Pokemon Go, l'app che trasforma in veri allenatori Pokemon Ancora non uscita ufficialmente, l'app dedicata ai mostri collezionabili già spopola - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SCIENZE E TECNOLOGIA

 

07-07-2016

Pokemon Go, l'app che trasforma in veri allenatori Pokemon

Ancora non uscita ufficialmente, l'app dedicata ai mostri collezionabili già spopola


Responsive image

In Italia uscirà ufficialmente soltanto (pare) il 15 luglio, ma da ieri è già Pokemon-mania. Sono tanti, infatti, gli appassionati italiani che non hanno saputo resistere alla tentazione di provare in anteprima Pokemon GO, l'app sviluppata da Niantic in collaborazione con Game Freak e Nintendo, rilasciata ieri sugli Store di alcuni Paesi stranieri (tra cui Giappone e Australia), e installabile (in Italia) su alcuni modelli di smartphone con sistema operativo Android (mentre gli utenti iOS dovranno aspettare fino al lancio ufficiale italiano) tramite l'installazione dell'apk (da scaricare al di fuori dello store ufficiale Google). Ma cos'è Pokemon Go, e soprattutto, come funziona?

 

Pokemon Go è un videogioco che sfruttando il gps dello smartphone (e Google Maps) e la realtà aumentata (la tecnologia che permette di sovrapporre elementi digitali all'ambiente circostante), consente di imbattersi nelle famose creature semplicemente esplorando il mondo reale. Proprio come nei videogiochi rilasciati nel corso degli anni sulle console Nintendo, al primo avvio dell'app sarà consegnato ad ogni giocatore uno “starter”: un Pokemon base, per così dire, per cominciare la propria avventura come allenatori Pokemon, che è possibile proseguire praticamente ovunque, ovviamente smartphone alla mano, incontrando Pokemon da catturare (tramite l'utilizzo delle famose Pokeball), o da combattere allenando i Pokemon già catturati e ottenendo bonus di vario tipo (acquistabili anche in app). Al momento, per giocare a Pokemon Go non si può fare a meno dello smartphone, ma a breve arriverà anche un bracciale Bluetooth, chiamato Pokemon Go Plus, che permetterà di giocare anche senza cellulare.

 

Un videogioco ma anche un po' una fitness-app, considerato il “fattore-esplorazione” insito nel concetto stesso di ogni gioco dedicato alle creature ideate ormai vent'anni fa dal giapponese Satoshi Tajiri. Pokemon Go è una vero e proprio sogno che si avvera per intere generazioni di ragazzi cresciuti a pane e Game Boy, passando ore ed ore ad esplorare ogni anfratto virtuale delle regioni immaginarie del mondo dei Pokemon, a caccia di creature da catturare e allenare, con l'obiettivo di diventare “il miglior allenatore Pokemon del mondo”. Obiettivo che, da oggi, è diventato un po' più reale.

di Flavio Del Fante
 







Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Avvistati Pokémon in Parlamento, dalla Norvegia all'Italia
La premier norvegese Erna Solberg è stata pizzicata a giocare a Pokémon Go nel corso di un impegno istituzionale

ESTERI | 06-10-2016

Responsive image

Roma, chi cerca un Pokémon trova… un ladro
Dei ragazzi hanno filmato un episodio di tentato furto con lo smartphone

CRONACA | 28-07-2016

Responsive image

Pokémon Go, la febbre che trasforma in alienati: è allarme sicurezza stradale
Il Codacons sollecita un'indagine: se necessario divieto di diffusione dell'app in Italia

CRONACA | 25-07-2016

Responsive image

Usa, Pokemon Go-mania: si distrae alla guida e centra la volante della polizia
L’ennesimo episodio, avvenuto a Baltimora, pone le basi per una riflessione sui rischi di un abuso dell’app più famosa del momento

ESTERI | 20-07-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia