Siria, l’Onu chiede tregua umanitaria: senza acqua e luce ad Aleppo I bombardamenti degli ultimi giorni hanno colpito gli impianti di distribuzione. Continua anche l’emergenza cibo e medicinali - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

09-08-2016

Siria, l’Onu chiede tregua umanitaria: senza acqua e luce ad Aleppo

I bombardamenti degli ultimi giorni hanno colpito gli impianti di distribuzione. Continua anche l’emergenza cibo e medicinali


Responsive image

Cinque anni di guerra civile, cinque anni di massacri. E ora la martoriata Aleppo, assediata da oltre un mese dalle forze governative, paga il pesante conto dei bombardamenti che hanno colpito la città soprattutto negli ultimi giorni. Oltre due milioni di civili, sia nelle aree occupate dai ribelli sia in quelle sotto il controllo governativo, vivono attualmente senza acqua e senza elettricità, a causa della sfiancante guerriglia che ha colpito anche gli impianti di distribuzione. La più grande emergenza umanitaria del nostro secolo continua così ulteriormente ad aggravarsi, spingendo l’Onu, a più riprese, a richiedere tregue umanitarie di 48 ore. Tempo necessario, insomma, per la riparazione degli impianti e per rifornire la popolazione rimasta senza cibo e senza medicinali.

 

L’allarme, lanciato dall’Onu, richiama l’attenzione su Aleppo e su tutti gli aspetti della vita di una città in guerra. Yacoub el Hillo, coordinatore residente dell’Onu per gli affari umanitari in Siria, e Kevin Kennedy, coordinatore umanitario regionale per la crisi siriana, pongono l’accento sull’emergenza idrica, sottolineando come l’acqua di pozzi e cisterne non basti a soddisfare le esigenze della popolazione. E alle mancanze che rendono impossibile il libero svolgimento della quotidianità, si aggiungono, come sottolineano i due, un numero esponenzialmente crescente di morti civili e di feriti che non posso essere guariti negli ospedali, poiché bombardati. Non più assedio, quindi, ma crimine di guerra, avvertono el Hillo e Kennedy.

 

In queste ore, a Ginevra, esperti militari russi e americani discutono di un cessate il fuoco di 48 ore ad Aleppo, alla presenza dei rappresentanti dell’Onu. L’ennesimo, speranzoso tentativo di allentare le ostile e di far respirare i civili martorizzati che rischia di cadere nel vuoto. Come l’ultimo dello scorso 6 luglio, quando l’esercito siriano ha proclamato un cessate il fuoco di 72 ore su tutto il territorio per i festeggiamenti della fine del Ramadan. Nonostante la tregua, le forze di Assad hanno continuato a bombardare le zone di Aleppo controllate dai ribelli.

di Serena Gazzaneo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Cosa succede in Medio Oriente? Caos e guerre: il mondo resta a guardare.
Ci siamo chiesti a cosa è dovuto questo silenzio.

ESTERI | 17-04-2018

Responsive image

Questione Siria, la posizione dell'Italia: 'a fianco degli alleati, ma non coinvolta direttamente'
Anche il nostro paese si schiera contro l’attacco chimico in Siria

CRONACA | 12-04-2018

Responsive image

Quel Matrimonio Siriano 'celebrato' a Ostia
Laura Tangherlini (Rainews24) ha presentato presso la Tenda dei Popoli il suo ultimo libro (+dvd) sulla Siria

MUNICIPIO EVENTI | 06-10-2017

Responsive image

Ostia, Laura Tangherlini (Rainews24) presenta il suo Matrimonio Siriano
Un reportage che ha per protagonisti 150 bambini siriani

MUNICIPIO EVENTI | 02-10-2017

Responsive image

Responsive image

Gas tossici sulla Siria. Cosa sta succedendo e come si sta distruggendo l’umanità
L'attacco chimico è solo un capitolo di sei anni di crisi e di guerra civile

ESTERI | 05-04-2017

Responsive image

Portare la disciplina Yoga in un campo di profughi siriani: a cosa serve?
Un’esperienza fuori dal comune raccontata da chi l’ha vissuta

CULTURA | 24-01-2017

Responsive image

Dopo un 2016 dove tutto ha tremato. Per il 2017 cosa augurarci?
Riflessioni su un nuovo modo di stare nel mondo

POLITICA | 31-12-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia