Euro 2016: un campionato imprevedibile quanto la vittoria del Portogallo Tra cronache di ordinaria violenza e tifo da brividi, favole scritte e pronostici infranti. Solo un’unica certezza: Cristiano Ronaldo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

11-07-2016

Euro 2016: un campionato imprevedibile quanto la vittoria del Portogallo

Tra cronache di ordinaria violenza e tifo da brividi, favole scritte e pronostici infranti. Solo un’unica certezza: Cristiano Ronaldo


Responsive image

Con la vittoria del Portogallo cala il sipario su Euro 2016. Un’edizione sicuramente ricca di grandi emozioni e dove il modulo “testa e cuore”, messo in campo da Nazionali con minori mezzi, ha spesso infranto il collaudato tatticismo baluardo delle solite grandi, regalandoci un campionato imprevedibile. E gli abbracci dei tifosi a queste Nazionali, sono stati sicuramente i momenti più intensi di tutti. Soprattutto in considerazione degli scontri tra frange estreme di alcune tifoserie e polizia che hanno caratterizzato da subito questa edizione, in cui il pericolo numero uno da affrontare sembrava il terrorismo.

 

Invece sin dall’inizio le forze dell’ordine sono state impegnate ad arginare le violenze degli hooligans russi che hanno trasformato Marsiglia e Lille in teatri di guerra dove i nemici da combattere erano gli inglesi, i locali e altre tifoserie di turno. Naturalmente non solo i russi si sono resi protagonisti di episodi di violenza. Anche ieri sera, prima della finalissima, non sono mancati scontri nella fan zone situata nei pressi della Tour Eiffel, proseguiti anche dopo il triplice fischio dell’arbitro. Gruppi di teppisti hanno incendiato auto e lanciato oggetti contro gli agenti che sono intervenuti con idranti e cariche. Circa 40 i fermi.

 

Nulla a che vedere con i tifosi dell’Islanda che assieme ai loro giocatori hanno unito le voci per intonare un geyser sound battendo le mani e muovendosi all’unisono, regalandoci il momento più emozionante di tutto la competizione. Proprio loro, venuti dalle terre più fredde d’Europa, ci hanno impartito una grande lezione sul calore del tifo. Agli islandesi la palma dei migliori supporter dell’Europeo. Altrettanto deplorevoli, invece, i delusissimi tifosi della Russia che, oltre ai disordini, stanno chiedendo attraverso una petizione, lo scioglimento della loro Nazionale.

 

A livello calcistico si è trattato senz’altro di un europeo imprevedibile, almeno quanto la vittoria del Portogallo. Se Belgio, Spagna e Germania, partite col vento favorevole dei pronostici, hanno disatteso le aspettative, tante sono le favole scritte durante questo campionato: da quella del Galles che ha conquistato una storica semifinale, a quella islandese uscita ai quarti di finale. Per non dimenticare anche l’Italia di Antonio Conte, bistrattata ai nastri di partenza e rivelatasi invece una “signora squadra”, capace di riaccendere sogni e emozioni dei suoi tifosi e osannata dalla stampa internazionale.

 

Più prevedibile ma sempre entusiasmante il cammino di Cristiano Ronaldo che pur non essendo al massimo della forma fisica continua a macinare record su record. In questo campionato ha segnato il nono gol nella competizione agganciando Platini nella classifica dei migliori marcatori. E non solo! È anche il primo a segnare e a piazzare un assist in due semifinali diverse, la prima volta contro l’Olanda nel 2004. Con la vittoria del Portogallo e del Real Madrid in Champions, è ormai certo che arriverà anche la vittoria del quarto Pallone d’oro della sua carriera, che lo porterà a insidiare pericolosamente il trono di Messi, a quota cinque.

 

Tornando al Portogallo è certo che nessuno aveva mai pronosticato la vittoria finale della squadra. Un avvio piuttosto stentato e poco convincente. Tra vittorie conquistate grazie alla lotteria dei rigori e avversari più alla portata rispetto alle favorite, i lusitani arrivano alla finalissima come la squadra sfavorita. I francesi sono già convinti di avere l’Europeo in tasca: i festeggiamenti sono pronti, così come la sfilata della Nazionale prevista il giorno successivo agli Champs Elysee è già stata organizzata nei dettagli. L’infortunio di CR7 dopo soli 20 minuti di gioco sembra di fatto una firma apposta sulla vittoria della Francia. Ma qualcosa non funziona. I portoghesi tirano fuori le unghie resistendo agli attacchi di Griezmann e company e quando i calci di rigore sembrano il naturale epilogo della partita, Eder spiazza tutti con un gran tiro che consegna la vittoria al Portogallo e riscatta la finale perduta nel 2004 contro la Grecia. Vince la motivazione, l’orgoglio ferito e si rispetta la tradizione: da quando esiste la competizione non era mai accaduto che la squadra di casa la vincesse. Dietro l’esultanza di Ronaldo che alza la Coppa al cielo esplode la festa del Portogallo e di quasi tutta Europa che sognava una favola e per una sera è stata accontentata.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Champions League. Stasera al Camp Nou tutti i riflettori puntati su Messi
Dopo la meraviglia di ieri sera di Ronaldo, l’argentino è chiamato a rispondere contro la Roma

SPORT | 04-04-2018

Responsive image

Rio 2016: ancora un oro e un argento per la Nazionale azzurra
Campriani nella carabina e Pellielo nel tiro a volo aggiungono altro peso al medagliere azzurro

SPORT | 09-08-2016

Responsive image

Portogallo sul tetto d'Europa
Prima le lacrime, poi la gioia. Cristiano Ronaldo costretto ad uscire per infortunio nel primo tempo, poi i supplementari e il gol di Eder. Male la Francia

SPORT | 11-07-2016

Responsive image

Euro 2016: Francia in finale, Germania piegata per 2-0
A Marsiglia decisiva la doppietta di Griezmann, migliore in campo

SPORT | 07-07-2016

Responsive image

Responsive image

Euro 2016: è il Portogallo la prima finalista del torneo
I lusitani sconfiggono per 2-0 il Galles di Bale, grazie a un super Cristiano Ronaldo

SPORT | 07-07-2016

Responsive image

Euro 2016: Islanda demolita, Francia in semifinale
Partita senza storia, a Saint Denis finisce 5-2

SPORT | 03-07-2016

Responsive image

Euro 2016: grazie Italia anche se alle semifinali vola la Germania
Azzurri beffati alla lotteria dei rigori

SPORT | 03-07-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia