LʼItalicum è definitivamente legge: fine della democrazia o un nuovo inizio? Il via libera alla Camera: 334 sì, 61 no e 4 astenuti. Matteo Renzi:" "Impegno mantenuto, promessa rispettata. L'Italia ha bisogno di chi non dice sempre no. Avanti con umiltà e coraggio. È #lavoltabuona". - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

05-05-2015

LʼItalicum è definitivamente legge: fine della democrazia o un nuovo inizio?

Il via libera alla Camera: 334 sì, 61 no e 4 astenuti. Matteo Renzi:" "Impegno mantenuto, promessa rispettata. L'Italia ha bisogno di chi non dice sempre no. Avanti con umiltà e coraggio. È #lavoltabuona".


Responsive image

Le cronache di questi giorni sono state segnate dalle polemiche ruotate attorno alla proposta della nuova legge elettorale. Si dice che in una relazione il terzo appuntamento sia quello fatidico, per lʼItalicum lo è stato e con esito positivo. Ebbene sì, la legge elettorale ha avuto il via libera definitivo alla Camera: 334 sì contro 61 no. 4 gli astenuti.

 

Mentre il ministro per le riforme Maria Elena Boschi esulta su Twitter ,"ci hanno detto 'non ce la farete mai'. Si erano sbagliati, ce lʼabbiamo fatta! coraggio Italia, è #lavoltabuona", tutte le opposizioni hanno deciso di abbandonare l’aula di Montecitorio: dalla minoranza Pd, passando per alcuni deputati del Misto, di Forza Italia, del Nuovo Centrodestra, e alla fine anche il M5s.

 

Ma per quale motivo lʼItalicum sta raccogliendo tanti dissensi e malumori? Agli occhi di alcuni, la trovata di Matteo Renzi altro non sarebbe che un modo per far fuori in un sol colpo i suoi "vecchi amici", e di porre così fine alla legislatura. Secondo il deputato del Pd Stefano Fassina "le sostituzioni in commissione segnano un nuovo arretramento pericoloso della nostra democrazia verso un sistema squilibrato in cui la maggioranza ottiene tutto; è un segnale grave e preoccupante". Renato Brunetta scrive su facebook: "Il nostro è un no espresso con totale convinzione, perché coincide con un sì alla democrazia parlamentare. È una truffa, altro che quella di De Gasperi: è studiata per consentire a un partito di prendersi il 55 dei seggi magari solo con il 25 dei voti. È pensata per determinare un sistema monopartitico, dove è impossibile concepire una solida opposizione, con una soglia del 3% ridicola per creare un regime alla Honecker, con una grande forza e un pulviscolo di partitini. Ed è una legge che cammina su una fiducia sghemba. Siamo certi che il presidente della Repubblica ne sottolineerà l’incostituzionalità, e comunque ci penserà sempre la Corte Costituzionale". Il M5s con Danilo Toninelli fa appello al Presidente Sergio Mattarella: “da cittadini che rappresentano altri cittadini le chiediamo di non firmare, perché l’Italicum porta con sé gli stessi principi di incostituzionali che portava con sé il Porcellum".

 

Quale il confine che intercorre tra principio di eguaglianza del voto e principio di rappresentatività? Parlano gli esperti.  Valerio Onida risponde al Sole24ore: "LʼItalicum è un sistema che, in ogni caso, vede un solo partito andare a occupare la maggioranza assoluta dei seggi, anche se non rappresenta la maggioranza degli elettori e dei votanti, alterando fortemente la rappresentatività del Parlamento"; inoltre, prosegue il giurista, "favorisce la frammentazione con una soglia di sbarramento solo del 3%; e, col sistema “ibrido” dei soli capilista bloccati, delle preferenze e delle candidature plurime, non favorisce un chiaro rapporto fra elettori ed eletti". Anche Lorenza Carlassare,esperta della nostra Costituzione, è dello stesso avviso. Durante lʼintervista a Servizio Pubblico la scorsa settimana, la studiosa aveva chiarito la questione: "I premi di maggioranza sono una caratteristica del sistema italiano e di solito non portano a nulla di buono. Questa legge elettorale urta contro tutto quello che ha detto la Corte Costituzionale sul Porcellum".

 

Dal canto suo, il Premier twitta: "Impegno mantenuto, promessa rispettata. L'Italia ha bisogno di chi non dice sempre no. Avanti con umiltà e coraggio. È #lavoltabuona".

 

 

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

X Municipio, al via la campagna informativa sulla raccolta differenziata
Il Presidente Giuliana Di Pillo invita tutti i residenti del municipio a partecipare agli incontri

MUNICIPIO CRONACA | 12-04-2018

Responsive image

Rese pubbliche le dichiarazioni dei redditi dei politici: chi è il più ricco del 'reame'?
Tra i tanti spiccano i nomi di Valeria Fedeli e di Beppe Grillo

POLITICA | 17-03-2018

Responsive image

Politici e social: ecco i commenti post elezioni
Non importa che siano vincitori o vinti, che sia per ringraziare o lanciare frecciatine, nessuno rinuncia ai social per dire la sua

POLITICA | 06-03-2018

Responsive image

Elezioni 2018. Renzi pronto a dimettersi dopo il crollo del Pd
L’ex Presidente del Consiglio alle 17:00 di oggi potrebbe rinunciare alla carica di segretario del partito

POLITICA | 05-03-2018

Responsive image

Responsive image

Raggi vs Lorenzin: è guerra per i vaccini. In campagna elettorale senza esclusione di colpi
Lorenzin: 'Non si può scherzare sulla pelle dei nostri bambini'. Raggi: 'l’Anci condivide la nostra mozione'

POLITICA | 03-02-2018

Responsive image

X Municipio: la rivoluzione del sistema di raccolta differenziata parte da qui
I rifiuti saranno raccolti porta a porta: ‘più si differenzia meno si paga’

MUNICIPIO CRONACA | 14-11-2017

Responsive image

Di Maio 'snobba' Renzi: niente confronto tv «non è un competitor»
Renzi risponde su Twitter: «E adesso scappi? Un #leader non fugge»

POLITICA | 06-11-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia