Vertice Ue post Brexit, l'aula di liceo Renzi ottiene attenzione, Farage fa boccacce, tedeschi non contenti - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

28-06-2016

Vertice Ue post Brexit, l'aula di liceo

Renzi ottiene attenzione, Farage fa boccacce, tedeschi non contenti


Responsive image

Il Parlamento europeo, negli ultimi giorni, somiglia sempre più ad un’aula di un istituto superiore durante l’ora del “collettivo”, usata dalla classe per discutere delle problematiche e delle conseguenti soluzioni proposte riguardanti la vita scolastica. La Brexit ha avuto effetti pesanti sull’aula, oggi teatro di battibecchi e litigi. Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo, e Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, hanno ribadito il loro rispetto, invitando l’intera riunione plenaria a fare lo stesso, verso la decisione presa dalla maggioranza dei cittadini del Regno Unito. Schulz ha inaugurato la seduta con un tributo personale a Jonathan Hill, commissario per la stabilità finanziaria, il quale ha rassegnato le proprie dimissioni a seguito del risultato del referendum.

 

D’altro avviso è Nigel Farage, “Mr Brexit”, leader della campagna per il “Leave”, eurodeputato capo del partito euroscettico Ukip, che oggi non ha risparmiato l’Europarlamento dal proprio intervento. Premettendo che non presenterà dimissioni sino a quando saranno finiti i lavori per l’uscita dall’Europa, egli ha disegnato il quadro di una rivincita, anche personale, raggiunta dopo essere stato denigrato verbalmente quando annunciò che avrebbe portato il Regno Unito fuori dall’Europa, aggiungendo che «non sarà l’ultimo paese a lasciare l’Europa» e schernendo Juncker con un applauso durante l’intervento di quest’ultimo. «È l’ultima volta che applaudi qui», ha replicato il presidente della Commissione. Insomma, mancavano le pernacchie.

 

«E ora che faccio? Dopotutto avevo detto alla classe che mi sarei offerto volontario per l’interrogazione, ma ora non mi va! O meglio, finché si tratta delle domande sul mercato unico io ci sto. Diamine, se ci sto! Ma l’immigrazione e la tutela dei confini? Nah, non mi va tanto a genio il discorso. Solo che ho fatto votare i miei cittadini e la maggioranza di essi ha scelto di non far parte dell’Unione Europea. Quindi, che si fa? Aspettiamo». Il Regno Unito tergiversa, prende tempo. «Ci vuole più solidarietà e solidità! Europa unita!» Una vocetta grida dalle prime file. Lì al primo banco, nella fila centrale, ci sono sempre stati Angela e François, ora ci si è infilato Matteo, quel ragazzetto italiano che ora inneggia all’Europa più sociale e meno bancaria.

 

Matteo Renzi è lì, ha spostato una sedia e si è infilato tra i leader di Germania e Francia. Stamattina ha incontrato Schulz, poi si affianca ai ragazzi più grandi. La matricola, oggi, ha fatto ricreazione in cortile con i ragazzi dell’ultimo anno e torna in classe tronfio e con un sorrisetto stampato in volto. Dal leggio, la battuta sulla partita Italia-Spagna è l’apertura, poi il discorso verte più sulla necessità di sbrigarsi, non c’è da perder tempo. Tira quasi fuori le unghie nel citare il surplus di alcuni paesi rispetto al deficit di altri. Merkel trema, Renzi sorride, sicuramente la cancelliera tedesca avrà sempre un simpatico (?) ricordo degli italiani. 

di Andrea Graziano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Politici e social: ecco i commenti post elezioni
Non importa che siano vincitori o vinti, che sia per ringraziare o lanciare frecciatine, nessuno rinuncia ai social per dire la sua

POLITICA | 06-03-2018

Responsive image

La Germania dice sì alla Grande Coalizione, e l’Italia?
L’accordo Merkel-Schulz riapre il dibattito sulla ‘Grande Coalizione’ in Italia. Ecco il perché non avverrà mai secondo ‘The Financial Time’

POLITICA | 08-02-2018

Responsive image

Di Maio 'snobba' Renzi: niente confronto tv «non è un competitor»
Renzi risponde su Twitter: «E adesso scappi? Un #leader non fugge»

POLITICA | 06-11-2017

Responsive image

10 anni di Pd: tra malumori e scissioni, nozze di stagno del partito al Teatro Eliseo
L'evento in diretta dalla pagina Facebook ufficiale del Pd e da quella del segretario Renzi

POLITICA | 14-10-2017

Responsive image

Responsive image

Renzi, le magliette gialle si spostano: dai rifiuti di Roma ai luoghi terremotati
Domenica 21 maggio gli attivisti del Pd saranno nelle zone colpite dal sisma

POLITICA | 15-05-2017

Responsive image

Prendete e condividete tutti. L'app di Renzi contro le fake news
Renzi invita a condividere le sue notizie attraverso un'applicazione per smartphone: premio in palio

POLITICA | 20-04-2017

Responsive image

Addio Pd. Rosy Bindi lascia la politica
La presidente della Commissione Antimafia: 'Finita questa legislatura lascerò il campo'

POLITICA | 10-04-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia