Civitavecchia, museo 'fai da te' nascosto in casa Denunciato un imprenditore per detenzione illecita di beni archeologici - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

31-08-2016

Civitavecchia, museo 'fai da te' nascosto in casa

Denunciato un imprenditore per detenzione illecita di beni archeologici


Responsive image

Scavi clandestini o attività illecita dei cosiddetti “tombaroli”? Non è chiaro, per il momento, da dove provengano i beni archeologici rinvenuti all'interno di un appartamento di Civitavecchia (in Provincia di Roma) di proprietà di un imprenditore, né tantomeno il valore di tali oggetti. L'unica certezza è la presenza di 130 reperti archeologici raccolti in un piccolo museo “fai da te” allestito all'interno dell'abitazione. A scoprire l'attività illecita sono stati i finanzieri del Comando provinciale di Roma, i quali hanno provveduto a consegnare l'imprenditore alle autorità giudiziarie, e a sequestrare il museo. Ora, l'uomo è stato denunciato con l'accusa di detenzione di beni archeologici che, in quanto tali, sono di proprietà dello Stato.

 

All'interno della casa dell'imprenditore di Civitavecchia, dunque, si celava il piccolo museo privato, nel quale erano stai collocati 130 oggetti, tra i quali una statua di bronzo. Gli esperti della Soprintendenza dei Beni Archeologici del Lazio hanno coadiuvato gli agenti della Guardia di Finanza nella catalogazione dei reperti archeologici collezionati all'interno della casa. Nella lista sono comparsi svariati vasi, monili, monete di bronzo, un'anfora e dei bicchieri: il tutto riconducibile all'età romana ed etrusca.

 

Detenere beni archeologici di appartenenza dello Stato equivale a compiere un reato, come nel caso dell'imprenditore di Civitavecchia. Qual è, dunque, la procedura da seguire qualora dovessimo rinvenire – fortuitamente – dei reperti archeologici? Prima di tutto è necessario denunciare il ritrovamento. La legge, inoltre, qualora si verifichi questa circostanza, corrisponderà un premio che verrà elargito in base a delle precise condizioni, e non sarà «superiore a un quarto del valore delle cose ritrovate» .

di Giulia Morici
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Roma e i loschi affari del clan Fasciani: sequestrati venti milioni di euro
Gli interessi del clan in tutta Italia: Ostia, Milano, L'Aquila per poi scendere al sud

CRONACA | 24-06-2016

Responsive image

Roma e la Camorra: confiscati beni da ottanta milioni
Una storia di mafia: i beni sequestrati sarebbero riconducibili a quattro imprenditori

CRONACA | 05-05-2016

Responsive image

Roma Centocelle, sequestrati in un deposito cibi scaduti da più di 7 anni
Sei tonnellate di prodotti alimentari scaduti o stoccati in violazione delle norme di buona conservazione, tra cui vari tipi di pesci, confezioni di cioccolatini e snack

CRONACA | 01-12-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia