Strage di Orlando, Trump attacca Obama e Clinton Il candidato repubblicano ripropone il bando contro i musulmani - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

13-06-2016

Strage di Orlando, Trump attacca Obama e Clinton

Il candidato repubblicano ripropone il bando contro i musulmani


Responsive image

Prima il panico, la paura, poi la consapevolezza e il cordoglio. Alle sensazioni immediate che ha suscitato la strage di Orlando, seguono le più fredde conseguenze politiche negli Stati Uniti che attendono le presidenziali. In molti hanno detto la loro, anche, ovviamente, il presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama e i due candidati che si stanno sfidando per prendere il suo posto: Hillary Clinton e Donald Trump. Il presidente Obama ha nuovamente mostrato il suo dissenso per l’attuale legislazione in materia d’armi, chiedendo ancora che si lavori per una legge a riguardo. Il secondo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d’America, in questo caso, è uno dei principali oppositori: «Essendo necessaria, alla sicurezza di uno Stato libero, una milizia ben regolamentata, non potrà essere infranto il diritto dei cittadini di detenere e portare armi». Figlio della storica resistenza dei padri pellegrini all’occupazione inglese e spagnola, l’emendamento è stato la base che ha trasformato l’arma da fuoco in un modus vivendi di stampo americano conosciuto in tutto il mondo.

 

La facile accessibilità alle armi è stata sempre motivo di dibattito nei giorni successivi alle oltre sessanta stragi compiute con armi a fuoco che gli Stati Uniti hanno dovuto affrontare, diversa la reazione delle istituzioni e dei propri rappresentanti nel momento in cui c’è stato bisogno di una legge. Insomma, Obama non è mai riuscito veramente a cambiare rotta per quanto riguarda il porto d’armi. Trump, d’avviso ben contrario sulla questione armi, ma sempre dichiaratamente anti-Islam, coglie la palla al balzo poche ore dopo la strage di Orlando: il primo tweet del candidato repubblicano alla Casa Bianca è una preghiera per le vittime, il secondo, a circa due ore di distanza, attacca l’attuale presidente Obama, reo, secondo Trump, di non pronunciare le parole “islam radicale”.

 

Parole ripetute in un successivo comunicato, nel quale attacca anche Hillary Clinton: «Nelle sue dichiarazioni oggi, il presidente Obama si è rifiutato vergognosamente perfino di pronunciare le parole “islam radicale”. Solo per questo motivo dovrebbe dimettersi. Non possiamo più permetterci di essere politically correct. Se Hillary Clinton, dopo questo attacco, non riesce ancora a pronunciare le parole “islam radicale”, dovrebbe uscire dalla corsa presidenziale». La Clinton si limita al pensiero verso chi è stato colpito dalla strage di Orlando, ma non si sbilancia in merito alla provenienza dell’attentatore. Intanto negli Stati Uniti già si è vociferato in merito ad uno spostamento di voti in direzione di Trump, già protagonista di un acquisto di voti successivo ad episodi che sono stati motivo di razzismo, il quale è tornato sulla proposta di mettere a bando i musulmani dal suolo statunitense. 

di Andrea Graziano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L'età del caos. Viaggio nell'America di Donald Trump
Dal 29 al 30 gennaio uno spettacolo di giornalismo al teatro Vittoria di Roma

CULTURA | 22-01-2018

Responsive image

Usa, dopo Weinstein è il turno di Trump: il presidente indagato per molestie sessuali
«Quando sei una star, le donne te lo lasciano fare». Lo aveva dichiarato il tycoon nel 2005

ESTERI | 16-10-2017

Responsive image

Donald Trump:«You’re fired». Tutti gli uomini (licenziati) dal presidente
Da Anthony Scaramucci, passando per Sally Yates, fino a James Comey

ESTERI | 01-08-2017

Responsive image

#Covfefe, Donald Trump svela la password per il lancio nucleare?
Un refuso sul profilo Twitter del presidente scatena la fantasia della community

ESTERI | 31-05-2017

Responsive image

Responsive image

Trump e la 'Bestia': il presidente arriva a Roma con il suo mezzo speciale
La Capitale sarà blindata per 24 ore da martedì 23 maggio

POLITICA | 22-05-2017

Responsive image

Trump, il muro con il Messico è rimandato ma ‘si farà’
Divisioni in seno al Congresso allungano i tempi. Ma il presidente americano non si arrende

ESTERI | 26-04-2017

Responsive image

Tutti contro The Donald: Starbucks, Google, Facebook e Apple boicottano Trump
Starbucks risponde al decreto anti-immigrazione con l’assunzione di 10 mila immigrati

ESTERI | 30-01-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia