Cyberbullismo, sì della Camera. Le parole fanno più male delle botte Bullismo e cyberbullismo, sexting e ricatti a sfondo sessuale: da uno a sei anni di carcere - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

20-09-2016

Cyberbullismo, sì della Camera. Le parole fanno più male delle botte

Bullismo e cyberbullismo, sexting e ricatti a sfondo sessuale: da uno a sei anni di carcere


Responsive image

242 sì, 73 no e 48 astenuti. È questo il risultato delle votazioni all’Assemblea della Camera, che oggi ha approvato, con delle modifiche, la proposta di legge per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo. Ora il testo deve tornare per la terza rilettura al Senato, che l’aveva già approvato.

 

Inevitabile ripeterlo. I recenti episodi — dalla 14enne di Novara morta suicida a causa di un video diffuso in rete, passando per la storia di Tiziana Cantone, fino alle immagini rubate alla giornalista di Sky, Diletta Leotta — aprono un tasto dolente sul nostro paese. Una piaga che dilaga a macchia d’olio, fonte di un’insostenibile rischio di suicidi: bullismo e cyberbullismosexting e ricatti a sfondo sessuale che sfrecciano nel tritacarne del mondo social.

 

Il testo, approvato oggi alla Camera, ha ampio respiro. È vittima di bullismo chiunque, giovani e meno giovani: dunque non solo i minorenni, ma anche gli adulti potranno chiedere al gestore del sito internet (da Facebook, passando per Whatsapp ai blog) di oscurare, rimuovere o bloccare i contenuti diffusi in rete. Se non si provvede entro 48 ore, l’interessato potrà rivolgersi al Garante per la privacy. La legge non fa distinzioni, e punisce sia i bulli digitali che quelli alla vecchia maniera, sia che le minacce e le violenze provengano dal mondo reale sia da quello virtuale.

 

Cosa si rischia? La proposta di legge, che spazia dalla tutela della privacy alla diffamazione online, prevede da uno a sei anni di carcere, a seconda del caso e della gravità dello stesso, per lo stalker informatico che diffonde video, foto, testi ottenuti tramite il raggiro. È prevista, in caso di condanna, anche la confisca obbligatoria dei telefonini e del Pc.  

 

Tra i favorevoli alla proposta di legge il Partito democratico, Area popolare, Alleanza liberale, Socialisti, Fratelli d'Italia, Scelta Civica e Democrazia Solidale. Si sono astenuti la Lega Nord, Forza Italia, Sinistra Italiana e Conservatori e riformisti. Ha votato contro il Movimento 5 Stelle che ha definito nei giorni scorsi la proposta “una norma ammazza-web”. I timori, esternati anche da alcuni quotidiani, riguardano il rischio di fare “di tutta un’erba un fascio”. Contrariamente alla disposizione originaria approvata anche dal Senato, che era incentrata principalmente sulla tutela del minore, il testo di legge ora si estende a qualsiasi attività (dunque anche a quella di blog e testate giornalistiche) che diffonda informazioni in grado di violare i dati personali o di ledere l’onore e la reputazione di un soggetto.

 

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Bullismo, violenza e social media: relazione pericolosa o percezione alterata?
Atti di violenza tra assenza di limiti, carenze educative e tecnologie

CRONACA | 21-04-2018

Responsive image

Professori vittime dei bulli. Maria Rita Parsi: 'Serve un nuovo modo di concepire l'istruzione'
La nuova frontiera del bullismo: minacce e violenza sui professori

CRONACA | 20-04-2018

Responsive image

Vanessa Incontrada, il cyberbullismo non perdona i chili di troppo
Tutte le star bersagliate dal web: da Lady Gaga a ClioMakeUp

CULTURA | 07-06-2017

Responsive image

Il Parlamento approva la legge contro il cyberbullismo
Laura Boldrini la dedica a Carolina Picchio, la prima vittima in Italia

POLITICA | 17-05-2017

Responsive image

Responsive image

Ostia, arriva “Una vita da social”
Appuntamento il 16 maggio a Piazza dei Ravennati

MUNICIPIO EVENTI | 15-05-2017

Responsive image

Tiziana Cantone, suicidio dopo scandalo erotico: chiesta archiviazione per gli indagati
Per sboccare l'iPhone di Tiziana gli inquirenti vogliono chiedere ad Apple

CRONACA | 03-11-2016

Responsive image

Le novità di Facebook
Sicurezza, lotta al bullismo e un Marketplace

SCIENZE E TECNOLOGIA | 25-10-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia