Ucraina, mezzo chilo di tritolo sotto la sua auto. Così muore noto giornalista russo Allarme dell’International Federation of Journalists: è già il 46 reporter ucciso dall’inizio dell’anno - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

20-07-2016

Ucraina, mezzo chilo di tritolo sotto la sua auto. Così muore noto giornalista russo

Allarme dell’International Federation of Journalists: è già il 46 reporter ucciso dall’inizio dell’anno


Responsive image

Si allunga il numero dei giornalisti assassinati. L’Ifj, acronimo dell’International Federation of Journalists, mostra sul sito web il numero 46 che corrisponde al numero dei reporter uccisi nel mondo nel corso del 2016. L’ultimo dell’elenco è Pavel Sheremet fatto saltare in aria stamattina alle 7,45 con un ordigno fabbricato con mezzo chilo di tritolo. Il noto giornalista liberale russo era appena salito sulla sua auto, nel centro di Kiev, quando un enorme boato ha scosso l’area circostante. Le immagini dell’esplosione sono state pubblicate da Ukrainska Pravda, testata per cui lavorava, e mostrano l’auto con il cofano e lo sportello anteriore divelti per la deflagrazione e intorno grandi quantità di schiuma bianca provenienti dagli estintori usati per spegnere le fiamme

 

Il presidente dell’Ucraina si è subito espresso parlando di attentato alla stabilità del paese. Per la conduzione delle indagini la polizia locale ha chiesto l’aiuto degli agenti dell’Fbi americana. Lo ha dichiarato Khatia Dekanoidze, il capo della polizia ucraina, che ha rilasciato la notizia ai mezzi di informazione: “Ho appena incontrato i rappresentanti dell'Fbi in Ucraina e anche loro saranno coinvolti nelle indagini. Spero molto che domani o dopodomani i nostri colleghi stranieri arriveranno per aiutarci nelle investigazioni”.

 

Drammatico il bilancio dei giornalisti che hanno perso la vita nel tentativo di informare l’opinione pubblica sugli avvenimenti che sconvolgono il mondo: guerre, golpe, crimini legati alla malavita e corruzione. Da una statistica avviata 25 anni fa dall’International Federation of Journalists i decessi a oggi ammontano a 2.350, con un andamento che negli anni 90 era di 40 morti all’anno, per diventare circa 100 all’anno a partire dal 2010. Il segretario generale della federazione, Anthony Bellanger ha commentato i dati dicendo “Gli ultimi dieci anni sono stati i peggiori e il 2006 è stato il peggiore di tutti, con 155 morti”.

 

Le statistiche relative al 2016 dicono che tra i posti più rischiosi figura l’Afghanistan da dove è giunta di recente notizia dell’uccisione di David Gilkey, giornalista americano del network National Public Radio (Npr). Nella triste graduatoria figura anche l’India con 4 morti e il Pakistan con tre. Non potevano mancare Iraq e Siria dove nel 2016 sono morti rispettivamente 4 e 5 giornalisti. Impressionanti i dati del Messico dove si registrano già sei morti violente. Anche il colpo di stato in Turchia registra la sua vittima: Mustafa Cambaz, ucciso nella notte del golpe.

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Euro2016: trionfo Croazia, Spagna prossima avversaria dell'Italia
Ieri vincenti anche Polonia, Germania e Turchia, che spera nel ripescaggio insieme all'Irlanda del Nord

SPORT | 22-06-2016

Responsive image

Euro 2016, seconda giornata: le partite
Delusione Germania che non va oltre il pari. Vincono Inghilterra e irlanda del Nord, ma la festa è funestata dalla morte d un tifoso

SPORT | 17-06-2016

Responsive image

Ostia, rissa in strada dopo la partita Germania-Ucraina
Un episodio simile è avvenuto durante la scorsa settimana

MUNICIPIO CRONACA | 13-06-2016

Responsive image

Euro 2016, giorno tre: cronache di ordinaria violenza e commenti alle partite
Vincono Croazia, Polonia e Germania. A far da cornice al gioco polemiche e nuovi scontri a Lille

SPORT | 12-06-2016

Responsive image

Responsive image

Ucraina, arrestato francese che progettava attentati a Euro 2016
L'uomo si era recato nell'est Europa per procurarsi le armi

ESTERI | 06-06-2016

Responsive image

Renzi da Putin: alla ricerca dei punti in comune
Renzi in visita a Mosca rende omaggio a Boris Nemtsov e sottolinea punti di accordo con la Russia

POLITICA | 06-03-2015

Responsive image

Crisi in Ucraina: tutti i retroscena
Obama e Merkel si preparano al vertice di Minsk, mentre le tensioni internazionali aggravano la crisi europea

POLITICA | 10-02-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia