Atalanta-Roma: capitan Totti salva i giallorossi dalla disfatta, ma non basta Ennesima occasione persa per i giallorossi, che in questa 33esima giornata di Serie A si dimostrano confusionari e inconcludenti - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

17-04-2016

Atalanta-Roma: capitan Totti salva i giallorossi dalla disfatta, ma non basta

Ennesima occasione persa per i giallorossi, che in questa 33esima giornata di Serie A si dimostrano confusionari e inconcludenti


Responsive image

La Roma ospite dell’Atalanta a Bergamo in questa 33esima giornata di Serie A. I giallorossi devono vincere se intendono puntare al secondo posto e mantenere stretto il terzo. Soprattutto perché la formazione di Spalletti è reduce da un deludente pareggio casalingo contro il Bologna. All’Atleti Azzurri d’Italia non ci sono i supporters giallorossi, sempre così calorosi e presenti nelle ultime trasferte. Prima fischio d’inizio di Irrati, sugli spalti dello stadio di Bergamo sono comparse due bandiere, una dell’Egitto e una dell’Italia. Probabilmente, esposte per stemperare le polemiche dei giorni scorsi, relative alla richiesta di entrare in campo con lo striscione “Verità per Giulio” rivolta ai club dalla Lega di Serie A. L’iniziativa avrebbe potuto creare imbarazzo a Mohamed Salah, ambasciatore d’Egitto nel campionato italiano.

 

La partita. La Roma scende in campo schierata in un 4-3-1-2. Due punte, quindi. Szczesny in porta, a copertura Rudiger, Manolas, Zukanovic, Digne, poi Florenzi, De Rossi, Nainggolan e Salah. Avanti Dzeko e Perotti. Indisponibili: Norbert Gyomber, per recupero dalla frattura dell’alluce del piede destro, Iago Falque, a causa di una contusione alla coscia destra, Salih Ucan, per contusione alla gamba sinistra. In panchina, invece, Pjanic a causa delle sue imperfette condizioni fisiche. Il primo brivido è per l’Atalanta. Dopo soli 6 minuti di gioco Borriello supera due uomini e dal limite prova il sinistro: palla al lato. I nerazzurri hanno molto spazio per sviluppare le azioni sulle fasce. Spalletti chiede più coraggio ai suoi difensori in questo match che sembra decidersi tutto a centrocampo. L’Atalanta in questa prima fase di gioco si mostra decisamente più aggressiva, la Roma è in affanno nelle ripartenze e confusionale in attacco. Al 13’ minuto Gomez riceve, conduce palla e, dopo aver vinto un rimpallo con Manolas, tenta la gran botta: alto. Rispondo i giallorossi al 16’ minuto: De Rossi verticalizza per Dzeko, che mette dentro un buon cross, ci prova Perotti, ma la palla termina alta. Szczesny, impreciso nelle uscite. Al minuto 23 la Roma passa in vantaggio. Digne, triangolo con Perotti, dall’interno dell’area di rigore prova il destro a giro. È 0-1. Passano solo 3 minuti e la Roma raddoppia il vantaggio. Salah riceve dalla destra, conduce palla e serve Nainggolan, che dal limite dell’area di rigore, fa secco Sportiello. È 0-2. Forse i nerazzurri, per la prestazione mostrata sino ad ora, non meritano questo pesante risultato. L’Atalanta approfitta di un errore a centrocampo della formazione giallorossa e al 33’ minuto accorcia la distanza. Kurtic serve in profondità Gomez, che dalla sinistra mette dentro un buon cross, interviene D’Alessandro. Spalletti mischia le carte nella formazione capitolina: fuori Digne, dentro Emerson Palmieri. Irrati al minuto 35 è costretto ad estrarre il cartellino giallo per Zukanovic a causa di un fallo su D’Alessandro, involato a rete. Partita ricca di emozioni, la Roma decisamente caotica. I nerazzurri trovano il pareggio con Borriello nel suo 76esimo gol in Serie A. Al minuto 77, Borriello stacca di testa sul corner di Gomez e batte Szczesny. Al minuto 41 occasione clamorosa per la Roma. Florenzi crossa dalla destra, la palla arriva a Dzeko, che supera Sportiello e spara alto a porta vuota. Un minuto di recupero. Ancora Roma. Rudiger mette dentro un ottimo pallone, Dzeko prova in mezza rovesciata: miracolo di Sportiello. Irrati fischia la fine di questo primo tempo e manda tutti negli spogliatoi. Le squadre rientrano in campo. Dopo soli 5 minuti di gioco gli orobici trovano il gol del 3-2. Gomez riceve, supera Rudiger e dalla sinistra mette in mezzo un cross insidioso, interviene Borriello in anticipo su Zukanovic. Minuto 51, Borriello riceve il cartellino giallo, perché si è tolto la maglia durante l’esultanza. Al minuto 54 Spalletti opta per il secondo cambio: fuori Zukanovic, dentro El Shaarawy. Irrati ammonisce per proteste Masiello, che era intervenuto in maniera scomposta su El Shaarawy. La Roma crolla psicologicamente, è confusionaria. Brivido per l’Atalanta. Gomez viene servito in profondità, supera Manolas e serve in area Borriello, che sciupa tirando alto. Ammonio anche De Rossi, per intervento irregolare su Migliaccio. La Roma al 72’ minuto torna a farsi sentire. Perotti sulla sinistra, dalla linea di fondo, serve Dzeko all’interno dell’area, ma il tiro finisce, per l’ennesima, volta alto. Al minuto 75 sostituzione nella formazione nerazzurra: fuori D’Alessandro, dentro Raimondi. Al minuto 76 Spalletti mischia le carte nella formazione capitolina: esce De Rossi, entra Totti. La Roma trova il pareggio con il suo capitano, con il gol numero 301 in carriera. Dopo un batti e ribatti in area la palla finisce al numero 10, che calcia di potenza e batte Sportiello al minuto 85. È 3-3. Irrati estrae il cartellino rosso per Spalletti, per proteste fuori dall’area tecnica. Al 90’ minuto Raimondi stende El Shaarawy a centrocampo, per lui cartellino giallo. Saranno 5 i minuti di recupero. Cambio nella formazione orobica: esce Gomez, entra Brivio. Kurtic atterra Nainggolan in contropiede, viene allora ammonito da Irrati al 94’ minuto. Giallo, contestato dai tifosi nerazzurri, Manolas per intervento su Pinilla. Irrati fischia la fine.

 

Il post partita. Le reti dei bergamaschi sono state realizzate da D’Alessandro al 33′ e Borriello al 36′, entrambi ex della squadra giallorossa. Proprio il centravanti napoletano si è dimostrato per l’ennesima volta la bestia nera della Roma, considerando che ha sempre segnato nelle ultime tre occasioni in cui ha affrontato i giallorossi. I giallorossi dopo il vantaggio si sono persi e divisi. In questa stagione è la seconda volta che gli uomini di Spalletti subiscono tre gol in una partita di Serie A; la prima risale al 6 gennaio, quando i giallorossi pareggiarono per 3-3 sul campo del Chievo. La Roma si lascia sfuggire un’occasione importante. Difesa imprecisa e attacco confusionario portano in questa trasferta, all’Atleti Azzurri d’Italia, un solo punto, sofferto. Un pareggio che sa di sconfitta, soprattutto dopo il passo falso del Napoli con l’Inter. Le prestazioni dei singoli uomini di Spalletti sono tutte al di sotto della sufficienza. La difesa sempre in ritardo, il centrocampo sbaglia palloni fondamentali, Dzeko non mette a segno occasioni clamorose. In questa 33esima giornata raggiungono la sufficienza: Nainggolan, un gol e la grinta che negli altri è mancata, Digne, nel suo terzo gol stagionale, e Totti, provvidenziale, mette a segno il gol del 3-3 e fa un assist magistrale a Dzeko. “Noi abbiamo iniziato bene e cambiato in base a quelle che sono le loro qualità. Sul 2-0 abbiamo abbassato il livello di attenzione e loro l’hanno alzato, sfruttando due occasioni di ripartenza dove noi non abbiamo preso le giuste posizioni. Ci sono momenti della partita dove i difensori si devono schierare in maniera diversa, loro qui hanno costruito il risultato della partita. Digne? Aveva questo infortunio. Eravamo messi male quando abbiamo perso palla e con la qualità che hanno sono riusciti a crearci problemi. Se tu sei amareggiato, figurati io. Un’occasione come quella di oggi, dopo il 2-0, è un’occasione persa. Non ci siamo incastrati bene in quello che loro ci concedevano di fare, ci è mancato anche l’equilibrio quando abbiamo perso palla. Non abbiamo fatto le chiusure preventive. A un certo punto siamo stati anche fortunati quando non hanno chiuso la partita. La squadra di oggi dice che la nostra situazione è difficile, lo dice l’evidenza. Se siamo una squadra che dal 2-0 può anche perdere 4 o 5-2 è segno di una situazione di estrema difficoltà”, ha commentato il tecnico di Certaldo al termine del match. 

di Chiara Di Nicola
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

A Roma la Caritas lancia l'allarme povertà
L'aumento della disoccupazione e l'emergenza abitativa contribuiscono al malumore in continua crescita degli abitanti romani

CRONACA | 11-11-2017

Responsive image

Gli scontri diretti decidono veramente i campionati?
'Sarà un campionato che si deciderà in base agli scontri diretti'. Quante volte abbiamo sentito questa frase, soprattutto in riferimento alla Serie A in corso?

SPORT | 03-11-2017

Responsive image

Serie A, Roma e Lazio impegnate in due big match
Le due squadre capitoline contro Napoli e Juventus

SPORT | 14-10-2017

Responsive image

Responsive image

Dalla (Serie) A... alla Z: il campionato raccontato in 21 parole
Il punto sull'avvio di stagione

SPORT | 02-10-2017

Responsive image

4 dicembre altro che referendum: a Roma c'è il derby
Il countdown è iniziato e le premesse per assistere a un derby spettacolare ci sono tutte

SPORT | 29-11-2016

Responsive image

Eur, inaugurata la 'Nuvola' d'acciaio tra Roma e il cielo
L'evento è stato trasmesso in diretta televisiva, fischi e urla dalla platea per Virginia Raggi

CULTURA | 29-10-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia