Derby capitolino: ultima chance di riscatto per la Lazio Pioli con gli uomini contati e i giocatori demotivati ma la storia insegna che il derby è una partita imprevedibile - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

29-03-2016

Derby capitolino: ultima chance di riscatto per la Lazio

Pioli con gli uomini contati e i giocatori demotivati ma la storia insegna che il derby è una partita imprevedibile


Responsive image

Si avvicina il derby capitolino, uno degli appuntamenti più attesi dell’anno a Roma, ma che a causa dei tanti problemi irrisolti, a cui si sono aggiunti gli scarsi risultati dei biancocelesti, quest’anno non vedrà la solita partecipazione in massa dei supporter laziali. A confermarlo anche la vendita dei biglietti che procede troppo lentamente: fino a oggi sono infatti solo 2800 i tagliandi staccati. La Curva Nord, assente da inizio anno per le polemiche contro il prefetto Gabrielli, continuerà a disertare lo stadio dandosi appuntamento davanti a un maxischermo. Per quanto riguarda il discorso abbonati, invece, è piuttosto difficile stabilire quanti saranno presenti. Si stima che i tifosi biancocelesti saranno meno di ventimila.

 

Come arriva la Lazio a questo derby? La situazione attuale dei biancocelesti impone ai tifosi di restare coi piedi per terra. La Roma di Spalletti ha spiccato il volo mentre l’aquila di Pioli sembra in caduta libera. Gli obiettivi annuali sono tramontati uno dopo l’altro e anche al Campionato non si ha nulla da chiedere. L’Europa è ormai fuori portata. Il derby resta dunque una prova d’orgoglio, l’ultima, fine a sé stessa ma molto gratificante se si riesce a portarla a casa. Certamente i pronostici non sono favorevoli alla Lazio ma ciascun tifoso sa bene che il derby è una partita a sé, fuori da ogni pronostico e soprattutto vinto dalla squadra che riesce a gestire meglio il nervosismo.

 

Tra le file della Lazio sono ormai molti i veterani del derby, da Marchetti a Candreva passando per Klose e Lulic, giocatori che hanno saputo trarre da questa partita le loro consacrazioni. Klose per il gol all’ultimo minuto che, nell’ottobre 2011, consegnò dopo 5 derby persi, la vittoria alla Lazio. Candreva perché con un suo gol riuscì a dissipare i dubbi residui sulla sua presunta fede romanista e Lulic… be’ Lulic non c’è neanche bisogno di ricordarlo. Si dice 71 e si è detto tutto. Toccherà a loro trasmettere la giusta carica ai nuovi giocatori che calcheranno il prato dell’Olimpico in quest’occasione e saranno molti per altro. L’infermeria pullula, infatti. Radu e Konko, altri veterani del derby, non faranno da scudo alla porta e mancherà probabilmente anche Milinkovic-Savic, il talentino serbo che sta dando molta solidità al centrocampo. Anche la partecipazione di Basta è incerta. La Lazio, dunque, si presenterà all’ultimo appuntamento di rilievo della stagione non solo senza motivazioni ma anche senza alcuni pezzi importanti della sua ossatura.

 

Una situazione che raccontata così sembrerebbe irrimediabilmente compromessa, se non fosse per l’imprevedibilità di queste partite che sfuggono a ogni ragionevole pronostico. Nel 2010 Ranieri per vincere un derby contro la Lazio in vantaggio dovette togliere Totti e De Rossi, così come in un’altra stracittadina, nota come il derby della befana, fu Paolo Di Canio a trascinare la Lazio alla vittoria, motivandola al punto che tutti i giocatori giocarono con gli occhi iniettati di sangue. Pronostici fragorosamente infranti, invece, per un derby giocato nel marzo 2008. Sulla panchina della Roma sedeva sempre Spalletti e i giallorossi non solo erano l’unica squadra a tenere testa all’Inter di Mourinho ma erano anche reduci da una brillante vittoria in casa del Real Madrid che garantiva loro il passaggio ai quarti di finale. Morale alle stelle quindi, l’opposto che si respirava in casa Lazio, fuori dall’Europa e in posizione di medio bassa classifica.

 

Era la Lazio di Behrami, di Kolarov, di Pandev e Rocchi ma anche di Cribari, Siviglia e nonno Ballotta, guidati da Delio Rossi, uno che in fatto di derby ha regalato ai biancocelesti grossissime soddisfazioni. Mai come allora le condizioni delle due squadre evidenziavano un ampio divario. Eppure la Lazio fu capace di allo scadere dei supplementari la vittoria ai suoi tifosi con un gol di Berhami. La chiave di quella vittoria fu indicata dal suo stesso artefice “testa e cuore”. Ed è proprio questa la strada che la squadra dovrebbe seguire domenica prossima. Giocare con la testa e con il cuore ma anche col coltello tra i denti per farsi perdonare una stagione buttata al vento, un potenziale sprecato e di aver ferito e ‘straferito’ tutti quei tifosi che continuano a crederci.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale
I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a rialzare la testa

SPORT | 13-04-2018

Responsive image

Compleanno Lazio: arriva ‘ Lo scudetto Spezzato’
Il libro ricostruisce attraverso testimonianze e documentazioni dell’epoca la storia del famigerato campionato 1914-15

SPORT | 04-01-2017

Responsive image

4 dicembre altro che referendum: a Roma c'è il derby
Il countdown è iniziato e le premesse per assistere a un derby spettacolare ci sono tutte

SPORT | 29-11-2016

Responsive image

S.S. Lazio ancora con Amatrice: presto un disco per beneficenza
E il presidente della Sampdoria lancia la proposta del ritiro delle squadre di serie A in Valnerina per la prossima estatep

SPORT | 02-11-2016

Responsive image

Responsive image

La S.S. Lazio ad Amatrice per la foto ufficiale della stagione 2016-2017
I biancocelesti mercoledì faranno visita anche alla scuola ricostruita dopo il sisma per incontrare gli alunni

SPORT | 18-10-2016

Responsive image

Lazio occasione sciupata: contro il Chievo non si va oltre il pari
Pioggia di cartellini gialli sul finire del match

SPORT | 11-09-2016

Responsive image

Terremoto Centro Italia: anche il mondo del calcio nella grande catena solidale
Raccolte fondi e incassi devoluti sono le iniziative di alcuni club di Serie A

SPORT | 25-08-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia