Maltrattamenti alla scuola materna: insegnate agli arresti domiciliari Succede ad Avellino: l'accusa è di maltrattamenti, fisici e psicologici, ai danni dei piccoli alunni - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

30-05-2016

Maltrattamenti alla scuola materna: insegnate agli arresti domiciliari

Succede ad Avellino: l'accusa è di maltrattamenti, fisici e psicologici, ai danni dei piccoli alunni


Responsive image

Ennesimo episodio di violenza nelle scuole, ai danni dei più piccoli: un'insegnante di 58 anni, impiegata presso una scuola materna di Avellino, è finita agli arresti domiciliari con l'accusa di abituali maltrattamenti, fisici e psicologici ai danni dei piccoli alunni, bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni. A far scattare le indagini della squadra mobile di Avellino, le denunce di alcuni genitori.

 

A detta degli inquirenti, ci sarebbero tutti gli elementi per dimostrare la veridicità delle accuse: contravvenendo al proprio ruolo di educatrice, la maestra avrebbe adottato con continuità “una condotta gravemente lesiva dell'integrità fisica e morale di alcuni bambini”. Le minacce verbali, accompagnate da un tono di voce alto e imperioso, sarebbero talvolta sfociate anche in vere e proprie costrizioni fisiche, con schiaffi e strattoni. I particolari delle indagini saranno illustrati questa mattina, a partire dalle ore 11:00, nel corso di un conferenza stampa dal Dirigente della squadra mobile di Avellino.

 

Intanto, mentre l'ennesimo caso di violenza fisica e psicologica ai danni di bambini in tenerissima età riaccende ancora una volta i riflettori sulla scuola, un dubbio, sulla reale entità del fenomeno, sorge spontaneo. Quanti, i casi che vengono taciuti per anni o che passano inosservati? In seguito agli ultimi eclatanti episodi di maltrattamenti - tra cui ricordiamo quello dell'asilo nido di Roma e quello dell'asilo nido di Pavullo, dove gli stessi bambini, intimoriti dalla maestra avevano confessato ai genitori di non voler più andare a scuola - il fondatore e presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale, aveva parlato di “un'emergenza quantitativa”. Una situazione che, purtroppo, non si limita ai soli casi riportati dalla cronaca e per la quale andrebbero seriamente adottate misure di prevenzione e repressione.

di Simona Russo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

X Municipio: la scuola materna in via della Maggiorana rimane chiusa
Eppure sappiamo bene quanto la carenza di posti nelle scuole pubbliche nel X Municipio rappresenti una autentica piaga che pesa fortemente sull'economia delle famiglie. Indignazione di Marco Possanzini

MUNICIPIO CRONACA | 18-01-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia