Trump e il secondo giorno di Convention Figli sul palco, la Clinton costantemente attaccata - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

20-07-2016

Trump e il secondo giorno di Convention

Figli sul palco, la Clinton costantemente attaccata


Responsive image

Donald Trump è ufficialmente il candidato repubblicano per le elezioni presidenziali degli Stati Uniti d’America, concorrerà con la democratica Hillary Clinton. La Convention repubblicana che sta avendo luogo a Cleveland, Ohio, ha ieri, 19 luglio, consacrato il magnate americano come proprio beniamino e candidato alla Casa Bianca: la nomination è sua. La seconda giornata dedicata al Grand Old Party avrebbe dovuto concentrarsi sull’economia e sulle proposte di rilancio del paese, ma la deriva dei ripetuti attacchi alla Clinton hanno nuovamente monopolizzato la scena. Qualche attorucolo, i leader repubblicani di Camera e Senato, i figli di Trump, hanno dedicato alla concorrente democratica una copiosa pioggia di critiche.

 

Dopo il brutto scivolone del giorno precedente, sono seguite nella mattinata di ieri giustificazioni, smentite e qualche arrampicata sugli specchi da parte dello staff di Trump, il quale in passato ha spesso puntato il dito contro la diretta avversaria mettendo al centro della discussione proprio le competenze dei rispettivi staff. L’atteso conteggio si è svolto in serata: 1725 delegati hanno indicato Trump come favorito, superando la soglia minima necessaria di 1237. L’outsider ce l’ha fatta, dopo quelle primarie sembrate un’epopea arrivano anche parole gradite da Paul Davis Ryan, presidente della Camera dei rappresentanti, e dal leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell. La spaccatura del partito repubblicano sembra solo un ricordo.

 

Il Grand Old Party trova nel tycoon la carta da schierare contro Hillary Clinton. La democratica non è stata risparmiata neanche dai figli di Trump, anche loro cavalcanti l’onda dell’attacco all’avversaria che ha sostituito per due giorni di fila i temi preposti per gli interventi. Dei cinque figli avuti da tre matrimoni diversi, sul palco sono apparsi il primogenito assoluto, Donald John Jr., classe ‘77 e Tiffany, classe ’93. Entrambi hanno ritratto il padre come un uomo che ha sempre incoraggiato i figli, in particolare Donald Jr., vicedirettore esecutivo della Trump Organization, il quale ha dichiarato: «L’impossibile, per lui, è solo l’inizio. E l’America oggi ha bisogno di qualcuno che sa come ottenere l’impossibile».

 

Il pupillo di Trump ha inoltre premuto sul disegno di un uomo “fatto da sé”, che ha sfidato tutto e tutti anche in politica, zittendo chi non gli dava fiducia. Ha raccontato di come il padre lo portava nei luoghi di lavoro per fargli toccare con mano cosa facesse nella vita e infondergli sin da subito il senso di responsabilità di cui aveva bisogno. Insomma, come nelle favole. Dopo la sviolinata preliminare, il giovane dirigente ha emulato il padre negli attacchi volti alla Clinton: «L’altro partito dice di essere preoccupato per la disuguaglianza e l’immobilismo sociale, ma non spiega che le cause sono le sue politiche», continuando ad attaccare personalmente la concorrente democratica sul caso Bengasi, accusandola di non preoccuparsi degli americani. Le carte sono sul tavolo, l’ultima mano è appena iniziata.

di Andrea Graziano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L'età del caos. Viaggio nell'America di Donald Trump
Dal 29 al 30 gennaio uno spettacolo di giornalismo al teatro Vittoria di Roma

CULTURA | 22-01-2018

Responsive image

Usa, dopo Weinstein è il turno di Trump: il presidente indagato per molestie sessuali
«Quando sei una star, le donne te lo lasciano fare». Lo aveva dichiarato il tycoon nel 2005

ESTERI | 16-10-2017

Responsive image

Donald Trump:«You’re fired». Tutti gli uomini (licenziati) dal presidente
Da Anthony Scaramucci, passando per Sally Yates, fino a James Comey

ESTERI | 01-08-2017

Responsive image

#Covfefe, Donald Trump svela la password per il lancio nucleare?
Un refuso sul profilo Twitter del presidente scatena la fantasia della community

ESTERI | 31-05-2017

Responsive image

Responsive image

Trump e la 'Bestia': il presidente arriva a Roma con il suo mezzo speciale
La Capitale sarà blindata per 24 ore da martedì 23 maggio

POLITICA | 22-05-2017

Responsive image

Trump, il muro con il Messico è rimandato ma ‘si farà’
Divisioni in seno al Congresso allungano i tempi. Ma il presidente americano non si arrende

ESTERI | 26-04-2017

Responsive image

Tutti contro The Donald: Starbucks, Google, Facebook e Apple boicottano Trump
Starbucks risponde al decreto anti-immigrazione con l’assunzione di 10 mila immigrati

ESTERI | 30-01-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia