insuline Patch, che conteneva direttamente insulina, cioè il prodotto delle cellule beta. Il cerotto è sicuramente una soluzione più auspicabile per i pazienti malati di diabete. Infatti, il trapianto di cellule pancreatiche produttrici dell'ormone insulinico negli anni non ha riscosso grande successo a causa dell’alto numero di casi di rigetto o degli effetti collaterali degli immunosoppressori appositi. Si tenta dunque questo nuovo approccio, che eviterebbe anche i suddetti problemi di rigetto.

di Angelica Leone
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Diabete, basta alle iniezioni grazie al trapianto di cellule pancreatiche
Trapianto di ‘isole pancreatiche’ eseguito su uomo di 41 anni a Milano lo priva dell’obbligo delle iniezioni insuliniche

SALUTE | 09-06-2016

Responsive image

Diabete di tipo 2, scoperto farmaco che lo indebolisce
Passo avanti nella lotta alla patologia, grazie a uno studio sui ‘geni della magrezza’

SALUTE | 07-06-2016

Responsive image

Giallo in Vaticano: muore assistente Papa Francesco
La donna, addetta alla reception del pensionato di Santa Marta, era incinta e malata di diabete

CRONACA | 24-02-2016

Responsive image

Cancro al seno: abbassare i livelli d’insulina nel sangue è fondamentale
Lo studio americano si aggiunge ad altri studi precedenti che hanno dimostrato connessioni tra l’insulina e la formazione di masse tumorali

SALUTE | 13-01-2016

Responsive image

Responsive image

Leonard Thompson: il primo uomo sul quale è stata sperimentata l’insulina
Un contributo importante alla medicina odierna si deve anche a questo ragazzo che si offrì alla sperimentazione di un trattamento ancora nuovo per l’epoca

SALUTE | 11-01-2016

Responsive image

Diabete 2: con un nuovo farmaco basta un'iniezione a settimana
Un nuovo farmaco a base di dulaglutide viene iniettato solo quattro volte al mese

SALUTE | 08-12-2015

Responsive image

Diabete insulino dipendente: addio alle iniezioni giornaliere
Le iniezioni quotidiane di insulina potrebbero diventare solo un brutto ricordo per i diabetici di tipo 1

SALUTE | 30-11-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia