Terremoto del 24 agosto, la terra trema nel Centro Italia Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto: questi i comuni più vicini all'epicentro - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

24-08-2016

Terremoto del 24 agosto, la terra trema nel Centro Italia

Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto: questi i comuni più vicini all'epicentro


Responsive image

Si scava tra le macerie. Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto: come riferisce l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia sono questi i comuni più vicini all'epicentro del terremoto – localizzato tra la Provincia di Rieti e Ascoli Piceno – che ha scosso il Centro Italia nelle prime ore di stamani. La magnitudo del sisma che ha coinvolto l'area dell'Appennino centrale, calcolato in base alla scala Richter, è di 6.0; l'epicentro, invece, risiede a 4 km di profondità. Mentre la macchina dei soccorsi è in azione, nelle sale dell'Ingv si registrano gli aftershocks, ovvero le repliche, e fino alle 7:00 di stamani «sono 39 gli eventi sismici localizzati di magnitudo pari o maggiore di 3.0». Sono state tre le scosse sismiche di maggiore intensità: la prima alle ore 3:36 (magnitudo 6.0), una seconda alle 4:32 (magnitudo 5.1), e la terza alle 4:33 (magnitudo 5.4).

 

I danni sono ingenti, in particolar modo nel Comune di Amatrice. «Metà paese non c'è più» ha dichiarato il il sindaco e, da quanto si è appreso, il corso principale è devastato, l'ospedale inagibile, e il ponte che sovrasta il torrente Castellano risulta essere pericolante, tantoché l'accesso sembra essere consentito esclusivamente a piedi o in moto. Anche ad Accumoli, uno dei comuni più vicini all'epicentro del terremoto, la situazione sembra essere critica.

 

Tra le province interessate dal sisma vi sono Perugia, Teramo, Ascoli Piceno e L'Aquila, ma le scosse sono state avvertite in molte zone dell'Italia centrale. Come ha dichiarato l'Ingv, la zona dove ha avuto luogo il terremoto del 24 agosto «rientra nella fascia ad altissima pericolosità sismica che corre lungo l'asse della catena appenninica», e richiama alla mente altri tre eventi sismici del passato: il primo risalente al 1639, il secondo al 1646 e il terzo al 1703, rispettivamente di magnitudo di 6.2, 5.9 e 6.9. Mentre si scava per estrarre dalle macerie i corpi delle vittime e delle persone ancora in vita, il bilancio dei morti è destinato a salire.

di Giulia Morici
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Il Centro Italia trema ancora: scossa di magnitudo 4.2 nella notte
Epicentro tra le province di Rieti, L’Aquila e Teramo

CRONACA | 22-07-2017

Responsive image

Terremoto, Ingv: 'Mai vista serie simile'
Da questa mattina oltre 100 eventi sismici

CRONACA | 18-01-2017

Responsive image

Ostia Antica, l’amatriciana della solidarietà
La cena per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni colpite dal terremoto

MUNICIPIO EVENTI | 29-11-2016

Responsive image

Come si è deformato il territorio dopo il terremoto del Centro Italia
Secondo Stefano Salvi dell’Ingv: «È il contributo dei terremoti alla costruzione dei paesaggi appenninici»

CRONACA | 03-11-2016

Responsive image

Responsive image

Terremoto, controllato il 65% degli istituti scolastici nel X Municipio
Controllata anche la scuola Parini

MUNICIPIO CRONACA | 01-11-2016

Responsive image

Terremoto, chiuse scuole a Roma: ponte o verifiche tecniche?
In corso i controlli per appurare eventuali lesioni nei palazzi e negli edifici della capitale

CRONACA | 31-10-2016

Responsive image

Terremoto e disinformazione: le bufale che confondono il web
Dal “complotto” del Governo al falso tweet di Virginia Raggi

CRONACA | 28-10-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia