Migranti, scattato il piano Ue: prime espulsioni in Grecia e primi arrivi di siriani in Europa L'accordo siglato tra Ue e Turchia decolla tra le protesta delle organizzazioni umanitarie. In Turchia gravi lacune legali e mancanza di un'adeguata protezione' - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

05-04-2016

Migranti, scattato il piano Ue: prime espulsioni in Grecia e primi arrivi di siriani in Europa

L'accordo siglato tra Ue e Turchia decolla tra le protesta delle organizzazioni umanitarie. In Turchia gravi lacune legali e mancanza di un'adeguata protezione'


Responsive image

Al via lo scambio incrociato di migranti concordato tra Ue e Turchia. All'alba di ieri, la polizia greca ha imbarcato i primi 136 migranti dall'isola di Lesbo alla volta della località turca di Dikili. Altri 66 profughi, invece, sono partiti dall'isola di Chios, dove ci sono stati aspri scontri tra polizia e alcuni attivisti dei diritti umani, che avevano inscenato una dura protesta contro questo sistema di deportazione definito "pianificato". Sempre nell'ambito dell'accordo, nello stesso giorno, 32 siriani dalla Turchia sono arrivati in Germania e 11 in Finlandia, mentre oggi un altro gruppo metterà piede nei Paesi Bassi.

 

È partito così il controesodo stabilito dall'accordo tra Ue e Ankara per limitare gli arrivi in Europa, ponendo fine all'immigrazione irregolare attraverso l'Egeo. La Turchia si riprenderà tutti i profughi partiti irregolarmente dalle coste turche e arrivati in Grecia. In cambio, invierà in Europa in modo regolare migranti di nazionalità siriana, presi dai campi profughi turchi. In base all'accordo tra Bruxelles e la Turchia, dalla sua entrata in vigore, il 20 marzo, sono 4000 i profughi trattenuti nelle isole greche. I rimpatri riguarderanno solo quelli che non hanno fatto domanda d'asilo o quelli ai quali è stata respinta. Giorgio Kyritsis, portavoce di uno dei comitati di crisi dei rifugiati, ha spiegato, però, alla Tv di Stato greca che i migranti imbarcati ieri dalla Grecia provengono dal Pakistan e dal Bangladesh. Non solo, quindi, per esaminare la loro domanda d'asilo ci vorrà diverso tempo ma difficilmente chi proviene da questi Paesi riceve asilo in Europa.



L'accordo, come prevedibile, è stato duramente criticato dalle organizzazioni umanitarie, come l'Unhcr e Amnesty International. Dure e esplicative le parole di Giorgos Kosmopoulos di Amnesty International: "Questo è il primo giorno di tempi molto duri per i diritti dei rifugiati. Nonostante le gravi lacune legali e la mancanza di un'adeguata protezione in Turchia, l'Ue sta andando avanti in un accordo pericoloso". Sulla stessa lunghezza d'onda la presidente della Camera, Laura Boldrini: "È una soluzione che difficilmente funzionerà e ha già creato una macchia sulla reputazione della Ue come continente dei diritti umani". Intanto, già un'ombra si addensa sull'organizzazione logistica. Il personale messo a disposizione dagli Stati membri è, infatti, ancora piuttosto esiguo per un'operazione di queste proporzioni. Gli ufficiali per accompagnare i rientri sono meno della metà di quello che servono, mentre gli interpreti sono 22 contro i 400 necessari.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Roma, centro blindato: in piazza per migranti e rifugiati
Per 'Fight/Right Diritti senza confini' attesi 15mila partecipanti

CRONACA | 16-12-2017

Responsive image

Migranti, Gentiloni lo aveva promesso: il calo degli sbarchi in Italia è realtà
Dal 2016 al 2017, gli sbarchi sono calati del 3%. Determinante la collaborazione con la Guardia costiera libica, ma su quest'ultima cadono sospetti

POLITICA | 10-08-2017


Responsive image

Emergenza migranti. L'Austria pronta a mandare l'esercito al confine italiano
Francia e Spagna chiudono i propri porti

ESTERI | 04-07-2017

Responsive image

Responsive image

Immigrati a Roma: quanti sono, cosa fanno e in quali municipi risiedono
Virginia Raggi parla di ‘emergenza’. Su quali dati si basa?

POLITICA | 23-06-2017

Responsive image

Migranti, Nina Moric vs Virginia Raggi: 'Può copiare CasaPound, ma io sono più figa'
Intanto oggi sono arrivate nuove dichiarazioni della sindaca di Roma, che ha corretto il tiro rispetto a quelle dei giorni scorsi

POLITICA | 15-06-2017

Responsive image

Emergenza migranti Roma. Da Fittipaldi a Giorgia Meloni, le reazioni allo stop della sindaca Raggi
Numerose le critiche. Bonafoni: ‘è davvero una propaganda della peggior specie’

POLITICA | 14-06-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia