Amministrative. Commissione Antimafia pronta a passare al setaccio i Comuni Occhi puntati soprattutto su Roma - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

14-04-2016

Amministrative. Commissione Antimafia pronta a passare al setaccio i Comuni

Occhi puntati soprattutto su Roma


Responsive image

Le elezioni amministrative sono ormai alle porte e la presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi è pronta, dopo la scure dell’anno scorso sulle Regioni, a passare al setaccio i Comuni. Quelli sciolti per mafia, quelli sciolti per mafia e mai tornati a votare, e i Comuni in commissariamento. E tra questi fa capolino anche Roma. Rosy Bindi presenterà, dunque, a breve, una proposta all'ufficio di presidenza. Tuttavia si mostra consapevole che «i tempi e gli strumenti che abbiamo a disposizione sono limitati». Sono 1400, infatti, i Comuni che vanno al voto, per un totale di 150mila candidati. Impossibile, quindi, passare al vaglio tutte le liste amministrative.

 

Ma l’allarme rimane comunque elevato. «Sono proprio le amministrazioni locali il primo varco delle mafie nelle pubbliche amministrazioni, nei rapporti con la politica e anche nell'economia», denuncia la Bindi facendo appunto presente che «si va a votare in molte realtà nelle quali le mafie hanno dimostrato di essere luoghi di insediamento». Secondo la Commissione, infatti, «la mera applicazione del nostro Codice non è sufficiente a fare l'effettiva foto del rischio di infiltrazione mafiosa». Da qui la necessità di acquisire informazioni che vadano al di là del semplice dato giudiziario «legato al carico pendente dei reati». Insomma, servono regole più stringenti.

 

Tra i Comuni nel mirino (circa una decina) anche Battipaglia, Brescello e Scalea. Ma ad avere gli occhi puntati addosso è soprattutto la Capitale. E c’è già chi parla, nonostante il parere della Commissione non sia vincolante, di un complotto contro il candidato sindaco per il centrodestra, Guido Bertolaso. L'ex capo della Protezione civile è infatti stato rinviato a giudizio per omicidio colposo plurimo in relazione alla convocazione della Commissione Grandi Rischi del 31 marzo 2009. In caso di vittoria, rischierebbe dunque di doversi dimettere per effetto della Legge Severino.

Partito il countdown per le elezioni, la scalata al Campidoglio si fa, dunque, sempre più fitta.

 

 

di Valeria De Simone
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Mafia a Ostia. Rosy Bindi: ‘Situazione grave’
La presidente della commissione parlamentare antimafia assicura: 'Lo Stato c'è'

MUNICIPIO POLITICA | 06-12-2017

Responsive image

Roma, X Municipio verso il voto: tra i candidati forse Rosy Bindi
Casapound: 'Vogliono farci vincere'

MUNICIPIO POLITICA | 20-06-2017

Responsive image

Addio Pd. Rosy Bindi lascia la politica
La presidente della Commissione Antimafia: 'Finita questa legislatura lascerò il campo'

POLITICA | 10-04-2017

Responsive image

Commissariamento X Municipio, Antimafia contro i manifestanti
Parole dure da parte di Rosy Bindi. Domenico Vulpiani non si pronuncia

MUNICIPIO POLITICA | 02-02-2017

Responsive image

Responsive image

Vincenzo De Luca assolto: «Non sono più impresentabile»
Per i giudici del processo Sea Park il fatto non sussiste. De Luca polemico contro Rosy Bindi

POLITICA | 29-09-2016

Responsive image

Commissione antimafia: 14 impresentabili per le elezioni comunali
7 solo a Battipaglia, Rosy Bindi attacca le liste civiche

POLITICA | 01-06-2016

Responsive image

Vulpiani parla chiaro: Ostia vittima di 60 anni di irregolarità
Non solo chioschi e stabilimenti al centro delle verifiche

MUNICIPIO POLITICA | 10-03-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia