Lazio ‘Tu non sarai mai sola’, ma gli abbonamenti staccati il primo giorno sono solo 11 Clima tesissimo intorno alla squadra. Tra contestazioni e giocatori che chiedono di andare via - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

19-07-2016

Lazio ‘Tu non sarai mai sola’, ma gli abbonamenti staccati il primo giorno sono solo 11

Clima tesissimo intorno alla squadra. Tra contestazioni e giocatori che chiedono di andare via


Responsive image

Tu non sarai mai sola” promette solennemente l’inno della Lazio ma adesso di fatto così non è. La sensazione che la squadra stia andando alla deriva è fortissima. Il caso Bielsa, un mercato che stenta a decollare sono solo le ultime gocce di un malcontento che è tracimato da diverso da tempo e che ha trovato una delle sue principali espressioni nella desertificazione dello stadio quando gioca la Lazio. Era giù successo lo scorso anno, quando i tanti nodi delle proteste si erano ritrovati su un pettine forse troppo piccolo per poterli districare. Sta succedendo anche quest’anno che il pettine sembra ancora più piccolo e i nodi si sono infittiti. Non sorprende quindi che siano appena undici gli abbonamenti staccati ieri, giorno in cui piuttosto silenziosamente la campagna è stata inaugurata. Nessuna conferenza stampa per presentarla da parte della società ma solo una nota formale sul sito ufficiale.

 

Anche ad Auronzo di Cadore il clima è completamente diverso dagli altri anni. Assenti Lotito e Tare, impegnato quest’ultimo a rincorrere obiettivi di mercato che cambiano a seconda delle richieste dell’allenatore di turno o che sfumano. Pochi anche i tifosi a seguito della squadra mentre la contestazione sembra non perderne le tracce. Non solo i soliti striscioni che fanno capolino durante gli allenamenti ma anche atti di inciviltà veri e propri. Ieri mattina, infatti, la cittadina all’ombra delle tre Cime di Lavaredo che ospita il ritiro della squadra da ben otto anni si è svegliata coi muri imbrattati di scritte che invitano Lotito e Tare ad andarsene.

 

Intanto, quel che resta del gruppo fa quadrato intorno a Simone Inzaghi, costretto ogni volta a smezzarsi tra gli allenamenti e a ricomporre i casi fatti esplodere dai giocatori di turno, come quelli di Anderson e di Keita che proprio ieri ha chiesto apertamente la cessione sentendosi legittimato dalle contestazioni in corso a comportarsi un po’ come gli pare. Giocatori che restano e soprattutto giocatori che vanno via ma di acquisti al momento non se ne vedono affatto. La squadra del prossimo anno è ancora in forse. L’ossatura portante è destinata ad essere smantellata completamente, il tempo scorre e di rimpiazzi all’altezza dei partenti non se ne vedono neanche l’ombra.

 

La desertificazione dello stadio non è certo una sorpresa dunque. La situazione attuale non incute fiducia e giustifica una partenza al rallentatore degli abbonamenti che probabilmente si protrarrà fino alla fine. La palla adesso passa alla società ma come sistemarla al meglio spetta al buon Inzaghi costretto a portare sulle spalle un peso troppo gravoso per chiunque, tra la diffidenza di quanti adesso riescono a vederlo solo come il figlio legittimo dell’ennesimo fallimento di Lotito e non come quell’allenatore di prospettiva che ha già dimostrato di essere lo scorso campionato quando i suoi giocatori ne chiesero a gran voce la riconferma.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale
I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a rialzare la testa

SPORT | 13-04-2018

Responsive image

Europa League: per la Lazio la settimana decisiva della stagione passa per Salisburgo
I biancocelesti predicano concentrazione per conquistare la semifinale di Europa League

SPORT | 12-04-2018

Responsive image

Roma-Lazio: sfida ad alta quota. Sarà il derby delle sorprese?
Di Francesco ha lanciato Gerson, Inzaghi è Luis Alberto-dipendente

SPORT | 06-11-2017

Responsive image

Responsive image

Tutto il caso Anna Frank, dagli adesivi grotteschi alla 'sceneggiata' di Lotito
L'immagine della ragazza icona dell'Olocausto è stata usata da alcuni ultras della Lazio

CRONACA | 26-10-2017

Responsive image

Una Lazio eroica batte la Juve e conquista anche 'Osho'
Con il 2 a 1 di sabato, i biancocelesti espugnano il fortino Stadium. Federico Palmaroli, in arte 'Osho', sempre più innamorato della sua Lazio

SPORT | 16-10-2017

Responsive image

Serie A, Roma e Lazio impegnate in due big match
Le due squadre capitoline contro Napoli e Juventus

SPORT | 14-10-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia