Palmira liberata? 'No, è solo stata trasferita da una tirannia all’altra' Nessuna pace per i cittadini che adesso temono le vendette dei presunti liberatori - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

06-04-2016

Palmira liberata? 'No, è solo stata trasferita da una tirannia all’altra'

Nessuna pace per i cittadini che adesso temono le vendette dei presunti liberatori


Responsive image

La riconquista di Palmira da parte delle truppe siriane è stata salutata dai media di tutto il mondo con molta enfasi. Particolarmente a cuore era la sorte capitata ai suoi famosi monumenti e un certo sollievo è stato manifestato nel constatare che qualcosa era rimasto in piedi. In più, a dimostrazione della violenza con cui i jihadisti hanno governato la zona, se mai ce ne fosse stato bisogno, il rinvenimento, nei giorni scorsi, di una fossa comune dove erano sepolti anche cadaveri di civili, compresi donne e bambini, alcuni con segni di tortura sul corpo e altri decapitati.

 

Poco si è detto, però, dello stato d'animo di una popolazione stretta a doppio giro tra la spirale di violenza dell'Isis e quella del suo legittimo leader Assad, considerato non meno feroce dal suo popolo. A descrivere questa situazione d'orrore ci ha pensato Mohamed Alkhateb in un articolo apparso su The Independent. Nato e cresciuto a Palmira, dopo aver studiato a Homs, è tornato nella sua città quando iniziarono a soffiare i primi venti della rivoluzione. Arrestato e torturato dalla polizia era stato rimesso in libertà, abbandonando la città prima dell’arrivo dell’Isis a maggio del 2015. Dice Mohamed: “Palmira non è stata liberata. È stata solo trasferita da una tirannia ad un’altra”. Niente di nuovo sotto le stelle. Alla fine della II Guerra mondiale, una buona parte dell’Europa passò dalla dittatura di Hitler a quella di Stalin rinunciando per decenni ai sogni di libertà  e democrazia. È quello che sta accadendo in Siria. “Noi, la gente di Palmira, consideriamo entrambi l’Isis e Assad dei criminali. Entrambi commettono crimini contro l’umanità, uccidono persone innocenti e distruggono città e relique storiche. Entrambi provocano l’esodo di popolazioni innocenti. Entrambi segregano, torturano e uccidono attivisti politici come me”.

 

Sostiene Mohamed che: “Anche ora che Palmira si suppone sia stata liberata dai soldati di Assad, c’è poca speranza per i cittadini sfollati di tornare alle loro case; hanno troppa paura delle forze armate di Assad e dei miliziani legati a lui”. Mohamed, infatti, condivide con una gran parte dei suoi concittadini il timore di vendette da parte di chi vorrà sospettarli di aver collaborato con l’Isis. Ed è qui che Mohamed Alkhateb lancia un monito alla comunità internazionale: “Non comportatevi come foste ciechi ai crimini di Assad. Come penalizzate l’Isis, dovete penalizzare il regime di Assad in eguale misura. Lui è lessenza del problema in Siria e sia lui sia l’Isis sono i nemici della gente siriana”. Un accenno anche alla distruzione dei monumenti. “Assad rivendica di aver lanciato questa offensiva per proteggere i siriani e liberare l’Hermitage dall’Isis, ma le sue bombe hanno distrutto tanta parte della città e delle sue preziose rovine".

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017

Responsive image

Comincia il Ramadan, ma l’Isis non ci lascia a digiuno dal terrore
E dall'America un giornalista musulmano insegna il galateo del Ramadan

CULTURA | 27-05-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia