Iran: arrestate modelle apparse senza velo su instagram Le donne sono accusate di diffondere cultura immorale. Ma il problema è di proporzioni molto più ampie - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

17-05-2016

Iran: arrestate modelle apparse senza velo su instagram

Le donne sono accusate di diffondere cultura immorale. Ma il problema è di proporzioni molto più ampie


Responsive image

Proteste e polemiche a non finire in Iran, dopo che un’operazione di polizia ha portato, la scorsa settimana, all’arresto di otto modelle. Le donne sono risultate colpevoli di aver pubblicato su Instagram alcune foto che le mostrava senza hijab, il velo islamico che copre il capo e le spalle delle donne e che la legge iraniana impone loro di indossare in pubblico. Ad annunciare la notizia durante un programma televisivo, Javad Babai, capo del tribunale per i crimini informatici. L’accusa alle modelle è di aver diffuso “cultura immorale, anti islamica e di promiscuità”.

 

L’agenzia Afp rivela che gli arresti sono stati effettuati nell’ambito dell’operazione Spider II, durata quasi due anni, e in cui sono stati esaminati oltre 300 account di Instagram, che hanno portato all’identificazione di ben 170 persone. Tra questi spiccano modelle, fotografi, fashion salon manager, designer e make up artist, tutti colpevoli di aver diffuso fotografie di donne senza il velo sul capo. Ma oltre agli otto arresti e a 29 avvisi di garanzia nessun provvedimento verrà preso contro di loro. “Quelle che hanno cambiato comportamento non sono state perseguite” ha spiegato, infatti, il procuratore.

 

Così, sulla scia di quanto affermato dal procuratore, giungono le prime redenzioni. Domenica scorsa, la tv di stato ha diffuso le immagini di Elham Arab, una delle donne arrestate, che chiedeva scusa al procuratore Abbas Jafari Dowlatabadi, e invitava le donne iraniane a non seguire il suo esempio. La modella, stavolta coi lunghi capelli biondi accuratamente nascosti da un chador nero, ha dichiarato alle telecamere: “Tutti amano la bellezza e il successo ma è importante sapere il prezzo che si pagherà per questo”.

 

In Iran il rapporto col mondo dei social network è piuttosto controverso e incomprensibile. Facebook, Twitter e You Tube sono vietati per disposizione del governo, anche se di fatto sono in molti a utilizzarli clandestinamente. L’uso di Instagram invece è concesso a tutti, ma sempre legato alle leggi del Paese. Secondo Mostafa Alizadeh, portavoce iraniano contro i cyber crimini, in realtà quest’operazione legata al mondo della moda rientra nella volontà del governo di colpire Istagram e soprattutto di contrastare l’impiego di Internet nel Paese, a cui al momento accede solo il 40% della popolazione. Di fatto, le azioni intraprese dal governo iraniano contro presunti crimini scattano per un nonnulla e sono eccessive. Basti pensare che nel maggio di due anni fa, alcuni ragazzi, per aver postato un video in cui ballavano Happy, celebre canzone di Pharrell William, sono stati condannati a sei mesi di carcere (poi sospesi) e a 91 frustate. Lunedì scorso invece è stato arrestato il gestore del servizio persianblog.ir.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Instagram, dalla Russia il distributore supersocial che dispensa follower e like
In un centro commerciale si possono comprare seguaci ‘fake’ con pochi spiccioli

SCIENZE E TECNOLOGIA | 10-06-2017

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Iran, doppio attentato alla politica e alla religione di Teheran
Il Parlamento iraniano e il mausoleo simbolo della città sotto attacco con due operazioni coordinate

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Responsive image

Ostia, su Instagram i lidensi pensano positivo
Tramonti, aquiloni e wind surf. Ecco gli scatti rubati sul lungomare

MUNICIPIO TERRITORIO | 13-03-2017

Responsive image

Omicidio Ilaria Alpi, aperto un nuovo fascicolo dopo anni di depistaggi
Si ricomincia da capo con lo stesso interrogativo: chi ha ucciso Ilaria Alpi e Miran Hrovatin?

CRONACA | 17-02-2017

Responsive image

Instagram, arriva lo shopping a prova di social
Presto in via di sperimentazione il tasto 'compra ora'

SCIENZE E TECNOLOGIA | 02-11-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia