Lentamente muore il matrimonio religioso: stop dal 2031 Secondo l'indagine Censis 'Non mi sposo più', i matrimoni sono in calo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

08-07-2016

Lentamente muore il matrimonio religioso: stop dal 2031

Secondo l'indagine Censis 'Non mi sposo più', i matrimoni sono in calo


Responsive image

Dimezzati nel giro di un ventennio: i matrimoni in Italia rischiano l’estinzione. A renderlo noto è uno studio del Censis titolato "Non mi sposo più". Così le coppie del millennio fanno lo sgambetto alle vecchie generazioni, che di matrimoni ne hanno visti e celebrati a bizzeffe; basti pensare che solo nel 1994 le nozze religiose erano 291.607, vent’anni dopo sono scese a 189.765.  Demodé, in via di estinzione, per il “matrimonio all’italiana” è stata profetizzata l’apocalisse, individuando anche la data di morte certa, il 2031. Il motivo?

 

Si impone una riflessione. Malgrado il matrimonio sia stato sempre un punto cardine in un paese tradizionalista come il nostro, la bussola della famiglia, non dimentichiamoci che anche la nostra Costituzione dedica al tema diverse disposizioni (l’art. 29, comma 1, sancisce che “la Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”), è un rito ritenuto non necessario. In altre parole tutto è possibile anche senza quel contratto; sposarsi non serve più a niente: né per mettere al mondo dei figli (quelli nati dentro e fuori dal matrimonio sono tutti legittimi allo stesso modo), né per dare dignità intima e sociale a un amore (i patti di convivenza da poco approvati e l'equiparazione tra coppie sposate e coppie di fatto sono stati acquisiti). Insomma, nel 2014 in Italia si sono celebrate 108mila nozze in chiesa, praticamente 61.593 in meno del 2004, ma soprattutto 127.936 in meno rispetto al 1994. Praticamente nel giro di vent'anni, c'è stato un crollo del 54% dei riti religiosi.

 

Così per i matrimoni, il sogno delle vecchie generazioni, si avvicina l'anno zero. Secondo le stime del Censis nel 2020 si avranno più matrimoni civili che religiosi. Forse questo è il frutto del mondo odierno, più viziato, meno capace di buon senso, di “una società aperta” che è stata malpensata, o forse, semplicemente, come spiega Massimiliano Valerii, direttore del Censis, “è il dato sentimentale a vincere: per i giovani quello che conta è la relazione autentica, senza vincoli formali, e cioè un libero patto d'amore”. 

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Un anno di unioni civili in Italia
Ad oggi, le coppie che si sono unite civilmente sono 2.802

POLITICA | 11-05-2017

Responsive image

Unioni civili, oggi spose: nozze tra due ex suore
La polemica sui matrimoni gay è ancora accesa

CRONACA | 28-09-2016

Responsive image

Unioni civili, Alfano le boicotta e non firma il decreto
Le coppie gay restano in attesa del vademecum del ministero, ma Alfano rimanda

POLITICA | 06-07-2016

Responsive image

Roma. Gay Pride 2016: 'chi non si accontenta lotta'
La manifestazione, a cavallo delle elezioni, punta sulle unioni civili e la lotta all'omofobia

CRONACA | 11-06-2016

Responsive image

Responsive image

Unioni civili, l'ipotesi referendum
Il centrodestra si organizza. Il presidente del Consiglio intanto rivendica l'approccio laico del governo

POLITICA | 13-05-2016

Responsive image

Unioni civili: promessa mantenuta?
Matteo Renzi: 'È legge. Punto'. Il centrodestra deciso per il referendum abrogativo

POLITICA | 11-05-2016

Responsive image

Utero in affitto: Grillo vs Vendola. Il valore e il prezzo dell'umanità
'Curioso come il prezzo delle creature viventi possa diventare così basso e trattabile, quando è altissimo il pericolo di sconvolgimenti dello stato morale di un popolo'

POLITICA | 01-03-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia