Euro 2016: Francia in finale, Germania piegata per 2-0 A Marsiglia decisiva la doppietta di Griezmann, migliore in campo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

07-07-2016

Euro 2016: Francia in finale, Germania piegata per 2-0

A Marsiglia decisiva la doppietta di Griezmann, migliore in campo


Responsive image

In un Velodrome tutto esaurito va in scena quella che potrebbe essere definita, per i valori in campo, una sorta di finale anticipata. Eppure, Francia e Germania si affrontano “solo” per l'accesso alla finale vera e propria. 4-2-3-1 classico per i transalpini, con Lloris in porta, Sagna, Umtiti, Koscielny ed Evra in difesa, la coppia Matuidi-Pogba in mediana e il tridente formato da Sissoko, Griezmann e Payet a supporto di Giroud. Stesso modulo anche per i tedeschi, con Neuer in porta, Kimmich, Boateng, Howedes ed Hector in difesa, Schweinsteiger e Can a centrocampo e Ozil, Kroos e Draxler alle spalle di Muller. Arbitra l'italiano Rizzoli.

 

Avvio dai ritmi piuttosto alti e decisamente a tinte Bleus. I ragazzi di Deschamps partono subito forte, schiacciando la Germania ed affacciandosi anche pericolosamente dalle parti di Neuer al 7', con un guizzo di Griezmann, che salta mezza retroguardia avversaria e lascia partire una conclusione che solo una gran parata dell'estremo difensore tedesco toglie dall'angolino basso. Il dominio francese, però, dura appena 10'. A salire di tono, con il passare dei minuti, è infatti la Nazionale Campione del mondo in carica, che macina il suo gioco e mette quasi alle corde una Francia tenuta a galla da un prodigioso intervento di Lloris, che poco prima del 15' vola a deviare un tiro velenoso di Can dal limite dell'area. Il netto predominio tedesco non da però frutti, con Lloris bravo ad opporsi ancora su un tiro da fuori di Schweinsteiger.

 

Con il passare dei minuti, però, la pressione tedesca si attenua, e sono i Bleus a tornare a farsi pericolosamente sotto, nel finale di tempo, con uno spunto di Giroud, che vince un contrasto aereo a centrocampo con Boateng, si invola verso la porta tedesca ma viene murato all'ultimo momento da un grande recupero di Howedes. L'episodio chiave della prima frazione di gioco arriva proprio in extremis, nell'unico minuto di recupero: sugli sviluppi di un corner, Schweinsteiger blocca la sfera alzando un braccio. Per Rizzoli è calcio di rigore. Dal dischetto Griezmann non sbaglia, spiazzando Neuer e portando in vantaggio i suoi, in un Velodrome che esplode di gioia. E proprio sull'esultanza del furetto francese si chiude il primo tempo.

 

I primi secondi della ripresa sono una vera e propria sfuriata francese, con Giroud e Griezmann ancora protagonisti, ma questa volta senza fortuna. Passato lo spavento, i tedeschi provano a riorganizzarsi per andare a cercare il pareggio, trovando però sulla loro strada una Francia che si difende bene e riparte pericolosamente con le sue frecce. I tedeschi sbagliano tanto, sia in proiezione offensiva sia dietro, come al 71', quando Kimmich perde una palla sanguinosa in area di rigore, consegnandola di fatto a Pogba, che danza letteralmente sulla sfera e mette al centro un cross che Neuer smanaccia malamente sui piedi del solito Griezmann, che, appostato a centro area, appoggia comodamente in rete, per il 2-0.

 

La reazione tedesca è tanto tardiva e piuttosto confusa, quanto decisamente pericolosa, tra conclusioni dalla distanza, deviazioni su cross gettati in mezzo alla rinfusa e colpi di testa che lambiscono soltanto i montanti della porta difesa da Lloris. I minuti finali sono accademia francese (a parte un colpo di testa di Kimmich in pieno recupero, su cui è ancora una volta prodigioso Lloris), con Griezmann e Pogba sugli scudi, protagonisti assoluti delle ripartenze nelle praterie lasciate da una Germania troppo poco lucida per attaccare e difendere con efficacia. Alla fine, nel clima infuocato del Velodrome, è la Francia padrona di casa a staccare il pass per la finale di Parigi, a spese di una Germania forse più forte sulla carta, ma arrivata scarica all'appuntamento, sconfitta infine con una partita sbloccata da un episodio ma poi perfettamente condotta dal punto di vista tattico.

di Flavio Del Fante
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Euro 2016: un campionato imprevedibile quanto la vittoria del Portogallo
Tra cronache di ordinaria violenza e tifo da brividi, favole scritte e pronostici infranti. Solo un’unica certezza: Cristiano Ronaldo

SPORT | 11-07-2016

Responsive image

Portogallo sul tetto d'Europa
Prima le lacrime, poi la gioia. Cristiano Ronaldo costretto ad uscire per infortunio nel primo tempo, poi i supplementari e il gol di Eder. Male la Francia

SPORT | 11-07-2016

Responsive image

Euro 2016: è il Portogallo la prima finalista del torneo
I lusitani sconfiggono per 2-0 il Galles di Bale, grazie a un super Cristiano Ronaldo

SPORT | 07-07-2016

Responsive image

Euro 2016: Islanda demolita, Francia in semifinale
Partita senza storia, a Saint Denis finisce 5-2

SPORT | 03-07-2016

Responsive image

Responsive image

Euro 2016: grazie Italia anche se alle semifinali vola la Germania
Azzurri beffati alla lotteria dei rigori

SPORT | 03-07-2016

Responsive image

Italia-Germania: una partita e molto di più
Dal 1970 al 2016, una storia di trionfi azzurri e una nuova impresa da compiere

SPORT | 02-07-2016

Responsive image

Euro 2016: il Galles elimina il Belgio e vola in semifinale
A Lille i Dragoni rimontano l'iniziale svantaggio e passano per 3-1

SPORT | 01-07-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia